Giusy Ferreri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giusy Ferreri
Giusy Ferreri in concerto
Giusy Ferreri in concerto
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop rock[1]
Adult contemporary music[1]
Periodo di attività 1998 – in attività
Strumento voce, chitarra, pianoforte
Etichetta Musica indipendente
(1998 - 2002)
Warner Music Italy
(2003 - 2006)
Sony Music
(dal 2005)
Gruppi P.O.P. (1998)
AllState51 (2005)
Album pubblicati 4
Studio 4
Sito web

Giusy Ferreri, nome d'arte di Giuseppa Gaetana Ferreri (Palermo, 17 aprile 1979), è una cantautrice italiana. Dopo diverse esperienze musicali con svariate band e come solista, ha raggiunto la notorietà nel 2008 partecipando e classificandosi seconda alla prima edizione del talent show italiano X Factor. Sino al 2015 ha venduto nel mondo oltre 1 330 000 copie.[2]

Nella sua lunga carriera ha pubblicato quattro album in studio, un ep e 21 singoli (inclusi sei come artista duettante) e le sue vendite sono state premiate con diversi dischi d'oro, dischi di platino, multiplatino (come membro del collettivo Artisti Uniti per l'Abruzzo) e diamante. Ha al suo attivo due partecipazioni al Festival di Sanremo, rispettivamente nel 2011 con Il mare immenso (che risultò il singolo sanremese di quell'edizione di maggior successo radiofonico)[3] e nel 2014 con il brano Ti porto a cena con me. Durante la sua carriera ha ottenuto diversi altri riconoscimenti quali un Premio Videoclip Italiano, un Premio Lunezia, un Sanremo Hit Award, 2 Venice Music Awards, 3 Wind Music Awards e l'importante premio internazionale European Border Breakers Awards.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

1979-1997: l’infanzia e l’adolescenza[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Palermo il 18 aprile 1979 (anche se all'anagrafe, per via di un errore, risulta essere nata un giorno prima) cresce ad Abbiategrasso, in provincia di Milano,[4] dove trascorre la sua infanzia e la sua adolescenza insieme ai genitori Alessandro e Teresa e al fratello maggiore Michele.[5]

Sale sul palco, per la prima volta, all’età di sei anni, alla recita di fine anno della prima elementare, interpretando Dove sta Zazà? di Gabriella Ferri[6] e, due anni dopo, si avvicina ancor di più alla musica partecipando al primo concorso canoro con il brano Libero dialogo di Eros Ramazzotti.[7]

Dopo aver ottenuto la licenza media, si iscrive all'età di quattordici anni al liceo linguistico (che lascia al termine del secondo anno nonostante la promozione in terza) e, nel contempo, si dedica allo studio del canto, della chitarra e del pianoforte (sino ai diciassette anni).[5] Inizia, inoltre, ad esibirsi con diverse cover band di stili e generi differenti.[8] Scrive le sue prime canzoni nel 1997, all'età di diciotto anni.[6]

1998-2007: I primi passi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998, dopo un primo anno di contratto di apprendistato, lavora come commessa a tempo indeterminato con un contratto di lavoro part-time[4] presso l'Esselunga di Corbetta, in provincia di Milano.[9] Nello stesso anno avviene il suo esordio discografico con il brano autoprodotto Woe Is Me, pezzo che porta la firma del suo ex insegnante di chitarra Rudolf Minuto. Il brano è contenuto nell’album autoprodotto P.O.P. (acronimo della band Prodigy Of Peace).[8]

A partire dall'età di ventun'anni, inizia ad essere notata da numerosi produttori musicali di Milano[8] e, nonostante continui a lavorare come cassiera, nel 2002 firma insieme agli AllState51 un brano chillout dal titolo Won't U be, contenuto nella raccolta Chillout Masterpiece.[10][11] In Francia, Won't U be viene utilizzato per accompagnare una nota marca di acqua minerale.[8]

L'anno seguente firma il suo primo contratto discografico con la Warner Music Italy, anche se il suo debutto sulle scene musicali avviene solo nel maggio del 2005 col nome d'arte Gaetana sotto l’etichetta discografica Sony BMG Music Entertainment.[10] Il singolo Il party (che comprende anche Linguaggio immaginario), brano dance e incalzante,[12] con cui la cantante esordisce da solista nel mondo musicale, non ottiene il successo sperato, venendo scartato alle selezioni di Sanremo Nuove Proposte 2005.[13] Nel gennaio del 2006 scade il contratto che la lega alla Warner[14] e, nonostante la delusione e senza alcun produttore che la sostenesse, decide di continuare a dedicarsi alla musica e porta avanti il contratto editoriale con Sony Music.[8]

2008: X-Factor e il successo di Non ti scordar mai di me e Gaetana[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 partecipa ai provini per la prima edizione italiana di X Factor, dove viene notata dal giudice della categoria Over 25 Simona Ventura e da Cristiano Malgioglio;[15] diventa la new entry della settima puntata. Durante la finale del programma, dove si classifica seconda, duetta con Loredana Berté sulle note de E la luna bussò e presenta l'inedito Non ti scordar mai di me, scritto da Roberto Casalino e composto nelle musiche dallo stesso Casalino assieme a Tiziano Ferro.

