Prima Torre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prima Torre
(Torre La Rocca)
Torri di San Marino
San Marino zamek La Rocca o Guaita.jpg
la Rocca
Ubicazione
StatoSan Marino San Marino
Stato attualevisitabile
CittàCittà di San Marino
Coordinate43°56′07.44″N 12°26′58.56″E / 43.9354°N 12.4496°E43.9354; 12.4496Coordinate: 43°56′07.44″N 12°26′58.56″E / 43.9354°N 12.4496°E43.9354; 12.4496
Informazioni generali
TipoTorre di avvistamento e fortezza
Stilemedievale
CostruzioneXV secolo-XVII secolo
Materialemuratura
Condizione attualerestaurato
Informazioni militari
UtilizzatoreCittà di San Marino
Funzione strategicaavvistamento
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

La Rocca, conosciuta anche come Guaita o Prima Torre, è la maggiore nonché la più antica delle tre rocche che dominano la Città di San Marino.

La parola Guaita, tuttora presente nel dialetto locale significa "fare la guardia" e deriva probabilmente dal tedesco "Weite" (spazio o largo).

Dopo l'ultimo restauro del 1930, la Rocca è stata resa accessibile ai visitatori.

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Numerosi interventi di restauro e rinforzo modificarono la struttura della Torre (1475, 1481, 1502, 1549, 1615, 1623) tuttavia senza togliere la primitiva rozzezza della stessa.

Il nucleo centrale della torre fu un posto di guardia e rifugio dei primi abitatori del Monte Titano e risale all'undicesimo secolo. Due cinte murarie difensive proteggono la torre:

  • La cinta esterna, coronata da merlature e rafforzata da torrioni angolari, faceva già parte del primo girone di mura costruito a difesa della città
  • La cinta interna è invece la più antica. Accessibile tramite un ingresso sopraelevato, rinchiude in sé la Torre Campanaria, la Torre della Penna e gli alloggiamenti delle legioni, tramutati in seguito in carceri.

La torre ha pianta pentagonale e non ha fondazioni in quanto poggia direttamente sulla roccia del monte. Uno stemma barocco della Repubblica, trasportato dal vecchio Palazzo Pubblico, orna la porta d'ingresso mentre nel cortile ospita alcuni pezzi di artiglieria, due mortai donati dal re Vittorio Emanuele II e due cannoni con i quali la Guardia di Rocca spara a salve durante i giorni di festa, dono di Vittorio Emanuele III.

Vista dalla Torre

Cappella di Santa Barbara[modifica | modifica wikitesto]

Un piccolo altare del torrione sud era dedicato a Santa Barbara, protettrice degli artiglieri, mentre l'attuale chiesa, costruita a ridosso delle mura esterne, è opera del 1960.

Si tratta di un piccolo edificio, caratterizzato da forme semplici, con una lunetta duecentesca a ornamento della porta, proveniente da una chiesa del Castello di Domagnano. Un altare di pietra porta l'effigie in bronzo della Santa, con sei candelabri a forma di torri, realizzati nel 1979 dallo scultore fiorentino Bino Bini.

Torre campanaria[modifica | modifica wikitesto]

La torre, che, con il suo "Campanone", durante i secoli passati richiamava i cittadini alla difesa del paese nei momenti di pericolo, è stata costruita probabilmente nel XVI secolo.

Oggi il "Campanone" ricorda solamente le principali ricorrenze civili e religiose della Repubblica di San Marino.

Dall'alto del campanile è possibile ammirare l'intera città, le montagne dell'Appennino romagnolo ed i castelli vicini, come quello di Verucchio.

Torre della Penna[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una ricostruzione della metà del XV secolo dell'antica torre di guardia.

Dall'alto della torre si possono ammirare le mura della Seconda Torre, la pianura che si protende fino all'Adriatico, i rilievi appenninici e il Monte Carpegna.

Le prigioni[modifica | modifica wikitesto]

I locali che costituivano gli alloggiamenti delle guarnigioni furono usati dalla metà del XVIII secolo fino al 1970 come carceri. Nelle celle della prigione venivano ospitati coloro che dovevano scontare pene non superiori ai sei mesi mentre per pene superiori era previsto il trasferimento nelle carceri italiane. Dal 1970 il carcere è stato spostato nel Carcere dei Capuccini a Città.

Visite e costi[modifica | modifica wikitesto]

La I torre è visitabile dal pubblico nei seguenti orari:

  • Dal 20 marzo al 20 settembre: dalle ore 8.00 alle ore 20.00
  • Dal 21 settembre al 19 marzo: dalle ore 8.50 alle ore 17.00

La Torre rimane chiusa nei giorni di Natale, Capodanno e nel pomeriggio del 2 novembre. Il prezzo per l'ingresso è di € 3,00; sono tuttavia presenti agevolazioni per la visita a più musei.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La Prima Torre è raffigurata sulle monete sammarinesi da cinque centesimi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]