Federazione Industria Musicale Italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Federazione Industria Musicale Italiana
Federazione Industria Musicale Italiana
Logo di Confindustria, adottato anche da FIMI[1]
Abbreviazione FIMI
Tipo Associazione di categoria[1]
Fondazione 1992
Scopo Tutela degli interessi di categoria
Sede centrale Italia Milano
Area di azione Italia
Presidente Italia Enzo Mazza[2]
Sito web

La Federazione Industria Musicale Italiana, nota anche con l'acronimo FIMI, è una federazione che rappresenta circa 2.500 imprese produttrici e distributrici in campo musicale e discografico.

È attiva dal 1992 e dal marzo 1995 si occupa di monitorare settimanalmente le vendite e la distribuzione delle pubblicazioni discografiche in Italia, dapprima in collaborazione con la Nielsen,[3] poi, a partire dal 2010, con GfK Retail and Technology Italia.[4] È la fonte ufficiale per quanto riguarda i dati discografici italiani sulle vendite e le distribuzioni di album, compilation, DVD musicali e download digitali. La classifica dei singoli più venduti in Italia è stata invece soppressa il 7 gennaio 2008, diventando la classifica dei brani più scaricati dalla rete Internet.[5]

Attività della FIMI[modifica | modifica sorgente]

Relazioni istituzionali e lobbying[modifica | modifica sorgente]

FIMI opera un servizio di monitoraggio quotidiano di tutti i procedimenti legislativi nazionali ed internazionali di interesse per la categoria; produce relazioni e proposte normative, nonché interfaccia i rappresentanti delle maggiori istituzioni nazionali e locali. Tramite la rappresentanza di IFPI e di Confindustria a Bruxelles, FIMI opera in un network internazionale che presidia le maggiori istituzioni comunitarie e i consessi internazionali quali WIPO e WTO.

Ricerche e studi[modifica | modifica sorgente]

FIMI raccoglie e diffonde dati e ricerche di settore, sia nazionale che internazionale, che consentono alle imprese di conoscere l'andamento e lo sviluppo del mercato. Le imprese associate possono accedere a dati economici e a studi realizzati dalle più importanti società di ricerca.

Assistenza legale[modifica | modifica sorgente]

Gli associati possono consultare FIMI in relazione a problematiche legali riguardati la tutela del copyright, le questioni previdenziali e i rapporti con la società degli autori ed editori.

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

La Federazione Industria Musicale Italiana si occupa di stilare le classifica di vendita ufficiali in Italia delle diverse tipologie di pubblicazioni. In particolare, vengono pubblicate settimanalmente:

La classifica FIMI Mix e singoli, istituita nel gennaio 1997[7] per rilevare le vendite dei CD singoliNel 2007 sono state pubblicate sia la Top Digital Download che la classifica FIMI Mix e singoli, quest'ultima nel 2008 ha lasciato definitivamente il posto alla Top Digital Download.[8]

Certificazioni[modifica | modifica sorgente]

Nel corso degli anni, le soglie che le diverse pubblicazioni musicali devono superare (in termini di copie vendute) per aggiudicarsi le varie certificazioni sono state più volte ritoccate, in seguito ai cambiamenti del mercato musicale. Per quanto riguarda gli album, già nel settembre 1994, ancor prima dell'inizio dell'attività della FIMI, la soglia per il disco di platino, rispetto a periodi anteriori, fu abbassata a 100.000 copie[9] (ma in realtà, tale soglia, era in vigore già negli anni precedenti al 1994[10][11][12][13][14]). Dopo essere stata istituita nel 1995, la Federazione Industria Musicale Italiana ha iniziato ad assegnare le certificazioni, conservando le precedenti soglie[15] fino al gennaio 2005,[16] data a parite dalla quale i volumi minimi di vendita per i dischi d'oro, platino e diamante sono stati più volte modificate, abbassate o ri-aumentate, in risposta all'andamento del mercato musicale del momento.

Le certificazioni relative ai singoli sono state invece istituite in Italia solamente a partire dal 1999[17] e le relative soglie, dopo un iniziale ribasso avvenuto nel 2005,[16] sono state innalzate all'inizio del 2009, in virtù dell'espandersi del mercato digitale che, a partire dal 2008, viene monitorato al posto di quello fisico per quanto riguarda i singoli.

A partire da settembre 2010 le certificazioni FIMI vengono pubblicate tramite il sito web ufficiale della federazione stessa, per mezzo di documenti PDF aggiornati settimanalmente e contenenti gli elenchi degli album e dei singoli con le relative certificazioni. Tutti i dischi d'oro e di platino vengono consegnati sulla base dei dati raccolti da GFK, con una copertura pari ai due terzi del mercato totale; al raggiungimento di una soglia pari ai due terzi di quella corrispondente all'assegnazione della certificazione, FIMI comunica tale risultato alla casa discografica interessata, che viene incaricata di certificare autonomamente l'eventuale raggiungimento del restante terzo di copie necessarie. Una volta ricevuta la dichiarazione di risposta dalla casa discografica, la certificazione viene ufficializzata da FIMI.[18][19]

Per gli album, rilevati nella classifica FIMI Album, a cavallo tra più anni nei quali è avvenuto il cambio delle soglie di certificazione sono da considerare le soglie dell'anno in cui l'album è stato pubblicato; stesso procedimento per i singoli conteggiati nella "classifica FIMI Mix e singoli", mentre da quando è stata istituita la Top Digital Download, essendo il download digitale d'immediato e preciso conteggio, si fa riferimento alle soglie in vigore nel periodo del raggiungimento della certificazione.

