Cristiano Malgioglio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cristiano Malgioglio
Sanremo 1974 Cristiano Malgioglio Iva Zanicchi.jpg
Malgioglio al Festival di Sanremo 1974 insieme a Iva Zanicchi, interprete della sua canzone Ciao cara come stai?
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Periodo di attività musicale 1972 – in attività
Etichetta Ri-Fi, WEA, Durium, Pipol Records, NAR International, Malgioglio Records
Gruppi Quarto Sistema, Nuovo Sistema, Tha Gay Guys, Off Models, MC & Co
Album pubblicati 25
Studio 24
Live 1
Sito ufficiale

Giuseppe Cristiano Malgioglio (Ramacca, 23 aprile 1945[1]) è un cantautore, paroliere e personaggio televisivo italiano.

Autore di molti testi, realizza alcuni dei brani di maggior successo della musica italiana, apprezzati da pubblico e critica. Scrive per artisti di fama, come: Giuni Russo, Mina, Raffaella Carrà, Rosanna Fratello, Dori Ghezzi, Loretta Goggi, Amanda Lear, Milva, Mónica Naranjo, Rita Pavone, Patty Pravo, Iva Zanicchi, Stefania Rotolo, Dora Moroni, Ornella Vanoni, Marcella Bella, Sylvie Vartan, Umberto Balsamo, Fred Bongusto, Franco Califano, Mino Reitano, Lucia Cassini e Pupo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

A metà anni sessanta, diplomato ragioniere, Cristiano lascia la Sicilia, sua terra d'origine, per trasferirsi a Genova dove abitava la sorella, ed incomincia a lavorare presso le Poste dove aveva il compito di smistare la corrispondenza. La sua permanenza nella città lo mette in contatto con alcuni cantautori della scuola genovese come Gino Paoli, Luigi Tenco e Fabrizio De André. Quest'ultimo lo porta con sé a Milano procurandogli un colloquio presso una importante casa discografica milanese. Cristiano racconterà in seguito che per "sdebitarsi" con Fabrizio, pochi anni dopo gli presentò Dori Ghezzi, sua grande amica nonché una delle prime a interpretare le sue canzoni.

Esordisce come autore nel 1972, scrivendo Amo per Donatella Moretti, che la include nel suo album Conto terzi.

Nei primi anni settanta entra a far parte della formazione del Quarto Sistema (1973-74), gruppo composto, oltre che da Cristiano, anche dalla cantante statunitense Roxy Robinson e dai fratelli Tirelli. Sciolta questa formazione, sarà creato il Nuovo Sistema (1975-1977), da Malgioglio, Roxy Robinson e Italo Ianne.

Nel 1974, come autore, vince insieme a Italo Janne il Festival di Sanremo con il brano Ciao cara come stai? interpretato da Iva Zanicchi. Nel medesimo anno la Zanicchi interpreta Testarda io di Roberto Carlos, di cui Malgioglio è divenuto l'autore di fiducia per i testi in italiano. Nel 1974 il regista Luchino Visconti inserisce il brano Testarda io nel suo film Gruppo di famiglia in un interno.

Successivamente si trasferisce in Brasile per collaborare proprio con Roberto Carlos.

Tra il 1975 e il 1980 collabora artisticamente con la cantautrice Giuni Russo, per la quale scriverà alcuni brani, tra cui In trappola, Mai, che divenne anche la sigla del Cantagiro (1977), e Soli noi, che ottenne nel 1978 un ottimo successo di vendite e di critica anche sul mercato discografico francese e portoghese. Sempre con Giuni, e con la musicista Maria Antonietta Sisini, scriveranno Selvaggio per Iva Zanicchi, Triangolo d'amore per Rita Pavone, e per altre voci femminili, tra cui nel 1980, per Amanda Lear, scrivendo il brano Ho fatto l'amore con me. Infine, nel 1979, Giuni Russo firmerà anche la musica di Io A, per lo stesso Malgioglio, incluso in Sbucciami (1979), comparendo, inoltre, tra i cori, con straordinari acuti.

Ma tra le molteplici canzoni, quella che gli diede maggiore notorietà come autore furono L'importante è finire, scritta per Mina nel 1975, e Ancora ancora ancora (1978), divenendo un evergreen del repertorio di Mina.

