Mara Maionchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mara Maionchi nel 2008

Mara Maionchi (Bologna, 23 aprile 1941) è una produttrice discografica e personaggio televisivo italiano[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Bologna nel 1941. La famiglia era composta dal padre, originario di Lucca, dalla madre, casalinga e da una sorella maggiore. Nel 1959 dopo alcuni problematici anni scolastici decide di abbandonare gli studi, nel suo libro Non ho l'età (Rizzoli Editore, 2009) racconta il motivo di tale scelta: "Lo studio e la sottoscritta appartenevano a due universi paralleli, di quelli che non si incontrano mai."[2] Prima di accedere al mondo discografico lavora in varie aziende di diversa tipologia (una società di spedizioni internazionali, una ditta di prodotti antiparassitari per l'agricoltura, una ditta di sistemi antincendio).[3]

Ingresso nella discografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1967 trovò impiego presso la casa discografica Ariston Records.

I primi artisti con i quali collaborò sono Ornella Vanoni e Mino Reitano. Durante il suo primo Sanremo (1968) seguiva, oltre alla stessa Vanoni (con Casa bianca), anche Mario Guarnera (Un uomo piange solo per amore) e Anna Identici (Quando m'innamoro, all'epoca grande successo commerciale).

Dalla Numero Uno alla Fonit-Cetra[modifica | modifica wikitesto]

La permanenza all'Ariston Records durò fino al 1969 quando Mogol e Lucio Battisti fondarono la Numero Uno e chiamarono Mara Maionchi a lavorare per la neonata etichetta, in qualità di addetto stampa.

Nel 1975 trovò occupazione alla Dischi Ricordi, in cui ricopriva il ruolo di responsabile editoriale. In questi anni scoprì Gianna Nannini, alla quale offrirà un contratto di esclusiva editoriale. Ottenne poi ottimi risultati con il cantante Umberto Tozzi ed altri artisti della casa discografica. Qualche anno più tardi diventò direttrice artistica, sempre della stessa azienda, e iniziò a seguire il percorso musicale di Eduardo De Crescenzo, Mia Martini e Fabrizio De André. Al Festival di Sanremo 1981 è infatti con De Crescenzo che cantò Ancora, una delle sue più celebri canzoni.

Nel 1983 le venne offerta la direzione artistica della Fonit-Cetra, nota casa discografica per metà a partecipazione statale.

Dalla Nisa alla Non ho l'età[modifica | modifica wikitesto]

In seguito, Mara e suo marito Alberto Salerno, sempre nel 1983, fondarono l'etichetta Nisa (la quale prende il nome dall'omonimo nome d'arte di Nicola Salerno, padre di Alberto). Ebbe inizio una ricca e florida stagione di successi negli anni 2000, primo tra i quali quello di Tiziano Ferro, il quale ha iniziato una lunga collaborazione con la casa, che ha prodotto tre dei suoi album.

Nel 2006, dopo ventitré anni di esperienza con la Nisa, Mara e il marito decisero di creare una nuova etichetta indipendente, la quale verrà chiamata Non ho l'età, (anch'essa prende il nome da un riferimento a Nicola Salerno, cioè la canzone da lui scritta nel 1964 per Gigliola Cinquetti) con lo scopo di aiutare nuovi talenti ad emergere.

Il successo televisivo: X Factor, Amici, Io Canto e Xtra Factor[modifica | modifica wikitesto]

Mara Maionchi nel 2009

Nel 2008 le viene proposto di diventare giudice in un talent show musicale di successo mondiale, vale a dire X Factor. Accetta e prende parte alle prime quattro edizioni del programma, fino alla primavera del 2010. Nella prima e seconda edizione è affiancata da Simona Ventura e Morgan, nella terza da Morgan e Claudia Mori e nella quarta da Elio, Enrico Ruggeri e Anna Tatangelo. Nella stagione televisiva 2008-2009 viene inserita come co-conduttrice nella puntata del sabato di un'altra trasmissione musicale, Scalo 76, presentata insieme a Francesco Facchinetti. Nel 2009 pubblica inoltre la sua autobiografia, dal titolo Non ho l'età, edita da Rizzoli.

Nella 6ª puntata di X-Factor 4 Francesco Facchinetti propone in anteprima il primo singolo della discografica da artista, disponibile su iTunes a partire dal 13 ottobre 2010. Il brano, un ironico remix dance che mescola l'elettronica con la voce di Mara Maionchi, è intitolato Fantastic ed è accreditato a My Own Key feat. Mara Maionchi, titolo che ha un chiaro gioco fonetico con la lingua inglese basato sul suono del cognome di quest'ultima. La Maionchi ha affermato di voler devolvere in beneficenza tutta la parte di ricavato a lei destinata. Il singolo raggiunge la seconda posizione della Top Digital Download, la classifica ufficiale stilata dalla Federazione Industria Musicale Italiana.[4] Per l'appunto, nel novembre del 2010, è uscita la prima applicazione per iPhone dedicata a Mara: Fantastic Mara.