Malgrado la mancata vittoria, Non ti scordar mai di me raggiunge il primo posto nella classifica Top Digital Download e lo mantiene per ben tre mesi non consecutivi.[16] Il relativo videoclip, diretto da Cosimo Alemà, si aggiudica la vittoria nella categoria Emergenti al Premio Videoclip Italiano 2008.[17]

Il 27 giugno 2008 viene pubblicato il suo primo extended play dal titolo omonimo del singolo. L'EP, certificato disco d'oro solo grazie alle vendite delle prenotazioni,[18] esordisce direttamente alla 1ª posizione nella Classifica FIMI Artisti,[19] mantenendo tale posizione per undici settimane consecutive.[19] Secondo il resoconto musicale annuale, stilato dalla rivista musicale Musica e Dischi, il singolo e l'extended play hanno rispettivamente venduto 286 859 download digitali ed oltre 314 000 copie.[2]

Il 7 agosto 2008 entra in studio di registrazione per incidere il primo album di inediti prodotto da Tiziano Ferro insieme a Michele Canova dal titolo Gaetana, in onore della nonna materna, "una nonna modaiola e rock", il cui nome è proprio Gaetana.[20] Singolo apripista dell'album, di cui anticipa l'uscita, è Novembre che debutta al primo posto nella Top Digital Download e lo mantiene per undici settimane non consecutive.[21] Nell'ottobre dello stesso anno collabora con Ornella Vanoni nel brano Una ragione di più, contenuto nell'album Più di me.[22]

Gaetana, uscito il 14 novembre, debutta al secondo posto nella Classifica FIMI Artisti[23] e mantiene tale posizione, massima per questo lavoro discografico, per un totale di sette settimane non consecutive.[23] In Svizzera, unico Paese in cui l'album è stato reso disponibile a partire dal 2008, debutta alla 20ª posizione[24] e rimane nella Swiss Albums Top 100 Music Charts per un totale di tredici settimane consecutive.[24] Secondo i dati raccolti dalla rivista settimanale statunitense Billboard, l'album ha venduto, sino a gennaio 2010, un totale di 490 000 copie.[2]

Il 7 dicembre Giusy Ferreri partecipa al Concerto di Natale 2008, tenutosi al Teatro Filarmonico di Verona e trasmesso da Rai 2 il 24 dicembre, esibendosi con il brano Novembre.[25]

2009-2010: Tour e Fotografie[modifica | modifica wikitesto]

Il 2009 inizia sulla scia del successo ottenuto con l'album Gaetana, dal quale viene estratto il 16 gennaio Stai fermo lì. Il singolo raggiunge il quindicesimo posto nella Top Digital Download.[26] Il 21 gennaio dello stesso anno, Gaetana viene messo in commercio in Grecia ed ottiene un grandissimo successo di vendite. Dopo aver debuttato al dodicesimo posto,[24] l'album raggiunge la seconda posizione nella Greek Albums Chart, superato solo dal dodicesimo album in studio dei Depeche Mode, Sounds of the Universe.[27] Nel 2010 viene certificato disco di platino dall'IFPI Greece per avere venduto oltre 6 000 copie.[28]

Il 12 marzo 2009 parte il Gaetana Tour al New Age Club di Roncade, in provincia di Treviso.[29] Nel mese di aprile, Giusy Ferreri partecipa anche al supergruppo Artisti uniti per l'Abruzzo, che riunisce oltre 50 cantanti italiani per l'incisione del brano Domani 21/04.2009 di Mauro Pagani, al fine di raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto dell'Aquila del 2009.[30][31]

L'8 maggio 2009 viene messo in commercio La scala (The Ladder), terzo e ultimo singolo estratto dall'album, ballad rock scritta da Linda Perry.[32] Con questo brano, la cantante partecipa alla prima edizione del Coca Cola Live @ MTV - The Summer Song, dove raggiunge la finale e si classifica al 12º posto.[33] Il 16 maggio 2009 la cantante partecipa ai TRL Awards 2009 perché nominata nella categoria TRL Award come Italians Do It Better.

Il 21 giugno 2009 Giusy Ferreri si esibisce allo Stadio San Siro di Milano in occasione del concerto Amiche per l'Abruzzo, in favore dei terremotati dell'Aquila, cantando In Assenza, Stai fermo lì e La Scala (The Ladder).[34] L'esibizione da solista di Giusy Ferreri nel brano La Scala (The Ladder) viene in seguito inclusa nel doppio DVD Amiche per l'Abruzzo, pubblicato a un anno di distanza dal concerto.[35] Nello stesso mese lascia l'impiego di cassiera (dopo aver preso un periodo di aspettativa) per dedicarsi a tempo pieno alla musica.[36] L'11 luglio si esibisce sulle note di Novembre e La Scala (The Ladder) all'Auditorium Conciliazione di Roma come ospite musicale in occasione della serata conclusiva della terza edizione del Roma Fiction Fest.[37]