Sempre negli anni settanta incomincia a esibirsi anche come interprete: uno dei suoi primi successi commerciali come cantante è il brano Nel tuo corpo (1976), cover di una canzone di Roberto Carlos, inizialmente destinata proprio al cantautore brasiliano il quale sentendo il provino inciso da Malgioglio volle che a interpretarlo fosse lui stesso, seguirono poi Scandalo (1976), Maledizione io l'amo (1977) e Sbucciami (1979), canzone giocata tra allusioni e doppi sensi che finisce per diventare una canzone-cult. Interpreta anche brani come Ernesto, Quasi... autobiografico, Clown e così via.

Trova un discreto successo commerciale a fine anni '80 con la canzone Toglimi il respiro, versione in italiano del brano Take My Breath Away, canzone scritta per la colonna sonora del film Top Gun da Giorgio Moroder, Tom Whitlock e Giorgio Rea, ed eseguita in versione originale dai Berlin.

Anni Novanta[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992 realizza un duetto insieme a Mario Merola dal titolo Futtetenne, scritta da Roberto Carlos con il testo in italiano di Malgioglio.

Interessante è l'album Señor Battisti dedicato al grande cantautore, dove Malgioglio interpreta alcuni brani in lingua spagnola della coppia Battisti-Mogol. Per l'occasione vuole al suo fianco l'amica attrice francese Maria Schneider, protagonista di Ultimo tango a Parigi, con la quale interpreta De nuevo tu. Il disco ottiene un discreto successo in quasi tutta l'America latina.

Successivamente, produce la compilation di genere eurodance Sentimental Dance dove interpreta, sotto lo pseudonimo di MC & Co, tre grandi successi internazionali: Je t'aime... moi non plus, What Is Love e The days of Pearly Spencer.

Negli anni novanta prova a seguire un percorso artistico nei paesi dell'America Latina e, soprattutto, scopre un suo "buen retiro" nell'isola di Cuba, dove ha la fortuna di incontrare i cantanti più importanti dell'isola.

Il grande regista Juan Carlos Tabío, lo dirige nel video Che bellezza.

Nell'isola di Cuba, Malgioglio girerà due speciali per Rai 1, dedicati alla musica cubana Alma de Cuba e Cuba amada mia. Inciderà un duetto insieme a Pablo Milanés dal titolo Quando sono assente da te e con Pablito dal titolo Ansietà. Diviene, nell'immediato cantante molto apprezzato nell'isola, in particolare i canali radiofonici più famosi come Radio Progreso, Radio Rebelte e Radio Taino, trasmettono spesso le sue canzoni.

Il successo televisivo degli anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

In Italia trova per la prima volta una grande popolarità televisiva intorno al 2000, come "spalla" di Massimo Giletti che affianca nella conduzione del programma Casa Raiuno. Poi viene chiamato da Carlo Conti per fare l'opinionista "cattivo" nel programma I raccomandati.

Nel 2007 partecipa alla quinta edizione del reality L'isola dei famosi, condotto da Simona Ventura su Rai 2, dove ottiene un grandissimo successo, venendo però eliminato nel corso della quarta puntata con il 51% dei voti.

Nel 2009 partecipa come giurato al programma Ciak... si canta, condotto su Rai 1 da Eleonora Daniele, ritornandovi anche nel 2010 insieme a Giletti, Lamberto Sposini, Fabrizio Frizzi e Michele Cucuzza.

Tra gli album pubblicati dopo il 2000 ci sono Ho dimenticato di baciare la sposa, Boleros e molti altri.

Nel 2008, durante una puntata del programma televisivo Quelli che il calcio, Pupo rivela che Malgioglio è l'autore del testo del brano Gelato al cioccolato, interpretato da Pupo, anche se, scrivendo all'epoca canzoni per Mina, non volle essere accreditato.[2] Infatti sui supporti fisici dov'è inciso compaiono solo i nomi di Enzo Ghinazzi e Clara Miozzi, ma alla SIAE è invece accreditato a Ghinazzi, Miozzi, Malgioglio.[3]

Sempre nel 2008 Simona Ventura lo chiama per Quelli che il calcio e successivamente per selezionare i giovani concorrenti per X Factor dove scopre e supporta, insieme alla Ventura stessa, Giusy Ferreri.

Nel 2009 torna a scrivere per Mina due brani: Vida loca e Carne viva; entrambi i brani sono inclusi nell'album Facile, uscito lo stesso anno. Carne viva è stato la colonna sonora del film Baciato dalla fortuna con Asia Argento.

Gli anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 partecipa come opinionista al programma televisivo X Factor.

Il 31 gennaio 2012 esce il nuovo album di Marcella Bella Femmina Bella, progetto basato sui ritmi cubani e a cui Cristiano prende parte come produttore e autore principale anche del primo singolo estratto Malecon.