Album
Certificazione Copie necessarie
Da gennaio 1995[15]
a dicembre 2004[16]
Da gennaio 2005
a dicembre 2007[16]
Da gennaio 2008
a agosto 2010[20]
Da settembre 2010
a dicembre 2011[21]
Da gennaio 2012[22]
a dicembre 2013
Da gennaio 2014[23]
Disco d'argento[24] 20.000
Disco d'oro 50.000 40.000 35.000 30.000 30.000 25.000
Disco di platino 100.000 80.000 70.000 60.000 60.000 50.000
Multiplatino 120.000
Doppio disco di platino 160.000 140.000 120.000 100.000
Triplo disco di platino 180.000 150.000
Quadruplo disco di platino 240.000 200.000
Cinque dischi di platino 300.000 250.000
Disco di diamante 400.000 400.000 350.000 300.000 600.000 500.000
Il simbolo "—" significa che in quel periodo di tempo il premio non veniva o non viene assegnato.
Singoli
Certificazione Copie necessarie
Dal 1999
a gennaio 2005[16][17]
Da gennaio 2005
a dicembre 2008[16][20]
Da gennaio 2009[25][21]
a dicembre 2013
Da gennaio 2014[23]
Disco d'oro 25.000 10.000 15.000 15.000
Disco di platino 50.000 20.000 30.000 30.000
Multiplatino 60.000
Doppio disco di platino 60.000
Triplo disco di platino 90.000
Quadruplo disco di platino 120.000
Quintuplo disco di platino 150.000
Disco di diamante 300.000
Il simbolo "—" significa che in quel periodo di tempo il premio non veniva o non viene assegnato.
Compilation
Certificazione Copie necessarie[21]
Disco di platino 60.000
Multiplatino 120.000
DVD musicali
Certificazione Copie necessarie[16]
Disco d'oro 15.000
Disco di platino 30.000

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b FIMI - Statuto - Articolo 1, FIMI. URL consultato il 25 giugno 2011.
  2. ^ Confindustria: FIMI, rinnovato il consiglio direttivo, Adnkronos, 22 maggio 2008. URL consultato il 15 giugno 2011.
  3. ^ a b c Antonio Dipollina, Un Auditel per i dischi in la Repubblica, 7 marzo 1995, p. 38. URL consultato il 20 aprile 2011.
  4. ^ Classifiche, dal 2010 FIMI cambia partner (da Nielsen a GfK), Rockol.it, 2 dicembre 2009. URL consultato il 20 aprile 2011.
  5. ^ Music Flash: La fine dei cd singoli: esclusi dalle classifiche FIMI
  6. ^ Gianna Nannini in testa alla hit della prima classifica del web in la Repubblica, 10 aprile 2006.
  7. ^ (EN) Mark Dezzani, Italy - News, Billboard, 14 giugno 1997, p. 57. URL consultato il 2 marzo 2012.
  8. ^ Andrea Laffranchi, Una rivoluzione nella musica Addio alla hit dei cd «singoli» in Corriere della Sera, 3 gennaio 2008, p. 27. URL consultato il 25 giugno 2011.
  9. ^ Antonio Dipollina, Bella la storia di Pooh in la Repubblica, 19 settembre 1994, p. 23. URL consultato il 25 giugno 2011.
  10. ^ www.rockol.it/musicaitaliana.com/biografie/enricoruggeri.html
  11. ^ http://www.solonomadi.org/biografia.htm
  12. ^ Lorella Cuccarini Fan Page: Biografia
  13. ^ Fabio Concato - BIOGRAFIA
  14. ^ Nomadi | Warner Music Italy
  15. ^ a b Flavio Brighenti, Neri, davvero un caso in la Repubblica, 15 marzo 1995, p. 34. URL consultato il 25 giugno 2011.
  16. ^ a b c d e f g Calano le vendite, la FIMI abbassa la soglia di dischi d'oro e di platino, Rockol.it, 14 gennaio 2005. URL consultato il 13-01-2011.
  17. ^ a b FIMI: al via il disco d'oro e di platino per i Cd singoli, 03-06-1999. URL consultato il 13-01-2011.
  18. ^ Assegnazione dischi d'oro, platino, multiplatino, diamante, FIMI. URL consultato il 25 giugno 2011.
  19. ^ Da settembre 2010 i PDF FIMI sulle certificazioni e relative informazioni.
  20. ^ a b Vendite a picco, scendono ancora i parametri per dischi d'oro e di platino, Rockol.it, 30-01-2008. URL consultato il 13-01-2011.
  21. ^ a b c Fimi: è online il sistema di certificazione ufficiale dei dischi d'oro e di platino, Fimi.it, 08-09-2010. URL consultato il 13-01-2011.
  22. ^ Nuova metodologia certificazioni FIMI 2012, FIMI. URL consultato il 7 marzo 2012.
  23. ^ a b Dischi d'oro e di platino, da gennaio si abbassa ancora la soglia.
  24. ^ LACUNA COIL: disco d'argento in Italia! | Metalitalia.com
  25. ^ Le rilevazioni fimi vanno dalla prima settimana 2009 (vedi pdf)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica