Australian Recording Industry Association

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Australian Recording Industry Association (ARIA) è l'associazione che rappresenta le case discografiche in Australia. È stata fondata nel 1983 dalle sei maggiori etichette, EMI, Festival, CBS, RCA, WEA e Universal e ha sostituito la Association of Australian Record Manufacturers (AARM) che esisteva dal 1956.[1] L'associazione supervisiona le collezioni, l'amministrazione e la distribuzione delle licenze musicali e delle royalties.

ARIA è amministrata da un consiglio di amministrazione composto dai dirigenti delle case discografiche, grandi e piccole. A partire da ottobre 2010, gli amministratori sono stati Denis Handlin (presidente e amministratore delegato di Sony Music), George Ash (Universal Music), Mark Poston (EMI), Sebastian Chase (MGM Distribution), David Vodica (Gomma Records / Musica) e Tony Harlow (WAR).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Siobhan O'Connor (a cura di), The book of Australia : almanac 1997–98, Balmain, NSW, Ken Fin: Watermark Press for Social Club Books, 1997 [1990], p. 515, ISBN 1-875973-71-0.
  2. ^ Who We Are, Australian Recording Industry Association (ARIA). URL consultato il 28 ottobre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]