Il 2 dicembre 2010 la Maionchi ha partecipato come concorrente al talent show benefico di Canale 5 Let's dance condotto da Claudio Amendola e Vanessa Incontrada.[5] Nello stesso anno debutta anche come attrice, nel film natalizio di Aldo, Giovanni & Giacomo dal titolo La banda dei Babbi Natale.

Dall'11 gennaio 2011 diventa ospite fissa nella fase serale della decima edizione di Amici di Maria De Filippi.[6] Dall'ottobre dello stesso anno prende parte al corpo docenti dell'undicesima edizione del programma, fortemente voluta da Maria De Filippi, ruolo che le verrà confermato anche per la dodicesima edizione nella stagione televisiva 2012-2013. Uno dei suoi allievi, Gerardo Pulli, si classifica al primo posto nella categoria canto e in seguito ottiene un contratto discografico con la EMI. Nel 2012 è inoltre protagonista in uno spot pubblicitario televisivo per la Telecom Italia, insieme a Nicola Savino, di cui interpreta l'appiccicosa madre. Nello stesso anno diventa presidente di giuria di Videofestival live, manifestazione canora per nuovi talenti la cui finale viene trasmessa ogni anno da Canale Italia, ruolo che rivestirà anche negli anni successivi[7].

Nell'autunno del 2013 diventa caposquadra nella quarta edizione del talent show Io canto, con Claudio Cecchetto e Flavia Cercato[8][9]. Nell'aprile del 2014 esordisce come conduttrice radiofonica nel programma Benvenuti nella giungla, su Radio 105 assieme a Gianluigi Paragone.[10] A ottobre dello stesso anno torna a X Factor, giunto all'ottava edizione, non come giudice ma nel ruolo di conduttrice del talk show Xtra Factor su Sky Uno.[11] Ricopre lo stesso ruolo anche per nona e la decima edizione di X-Factor. Il 19 maggio 2017 viene annunciata la sua partecipazione alla 11ª edizione del Talent di nuovo in veste di giudice[12].

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Mara Maionchi ha sposato nel 1976 Alberto Salerno, paroliere e produttore discografico, figlio di Nicola Salerno, anch'egli paroliere, scomparso nel 1969. Dal matrimonio sono nate due figlie: Giulia e Camilla. Nel 2011 diventa nonna per la prima volta, sua figlia Giulia ha infatti partorito un bambino di nome Nicolò. Nel 2015 anche la figlia Camilla partorisce una bambina di nome Mirtilla.

È stata assessore ai servizi sociali nel comune di San Fermo della Battaglia, dove ha risieduto per alcuni decenni, nel periodo 1997-99 ed inoltre nelle elezioni del 2001 ha sfiorato la nomina a sindaco del comune, perdendo per poco più di un centinaio voti contro il candidato vincitore, l'attuale sindaco Mascetti.

La Maionchi è testimonial del GILS, ovvero Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Massima posizione in classifica EP/Album
ITA
2010 Fantastic 2 Solo singolo

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In questa intervista afferma personalmente di essere nata il 22 aprile 1941 ma di essere stata registrata all'anagrafe un giorno dopo, su la7.it, febbraio 2011. URL consultato il 24 febbraio 2011.
  2. ^ Non ho l'età, biografico, Rizzoli Editore, 2009
  3. ^ Il primo anno va male, tutti gli altri sempre peggio, biografico, Baldini & Castoldi, 2016
  4. ^ Classifica settimanale dall'11/10/2010 al 17/10/2010 - Top digital download FIMI-Nielsen Soundscan International, FIMI, 22 ottobre 2010. URL consultato il 22 ottobre 2010.
  5. ^ Let's Dance: il pilot del 1 dicembre 2010 con Claudio Amendola e Vanessa Incontrada, Tvblog.it, 1º dicembre 2010. URL consultato il 18 settembre 2014.
  6. ^ http://www.musicroom.it/articolo/amici-10-mara-maionchi-da-l-addio-a-x-factor/21437/, musicroom.it. URL consultato il 18 settembre 2014.
  7. ^ Videofestival live | Sito ufficiale
  8. ^ Io Canto 2013-2014 | Mara Maionchi | anticipazioni
  9. ^ Io Canto 4 | le squadre | chi è passato
  10. ^ Radio 105: Benvenuti Nella Giungla con Mara Maionchi e Gianluigi Paragone, radiospeaker.it, 16 aprile 2014. URL consultato il 18 settembre 2014.
  11. ^ Mara Maionchi conduttrice di Xtra Factor, Davidemaggio.it, 18 settembre 2014. URL consultato il 18 settembre 2014.
  12. ^ I giudici di X Factor 2017, su xfactor.sky.it. URL consultato il 19 maggio 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN107435362 · ISNI: (EN0000 0000 7889 288X · SBN: IT\ICCU\LO1V\360539