Giusy Ferreri mentre firma autografi

Il 23 ottobre 2009 entra in rotazione radiofonica Ma il cielo è sempre più blu che anticipa l'uscita del secondo album in studio (il primo album di cover) della cantante intitolato Fotografie.[38] La cover esordisce al secondo posto nella Top Digital Download[39] ed ottiene la certificazione disco d'oro per avere venduto oltre 15 000 download digitali.[2] Fotografie, uscito il 20 novembre, debutta al decimo posto nella Classifica FIMI Artisti[40] e mantiene tale posizione, massima per questo lavoro discografico, per un totale di due settimane consecutive.[40] Raggiunge, inoltre, la 16ª posizione nella Greek Albums Chart.[40] Il 27 novembre 2009 partecipa a Q.P.G.A., album di duetti realizzato da Claudio Baglioni, interpretando con quest'ultimo il brano Noi sulla città.[41]

Il 14 gennaio 2010 la cantante viene premiata agli European Border Breakers Awards per l'album Gaetana.[42] È la prima (e sinora unica) cantante femminile italiana ad aver ottenuto questo riconoscimento internazionale.[42] Il giorno seguente entrano in rotazione radiofonica Come pensi possa amarti (brano di Rosario Flores il cui testo in italiano è stato scritto da Tiziano Ferro) e Il mare verticale (di Paolo Benvegnù), entrambi estratti da Fotografie.[43] Il 7 maggio dello stesso anno viene pubblicata la quarta (ed ultima) cover ovvero una nuova versione di Ciao amore ciao che la cantante interpreta, grazie alle rielaborazioni tecniche, in duetto virtuale con Luigi Tenco[44] ed anticipa l'uscita della Deluxe Edition dell'album (disponibile dall'11 maggio 2010).[45]

Il 28 maggio 2010 partecipa ai Wind Music Awards 2010, vincendo il premio oro per Fotografie. Dal primo giugno 2010[44] la cantante è stata impegnata con il Fotografie Tour, tour promozionale dell'album Fotografie, che è stato certificato disco di platino (grazie anche alla Deluxe Edition) dalla Federazione Industria Musicale Italiana per le oltre 70 000 copie vendute.[2] Il 20 luglio prende parte alla 5ª (ed ultima) edizione dei Venice Music Awards e viene premiata con il Multi Platinum Award.[13]

Tra luglio e ottobre del 2010 Giusy Ferreri appare come ospite negli album Fino a qui tutto bene di Marracash e Donne dei Neri per Caso, interpretando Rivincita (pubblicato come singolo il 1º ottobre dello stesso anno) con il rapper[46] e Aria di vita con il gruppo a cappella salernitano.[47]

Il 20 dicembre 2010 viene annunciata la partecipazione di Giusy Ferreri alla 61ª edizione del Festival di Sanremo nella categoria "Artisti" col brano Il mare immenso.[48]

2011-2013: Festival di Sanremo e Il mio universo[modifica | modifica wikitesto]

Il mare immenso, classificatosi al decimo posto nella graduatoria finale,[49] porta la firma di Giusy Ferreri, Bungaro e Max Calò[50] mentre la produzione è curata da Corrado Rustici.[51] Durante la terza serata della kermesse, dedicata al 150º anniversario dell'Unità d'Italia, interpreta Il cielo in una stanza[52] di Gino Paoli (cover inserita nella compilation celebrativa Nata per unire) mentre nella quarta serata, incentrata sui duetti, ripresenta il brano in gara duettando con Francesco Sarcina.[52]

Il 16 febbraio 2011 esce l'album Il mio universo, prodotto da Corrado Rustici, Luca Rustici, Simone Bertolotti e Marco Trentacoste.[52] L'album, dopo aver debuttato al tredicesimo posto, raggiunge l'undicesima posizione durante la seconda settimana di presenza nella classifica italiana.[53] Il brano sanremese arriva invece ad occupare il 6º posto della Top Digital Download,[54] viene certificato disco d'oro[2] e riceve il Premio Lunezia 2011, conferimento al valore musicale letterario delle canzoni italiane, nella categoria Lunezia per Sanremo.[55] Nello stesso mese la cantante riceve anche una nomination ai TRL Awards 2011 nella categoria Best Talent Show Artist.

Ad aprile 2011 viene scelto come secondo singolo dall'album il brano Piccoli dettagli.[56] Per la promozione dell'album, la cantante si esibisce dal vivo ne Il mio universo tour, iniziato dall'Auditorium Parco della Musica il 7 maggio 2011 e arrivato a toccare le principali città italiane.[57] A fine mese viene messo in commercio Terra mia del tenore Gennaro Cosmo Parlato con cui Giusy Ferreri reinterpreta Tu sì 'na cosa grande.[58] Il 28 giugno 2011 Sony Music pubblica Dalla parte di Rino (album tributo a Rino Gaetano) in cui Giusy Ferreri interpreta Ma il cielo è sempre più blu (contenuta in Fotografie).[59]

Terminato il tour a settembre, Noi brave ragazze debutta in radio il 7 ottobre 2011 come terzo (ed ultimo) singolo estratto da Il mio universo.[60] Il 25 novembre 2011[61] viene pubblicato come primo singolo dall'album Haber bacia tutti di Alessandro Haber il brano Nessuno poteva non sapere con la collaborazione di Giusy Ferreri, Enzo Gragnaniello, Giuliano Sangiorgi e Phil Palmer.[62] Nello stesso album, la cantante duetta con Haber in Che senso ha (pubblicato come singolo il 24 febbraio 2012).[63]

A fine anno, la cantante rivela, sulla propria pagina ufficiale Facebook, di essere stata lontana dalle scene a causa di un intervento alle corde vocali per rimuovere un polipo (il 28 settembre 2011) ed attacca il proprio staff, reo di non aver saputo salvaguardare le sue esigenze.[64]

Dopo questo sfogo, Giusy Ferreri rimane lontana dalle scene musicali per due anni poiché occupata, dal giugno 2012, nella lavorazione del nuovo album insieme alla cantautrice statunitense Linda Perry (con cui aveva già collaborato per l'album Gaetana).[65] Nel marzo 2013, la cantante partecipa all'album Piovani Cantabile di Nicola Piovani (per la prima volta su un testo in dialetto siciliano) nel brano Canzone del mal di luna[66] mentre ad ottobre dello stesso anno prende parte al quarto volume di Capo Verde, terra d'amore (prodotto da Alberto Zeppieri per il World Food Programme delle Nazioni Unite) con il brano Fiore della speranza (Flor di nha esperança).

Il 18 dicembre 2013 Fabio Fazio annuncia, attraverso un collegamento in diretta al TG1, la partecipazione di Giusy Ferreri al Festival di Sanremo 2014[67] con i brani Ti porto a cena con me e L'amore possiede il bene.[68]

2014-2015: Festival di Sanremo, L'attesa e Roma-Bangkok[modifica | modifica wikitesto]

Annunciata la partecipazione al Festival della cantante con due brani, entrambi scritti da Roberto Casalino,[69] è Ti porto a cena con me a rimanere in gara con il 57% delle preferenze.[70] Il singolo si classifica al nono posto nella graduatoria finale.[70] Durante la quarta serata della kermesse musicale, denominata Sanremo Club, Giusy Ferreri reinterpreta, insieme ad Alessandro Haber ed Alessio Boni, Il mare d'inverno di Enrico Ruggeri.[71]

Giusy Ferreri durante un'esibizione negli studi di Radio 2 SuperMax

La canzone sanremese, arrivata ad occupare il 14º posto della Top Digital Download,[72] è il singolo apripista del quarto album in studio della cantante intitolato L'attesa.[73] L'album, realizzato in tre sessioni differenti in ambito internazionale, a Los Angeles con Linda Perry, a Londra col produttore israeliano Yoad Nevo ed in Italia con Roberto Casalino ed Ermal Meta,[73] debutta alla quarta posizione nella Classifica FIMI Album.[74]

Per la promozione dell'album viene pubblicato come secondo singolo La bevanda ha un retrogusto amaro, in rotazione radiofonica dal 25 aprile 2014.[75] Il 27 giugno dello stesso anno viene messo in commercio Inciso sulla pelle, terzo e ultimo singolo estratto dall'album, scritto da Roberto Casalino.[76] Con questo brano, la cantante partecipa alla seconda edizione del Coca-Cola Summer Festival, dove si esibisce sia nella 1ª che nella 3ª puntata.

Nel settembre 2014 collabora con Mario Venuti nel brano Ite missa est,[77] contenuto nell'album Il tramonto dell'occidente.[78] Il 27 ottobre 2014 RCA Italiana pubblica Solo con io, raccolta postuma del cantautore Rino Gaetano, in cui è presente la cover della cantante de Ma il cielo è sempre più blu.[79] Nel mese di novembre la cantautrice prende parte in qualità di membro della commissione tecnica ad Area Sanremo per la selezione di nuove proposte in occasione della 65ª edizione del Festival di Sanremo.[80]

Terminata l'esperienza come membro della giuria tecnica a Sanremo, Giusy Ferreri, in occasione della sua esibizione dal vivo, al fianco di Mario Venuti, il 21 gennaio 2015, durante la tappa milanese del MVLive 2015 al Blue Note, annuncia di stare lavorando alla preparazione del suo quinto album in studio che sarà anticipato da alcuni singoli radiofonici.[81] Dopo un concerto all'Arena del Casinò Perla, in Slovenia, la cantautrice annuncia la data zero del Giusy Ferreri Tour 2015 che parte il 14 maggio 2015 al Teatro San Domenico di Crema.[82]

Il 19 giugno 2015 viene pubblicato in formato digitale ed entra in rotazione radiofonica il nuovo singolo della rapper Baby K, Roma-Bangkok, con la partecipazione vocale di Giusy Ferreri.[83] Con questo brano, candidato come Hit dell'estate, la cantautrice partecipa alla terza edizione del Coca-Cola Summer Festival, dove si esibisce sia nella serata d'apertura che in quella di chiusura.[84] Roma-Bangkok raggiunge il secondo posto nella Top Digital,[85] candidandosi come tormentone estivo.[86]

Stile musicale e influenze[modifica | modifica wikitesto]

Da un punto di vista musicale, Giusy Ferreri è stata considerata dalla critica come un'artista eclettica che, negli anni, ha più volte modificato il proprio stile con diverse influenze,[6][87] pur mantenendo il suo timbro vocale inconfondibile. Il suo primo album, Gaetana, che Cristiana Vianello di Musica e dischi ha definito come un lavoro «in cui nulla serve per fare numero, ma tutto concorre a formare un capitolo essenziale di una storia»,[88] è caratterizzato da atmosfere pop rock,[12] con influenze R&B e soul.[12] Unica "voce" fuori dal coro è rappresentata dal brano Il party (scritto nel 2005) in cui è il genere dance a prevalere.[12]

Dopo le riletture tratte dal canzoniere altrui contenute nell'album Fotografie, in cui, secondo la recensione di Musica e Dischi, Giusy Ferreri è riuscita a fare la differenza grazie alla sua particolare voce,[89] nel successivo album dal titolo Il mio universo la cantante si è ripresentata con arrangiamenti più dark rock (rispetto a Gaetana),[90] senza tralasciare il pop,[91] cimentandosi, per la prima volta in un suo album, come autrice di quattro brani contenuti nello stesso.[91] Il terzo album della cantante rappresenta «un lavoro di ripartenza».[90]

Nel suo quarto album, L'attesa, definito dalla cantante come «un secondo inizio»,[92] la cantautrice ha continuato ad avvicinarsi al genere rock (già sperimentato nel precedente album) ed a sonorità post-punk e darkwave[6] come nel brano pop rock psichedelico La bevanda ha un retrogusto amaro.[93]

Filantropia[modifica | modifica wikitesto]

Sin dal 2008, anno in cui è diventata famosa, la cantante ha aderito a molte iniziative di solidarietà e di beneficenza.

Il 31 ottobre 2008, Giusy Ferreri prende parte, insieme ad altri artisti, ad un galà di beneficenza al palazzetto dello sport PalaPianella di Cucciago; il ricavato della serata è servito per costruire la nuova sede dell'associazione «L'isola che non c'è» che aiuta i bambini disabili[94] mentre nel 2009, diventa testimonial, per MTV, della campagna "Mtv Tocca a noi - Le cose non vanno, cambiamole ora".[95] Nello stesso anno, come già detto, partecipa all'incisione del brano Domani 21/04.2009 di Mauro Pagani, al fine di raccogliere fondi per le popolazioni colpite dal terremoto dell'Aquila del 2009.[30] Ad un anno dalla registrazione, il singolo di beneficenza raccoglie 1.183.377,35 euro, depositati sul conto corrente nº 95882221 intestato al Ministero per i Beni e le Attività Culturali.[96]

Il 3 ottobre 2010, prende parte al concerto dal titolo "L'inguaribile voglia di vivere" ad Arzignano (in provincia di Vicenza), promosso dall'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, finalizzato per finanziare la ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica.[97] Dopo aver partecipato ad altri concerti di beneficenza, nel 2014, Giusy Ferreri aderisce all'iniziativa "Wall of dolls" contro la violenza sulle donne.[98] Nel caso di specie, la cantante ha riprodotto una bambola a sua immagine e somiglianza nel video La bevanda ha un retrogusto amaro.[98]

Nel maggio del 2015, la cantautrice aderisce all'iniziativa, promossa dall'UNICEF, "Adotta una pigotta" per aiutare l'associazione a fornire kit salvavita ai bambini africani[82] mentre il mese successivo prende parte alla sfida calcistica di beneficenza allo Stadio Renzo Barbera di Palermo promossa dal duo Ficarra e Picone.[99]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Giusy Ferreri nasce, come da lei dichiarato a OK salute e benessere, con una malformazione al cuore: la sindrome di Wolff-Parkinson-White. Tale sindrome le viene diagnostica all'età di otto anni a seguito di un attacco di tachicardia parossistica. All'età di ventun'anni, dopo due interventi, la cantante guarisce.[100]

Dal primo aprile 2008[5] Giusy Ferreri è fidanzata con Andrea Bonomo, geometra e cantante.[101]

È tifosa della nazionale di calcio italiana e simpatizza Palermo (per via delle sue origini) e Juventus (perché il padre ne è tifoso).[102]

Partecipazioni al Festival di Sanremo[modifica | modifica wikitesto]

Anno e categoria Brani (autori - compositori) Interprete Duettante Piazzamento
Sanremo Artisti 2011 Il mare immenso
(Bungaro, Giusy Ferreri e Max Calò)
Giusy Ferreri Francesco Sarcina 10º posto
Sanremo Campioni 2014 L'amore possiede il bene
(Roberto Casalino, Niccolò Verrienti)
Ti porto a cena con me
(Roberto Casalino, Dario Faini)
Alessio Boni e Alessandro Haber (Il mare d'inverno) 9º posto
Il singolo in grassetto indica il brano votato per continuare la gara.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Giusy Ferreri.

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Album non ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Tour[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2012
    • Sanremo Hit Award 2012: Premio Sanremo Hit Airplay per Il mare immenso[3]
  • 2015
    • Candidatura al Coca-Cola Summer Festival come "Canzone dell'estate 2015" con il brano Roma-Bangkok