Nel 2012 ritorna come concorrente della nona stagione del reality L'isola dei famosi, condotta da Nicola Savino e Vladimir Luxuria; il successivo 13 febbraio decide però di ritirarsi a causa di una frase rivoltagli qualche settimana prima da Mariano Apicella. L'8 marzo 2012 Nicola Savino rende nota la riappacificazione con Apicella[4]. Nello stesso giorno Malgioglio proverà a rientrare nel programma tramite una televoto tra lui e altri concorrenti anch'essi ritiratisi, gli viene tuttavia preferito Rossano Rubicondi.

Nel mese di ottobre 2012 è chiamato dal regista Massimiliano Bruno, per interpretare un cameo nel film Viva l'Italia.

Nello stesso periodo fonda la sua etichetta discografica, la Malgioglio Records, con la quale produce l'album Senhora Évora dedicato alla cantante Cesária Évora; l'album contiene il brano Tiempo y silencio cantato in duetto con Maria Nazionale[5] e altri sinceri omaggi alla Évora, sia in creolo capoverdiano sia in italiano, autorizzati dalla casa editrice parigina Lusafrica anche grazie alla collaborazione di Malgioglio con Alberto Zeppieri, produttore della collana "Capo Verde, terra d'amore" e adattatore di fiducia di Cesaria per l'Italia. Partecipa a un corto prodotto dal gruppo musicale Zero Assoluto dal titolo L'ospite perfetto Room4, con Federico Moccia, Ela Weber e altri.

Nel 2013 fa parte del cast fisso del varietà televisivo di Rai 1 Riusciranno i nostri eroi, condotto da Max Giusti con Laura Chiatti e Donatella Finocchiaro.

Sempre nel 2013, realizza per Rai 2 due speciali dedicati alla musica latina, dove il cantautore ci fa conoscere i nuovi cantanti della musica cubana: il programma è stato ceduto in vari paesi riscuotendo un ottimo successo. Curiosi sono stati i suoi duetti dal vivo con artisti importanti come Omara Portuondo e altri.

Nel frattempo, continua sempre la sua attività di autore, infatti nel disco di Raffaella Carrà, Replay, scriverà Il lupo; la canzone era stata scritta originariamente per Mina.

Nel 2014, firma il brano Dimmi dammi dimmi per Viola Valentino. A ottobre dello stesso anno esce il suo nuovo album La bellezza[6] su etichetta Edel Music, anticipato dall'ironico singolo Grasso che cola dedicato al critico Aldo Grasso; con questo album Malgioglio festeggia i suoi quarant'anni di carriera.

È stato impegnato nel ruolo di Direttore nel programma televisivo Grand Hotel Chiambretti, condotto da Piero Chiambretti su Canale 5, dove si scontra parecchie volte con Lory Del Santo per le critiche alla sua serie The Lady ("i tuoi attori sono dei cani").[7]

Dal 24 settembre al 10 dicembre 2015 è ospite e opinionista insieme a Claudio Amendola ogni giovedì sera nel reality Show del Grande Fratello 14 condotto da Alessia Marcuzzi. A novembre esce il suo nuovo lavoro discografico, dal titolo Iconic Fifties, un doppio album in cui reinterpreta famose canzoni degli anni cinquanta distribuito da MusicFirst.

Dal 15 marzo 2016 prende parte alla seconda edizione del Grand Hotel Chiambretti.

A settembre 2017 torna con un nuovo album dal titolo Sonhos, interamente interpretato in lingua portoghese, che contiene undici cover di grandi artisti dell'America Latina come Peninha, Alcione, Marisa Monte e Agepe. L'album è stato anticipato dal singolo estivo Mi sono innamorato di tuo marito (O Maior Golpe Do Mundo), accompagnato da un videoclip, uscito il 23 giugno 2017.[8], che dichiara essere ispirato all'avvenente calciatore Mauro Icardi.[9]

A partire dall'11 settembre 2017, diventa un concorrente della seconda edizione del reality, Grande Fratello VIP.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Discografia di Cristiano Malgioglio.

La discografia di Cristiano Malgioglio da solista ha inizio nel 1976 e comprende 25 album ufficiali (composti interamente da inediti) tra i quali c'è un disco live. Poi ci sono moltissime raccolte e ristampe (spacciate spesso per errore come album) che contengono brani già editi, riproposti in versione spagnola, oppure con qualche nuovo arrangiamento ma sono pur sempre vecchi successi.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN171818879