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Jason Birchmeier, Giusy Ferreri su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 31 marzo 2012.
  2. ^ a b c d e f Vendite certificate di Giusy Ferreri (totale complessivo di 1.330.908 copie vendute):
  3. ^ a b Sanremo: i vincitori del premio Sanremo Hit Award 2012, Ponenteoggi.it, 29 febbraio 2012. URL consultato il 25 luglio 2015.
  4. ^ a b Fabrizio Buratto, Il curriculum atipico di..Giusy Ferreri, Cenerentola esiste e ha una grande voce, Il Sole 24 ORE, 15 dicembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  5. ^ a b c Gigi Vesigna, Giusy, in arte Gaetana, Famiglia Cristiana, 16 novembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  6. ^ a b c d Stefano Zaninelli, Crema. Giusy Ferreri: musica, introspezione e l’amore per la psicologia. Domani al San Domenico la data zero del nuovo tour, Cremaonline, 13 maggio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  7. ^ Giusy, la commessa che batte Madonna, La Stampa, 22 giugno 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  8. ^ a b c d e Giusy Ferreri - Biografia, MTV Italia. URL consultato il 25 luglio 2015.
  9. ^ Giusy Ferreri torna all'Esselunga di Corbetta. E viene accolta da una folla festante, Affaritaliani.it, 25 luglio 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  10. ^ a b Giusy Ferreri - Biografia, Radio Italia. URL consultato il 25 luglio 2015.
  11. ^ (EN) Chillout Masterpiece - Various Artists, Last.fm. URL consultato il 25 luglio 2015.
  12. ^ a b c d Daniele Calvi, Gaetana - Giusy Ferreri (Recensione traccia per traccia), rockol.it, 8 dicembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  13. ^ a b c Nexta, ARTISTI IN GARA - 21/01/2011 - BIG - Giusy Ferreri, La Stampa, 21 gennaio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  14. ^ Giusy Ferreri, GQ, 26 agosto 2008, p. 5. URL consultato il 25 luglio 2015.
  15. ^ Sergio Buonadonna, Cristiano Malgioglio: Da Ramacca fino a Cuba La mia vita è una canzone, la Repubblica, 20 maggio 2012. URL consultato il 25 luglio 2015.
  16. ^ (EN) Giusy Ferreri - Non ti scordar mai di me (song), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  17. ^ a b Fimi ha premiato Giusy Ferreri per il miglior video artista emergente, Federazione Industria Musicale Italiana, 19 novembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  18. ^ Giusy Ferreri già disco d'oro, NonSoloCinema, 25 giugno 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  19. ^ a b (EN) Giusy Ferreri - Non ti scordar mai di me (album), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  20. ^ Musica: Giusy Ferreri, venerdì esce 'Gaetana' il primo album di inediti, Adnkronos, 11 novembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  21. ^ (EN) Giusy Ferreri - Novembre (song), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  22. ^ (EN) Più di me - Ornella Vanoni, Last.fm. URL consultato il 25 luglio 2015.
  23. ^ a b (EN) Andamento dell'album Gaetana 2008-2009 in Italia, italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  24. ^ a b c (DE) Giusy Ferreri - Gaetana, Hitparade.ch. URL consultato il 25 luglio 2015.
  25. ^ Concerto di Natale a Verona, MusicRoom, 6 dicembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  26. ^ (EN) Giusy Ferreri - Stai fermo lì (song), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  27. ^ (EL) Top 50 Ξένων Aλμπουμ - Εβδομάδα 17/2009. URL consultato il 25 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2009).
  28. ^ (EL) Top 50 Ξένων Aλμπουμ - Εβδομάδα 02/2010, IFPI Greece. URL consultato il 25 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 30 gennaio 2010).
  29. ^ a b Il 12 marzo inizia il tour di Giusy Ferreri, Affaritaliani.it, 3 marzo 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  30. ^ a b Domani 21 aprile 2009 - Artisti uniti per l'Abruzzo, Domani21aprile2009.it. URL consultato il 25 luglio 2015.
  31. ^ Andrea Laffranchi, Tutti insieme, un'emozione forte, Corriere della Sera, 18 giugno 2009, p. 44. URL consultato il 25 luglio 2015.
  32. ^ (EN) Jason Birchmeier, Gaetana - Giusy Ferreri - Review, All Music Guide. URL consultato il 25 luglio 2015.
  33. ^ a b Laura Alfano, Coca Cola Live@Mtv: è di Marco Carta la Summer Song 2009, Televisionando.it, 28 settembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  34. ^ Luigi Bolognini, Voci di donne, festa a San Siro. 57mila dalle Amiche per l'Abruzzo, la Repubblica, 22 giugno 2009. URL consultato il 25 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 19 maggio 2012).
  35. ^ (EN) Amiche per l'Abruzzo - Various Artists - Overivew. URL consultato il 25 luglio 2015.
  36. ^ Giusy Ferreri: "A giugno darò le dimissioni, non farò più la cassiera", Affaritaliani.it, 6 maggio 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  37. ^ Tris d’assi per il RomaFictionFest, TV Sorrisi e Canzoni, 8 luglio 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  38. ^ Il singolo «Ma il cielo è sempre più blu» anticiperà da oggi nelle radio «Fotografie» il nuovo album di Giusy Ferreri, TV Sorrisi e Canzoni, 22 ottobre 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  39. ^ (EN) Giusy Ferreri - Ma il cielo è sempre più blu (song), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  40. ^ a b c (EN) Andamento dell'album Fotografie 2009-2010 in Italia, italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  41. ^ (EN) Q.P.G.A. - Claudio Baglioni, Last.fm. URL consultato il 25 luglio 2015.
  42. ^ a b c I vincitori - EBBA, European Border Breakers Awards, European Border Breakers Awards. URL consultato il 25 luglio 2015.
  43. ^ Giusy Ferreri presenta altri brani del suo disco “Fotografie”, Varesenews.it, 18 gennaio 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  44. ^ a b c Giusy Ferreri duetta «virtualmente» con Luigi Tenco, TV Sorrisi e Canzoni, 6 maggio 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  45. ^ a b Alessandro Alicandri, Giusy Ferreri: nuove "Fotografie" con Tenco. Ma c'è voglia di inediti, Panorama, 18 maggio 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  46. ^ (EN) Fino a qui tutto bene - Marracash, Last.fm. URL consultato il 25 luglio 2015.
  47. ^ Neri per caso, non c'è gusto senza le donne, Corriere del Mezzogiorno, 3 novembre 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  48. ^ Sanremo: tra i big Patty Pravo, Giusy Ferreri, La Crus, Tricarico e Nathalie in adnkronos.com, 20 dicembre 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  49. ^ Sanremo 2011 - Risultati votazioni (PDF), rai.it, 20 febbraio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  50. ^ Bungaro, a Sanremo con Giusy Ferreri, ANSA, 19 gennaio 2011. URL consultato il 20 gennaio 2011.
  51. ^ Marco Mangiarotti, Sanremo, ecco i brani dei Big: la qualità è alta, 20 gennaio 2011. URL consultato il 20 gennaio 2011.
  52. ^ a b c Sanremo: Giusy Ferreri, duetto del venerdi' con Francesco Sarcina, la Repubblica, 11 febbraio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  53. ^ (EN) Giusy Ferreri - Il mio universo (album), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  54. ^ (EN) Giusy Ferreri - Il mare immenso (song), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  55. ^ a b L'Albo d'Oro - Lunezia (2011), Lunezia.it. URL consultato il 25 luglio 2015.
  56. ^ Marra allo Stones con la nuova band, Gazzetta di Modena, 21 aprile 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  57. ^ a b Giusy Ferreri presenta “il suo universo” in tutta Italia, Varesenews.it, 22 febbraio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  58. ^ Canzone napoletana, «restyling» secondo Cosmo Parlato e Bianconi, Corriere del Mezzogiorno, 3 giugno 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  59. ^ (EN) Dalla parte di Rino: Tributo a Rino Gaetano - Various Artists, Last.fm. URL consultato il 25 luglio 2015.
  60. ^ Giusy Ferreri - Noi brave ragazze (Radio Date: 07 Ottobre 2011), Earone. URL consultato il 25 luglio 2015.
  61. ^ Elena De Vito, Alessandro Haber - Nessuno Poteva Non Sapere (Radio Date: 21 Novembre 2011), Earone, 23 novembre 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  62. ^ Carlo Moretti, Haber canta "Nessuno poteva non sapere", una canzone civile per la memoria italiana, la Repubblica, 1º dicembre 2011. URL consultato il 19 marzo 2012.
  63. ^ Valentino Sergi, Alessandro Haber - Che senso ha (Feat. Giusy Ferreri) (Radio Date: 24 Febbraio 2012), Earone, 21 febbraio 2012. URL consultato il 25 luglio 2015.
  64. ^ Giusy Ferreri, lo sfogo dopo la malattia, TGcom24, 18 dicembre 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  65. ^ Sebastiano Cascone, Giusy Ferreri lavora con Linda Perry per il nuovo album, mondoreality.com, 20 giugno 2012. URL consultato il 25 luglio 2015.
  66. ^ Esce oggi Cantabile, la raccolta dei migliori brani di Nicola Piovani reinterpretati da grandi artisti, Sony Music.it, 26 marzo 2013. URL consultato il 25 luglio 2015.
  67. ^ Luisa De Montis, Da Ron a Giusy Ferreri: ecco i 14 big che si esibiranno al Festival di Sanremo, il Giornale.it, 18 dicembre 2013. URL consultato il 25 luglio 2015.
  68. ^ Sanremo 2014: Giusy Ferreri ti porta a cena con lei!, MTV Italia, 20 gennaio 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  69. ^ Festival Sanremo 2014, Giusy Ferreri: “Ti proto a cena con me” e “L’amore possiede il bene”, news-24h.it, 18 febbraio 2014. URL consultato il 21 febbraio 2014.
  70. ^ a b Sanremo 2014 - Risultati votazioni (PDF), rai.it, 20 febbraio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  71. ^ Festival di Sanremo: Marco Mengoni, Gino Paoli, Cristiano De André emozionano, TGcom24, 21 febbraio 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  72. ^ (EN) Giusy Ferreri - Ti porto a cena con me (song), italiancharts.com. URL consultato il 25 luglio 2015.
  73. ^ a b Musica: esce il 25 marzo 'L'attesa' di Giusy Ferreri, AdnKronos, 28 febbraio 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  74. ^ Classifica settimanale WK 13 (dal 24-03-2014 al 30-03-2014), Federazione Industria Musicale Italiana, 3 aprile 2014. URL consultato il 25 luglio 2014.
  75. ^ Musica: Ferreri, domani in radio 'La Bevanda ha un retrogusto amaro', Adnkronos, 24 aprile 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  76. ^ Dal 27 giugno in radio "Inciso sulla pelle", il nuovo singolo di Giusy Ferreri estratto dall'album "L'attesa", Sony Music. URL consultato il 25 luglio 2015.
  77. ^ (EN) Ite Missa Est (feat. Giusy Ferreri & Francesco Bianconi), Last.fm. URL consultato il 25 luglio 2015.
  78. ^ Mario Venuti ospita Franco Battiato ne "Il Tramonto dell'Occidente", TGcom24, 30 agosto 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  79. ^ Gabriele Antonucci, Rino Gaetano: la nuova raccolta è "Solo con io", Panorama, 22 ottobre 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  80. ^ Anche Giusy Ferreri nella giuria di Area Sanremo, Radio Italia, 11 novembre 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  81. ^ Cristian Scarpone, Giusy Ferreri: Dopo “L’attesa”, Al Lavoro Sul Nuovo Album, AllmusicItalia, 22 gennaio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  82. ^ a b c Giusy Ferreri: il 14 maggio live a Crema per la data zero del tour, Radio Italia, 5 maggio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  83. ^ Baby K-Giusy Ferreri, esce Radio Bangkok, ANSA, 18 giugno 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  84. ^ Rosa D'Ettore, Coca Cola Summer Festival 2015 9 Luglio: Scaletta Cantanti, ospiti Emma e Venditti su Canale 5, International Business Times, 9 luglio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  85. ^ Classifica settimanale WK 30 (dal 2015-07-24 al 2015-07-30), Federazione Industria Musicale Italiana, 31 luglio 2015. URL consultato il 31 luglio 2015.
  86. ^ Baby K: ecco il nuovo video “Roma – Bangkok” con Giusy Ferreri, MTV Italia, 8 luglio 2015. URL consultato il 25 luglio 2015.
  87. ^ Daniele Miggino, L'intervista con Giusy Ferreri, Mentelocale, 26 novembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  88. ^ Cristiana Vianello, Recensione - Giusy Ferreri - Gaetana, Musica e dischi, dicembre 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  89. ^ Cristiana Vianello, Recensione - Fotografie - Gaetana, Musica e dischi, dicembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  90. ^ a b Alessandro Alicandri, Giusy Ferreri, "Il mio universo": la recensione del nuovo album della "rocker" di X-Factor, Panorama. URL consultato il 25 luglio 2015.
  91. ^ a b Il mio universo - Giusy Ferreri, rockol.it, 21 febbraio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  92. ^ Carlo Antini, «Sanremo mi ha deluso. Ma ora rinasco», Il Tempo, 25 marzo 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  93. ^ L'attesa - Giusy Ferreri, rockol.it, 31 marzo 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  94. ^ D' Alessio e Ferreri al galà per beneficenza, Corriere della Sera, 31 ottobre 2008, p. 12. URL consultato il 25 luglio 2015.
  95. ^ Tocca a Noi e MTV va a...legge con J-Ax e Giusy Ferreri, Sky TG 24, 14 giugno 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  96. ^ Quasi 1,2 milioni di euro raccolti grazie al brano Domani 21.04.09, AdnKronos, 22 aprile 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  97. ^ Giovanni Coviello, Il Concerto, Arzignano: orgoglio,motori riaccesi. Lotta contro Sla e per rinascimento della città, www.vicenzapiù.com, 3 ottobre 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  98. ^ a b Giusy Ferreri diventa una bambola contro il femminicidio, Radio 105 Network, 17 giugno 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.
  99. ^ Valerio Tripi, La supersfida di calcio tra Ficarra e Picone riempie lo stadio Barbera, la Repubblica, 3 giugno 2015. URL consultato il 29 luglio 2015.
  100. ^ Grazia Garlando, Giusy Ferreri: sono nata con una malformazione al cuore, OK salute e benessere, gennaio 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  101. ^ Antonio Mustara, Giusy Ferreri: «Vivo da star ma abito ancora in un monolocale», TV Sorrisi e canzoni, 21 novembre 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  102. ^ Valeria Ancione, Ferreri: «Tifo Juve ma preferisco la Nazionale», Corriere dello Sport, 29 giugno 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  103. ^ Tutti i vincitori dei Venice Music Awards 2008, NonSoloCinema, 21 luglio 2008. URL consultato il 25 luglio 2015.
  104. ^ Orazio La Rocca, Ligabue ed i Nomadi per il "Tributo a Daolio", la Repubblica, 14 febbraio 2009. URL consultato il 25 luglio 2015.
  105. ^ Giusy Ferreri trionfa nella classifica Top 20 ladies in pop, Sky TG 24, 2 marzo 2010. URL consultato il 25 luglio 2015.
  106. ^ Sebastiano Cascone, Giusy Ferreri premiata a X Italy – Talento Giovane, mondoreality.com, 14 luglio 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  107. ^ E’ Giusy Ferreri la regina dell’estate 2011, Sky TG 24, 19 agosto 2011. URL consultato il 25 luglio 2015.
  108. ^ Cinzia Del Prete, Giusy Ferreri vince il Limone D’Oro, ma il merito non è solo il suo, Optimaitalia, 21 luglio 2014. URL consultato il 25 luglio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN79239589 · LCCN: (ENno2011163603 · ISNI: (EN0000 0000 5794 8872 · GND: (DE136865119 · BNF: (FRcb159798336 (data)