Maria Antonietta Sisini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Mi considero la più fortunata delle persone e con infinita gratitudine ringrazio il Signore per avermi fatto un dono tanto prezioso: l'aver condiviso con Giuni oltre 35 anni di vita e di arte. »
(Maria Antonietta Sisini, dal sito ufficiale di Giuni Russo)

Maria Antonietta Sisini (Sorso, 26 maggio 1950) è una musicista, produttrice discografica e scrittrice italiana. È famosa per essere stata collaboratrice artistica e compagna di vita di Giuni Russo per ben 36 anni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di musicisti, diviene famosa in vari locali di Milano e della Sardegna per la sua bravura nel suonare la chitarra, sotto lo pseudonimo di "Shiver".

Incontra Giuni Russo nel 1969, in un locale milanese, dove entrambe si esibivano in performance apparentemente diverse, Giuni cantando e Maria Antonietta suonando la chitarra. Mesi dopo, sempre nel 1969, decidono entrambe di stabilirsi definitivamente a Milano.

Da sempre si è occupata della produzione in generale di Giuni Russo, oltre che essere coautrice con Giuni dei suoi brani, tra i quali più famosi: Una vipera sarò, Mediterranea, Limonata Cha Cha Cha, Alghero, Adrenalina, La sua figura, La sposa, Morirò d'amore.

Tra il 1979 ed il 1980, Maria Antonietta e Giuni Russo iniziarono una breve collaborazione con il cantante Filipponio, mediante la quale scrissero insieme al cantante Che presuntuoso questo cuore e Non è un'ora, mentre Partire oltre amore e Teatro a dieci lire, furono scritti solo da Maria Antonietta con Filipponio.

Dopo la scomparsa di Giuni Russo, si è occupata della valorizzazione della sua arte, attraverso l'Associazione Giuni Russo Arte, oltre che alla produzione di uscite discografiche postume, come il cofanetto Mediterranea Tour (2005;, il disco tributo Unusual (2006); la tripla raccolta ufficiale The Complete Giuni (2007); il Docufilm La sua figura, con la regia di Franco Battiato (2007); Cercati in me (2008).

Il 7 settembre 2009 è uscita, distribuita da Bompiani, la biografia ufficiale di Giuni Russo: Giuni Russo. Da Un'estate al mare al Carmelo, scritta dall'amica scrittrice Bianca Pitzorno, con la collaborazione di Maria Antonietta Sisini, e con un'introduzione di Franco Battiato. Si tratta di un cofanetto, contenente la biografia, un CD con versioni inedite di Morirò d'amore e Moro perché non moro, e il brano inedito, live, Pekino. Il DVD è la ristampa del Docufilm La sua figura (2007).

Il 29 marzo 2011, è uscito il nuovo progetto postumo di Giuni Russo, A casa di Ida Rubinstein 2011, un cofanetto contenente un CD e un DVD, distribuito dalla Edel Music, contenente Le crépuscule feat. Franco Battiato, e altri brani, sempre da A casa di Ida Rubinstein (1988), con artisti come Brian Auger, Uri Caine e Paolo Fresu. Il DVD, contiene un "Official Bootleg Video" del concerto, tenuto da Giuni Russo, al "Teatro Manzoni di Monza" il 10 luglio 1991.

2012 esce in CD "Love Is a Woman", il primo, introvabile album della carriera di Giuni Russo. La ristampa, distribuita da Edel e a cura di Maria Antonietta Sisini, riproduce fedelmente la grafica e il sound del 33 giri originale.

Il 27 settembre 2012 esce Para Siempre, ottimo inedito lanciato in anteprima nazionale radiofonica su Radio Monte Carlo, che anticipa l'uscita dell'omonimo cofanetto comprendente un CD con 9 cover internazionali inedite, registrate in presa diretta, unitamente al singolo Everything's Gonna Be Alright (1975), per la prima volta in digitale.

Il 15 ottobre 2013, giorno commemorativo di Santa Teresa d'Avila, esce la raccolta Unica, che comprende le prime incisioni di Giuni Russo, ricoprendo un arco di tempo che va dal 1968 al 1978: otto dei dodici brani inclusi vengono qui pubblicati per la prima volta su CD. Per l'occasione viene realizzato anche un videoclip del brano Soli noi, proiettato per la prima volta all'interno del Gay village, in occasione di una serata dedicata al paroliere Cristiano Malgioglio (autore del brano).

Il 3 dicembre 2013 esce esclusivamente in versione digitale l'album Duets, riedizione di Unusual (2006) con l'aggiunta del demo inedito Le tue parole, prima stesura del successo sanremese del 2003, Morirò d'amore, scritto nel 1988 con Maria Antonietta Sisini e Vania Magelli.

Il 15 maggio 2014 vengono ristampati su cd gli album Morirò d'amore, Demo de midi'e Napoli che canta. Distribuiti da Edel Italy, prodotti da M.Antonietta Sisini.

Il 19 novembre 2014 è stato pubblicato Il ritorno del soldato Russo: un ritorno alle origini - si tratta infatti di un long-playing, edito esclusivamente in vinile in tiratura limitata - nell’era del digitale. L’album, prodotto dalla Sisini e distribuito da Edel Italy, si apre con la dolcissima e struggente Tu che ne sai, per continuare con Il ritorno del soldato, unico brano scritto da Franco Battiato, Manlio Sgalambro, Giuni Russo e dalla stessa Sisini nella metà degli anni ’90, dalle sonorità rock. Le tue parole è la versione originale di Morirò d’amore, brano che consacrò Giuni vincitrice morale del Festival di Sanremo 2003. Chiude il lato A un altro brano tratto dalla produzione del cantautore di Milo degli anni ottanta, L’animale, con parte di testo inedito. Il lato B contiene le primissime incisioni di una Giuni Russo ancora adolescente, con inediti firmati da Paolo Conte. L'affetto degli appassionati dell'Artista siciliana ha fatto sì che l'album fosse esaurito a solo cinque giorni dalla pubblicazione: questo rappresenta - casomai ve n'è fosse il bisogno - l'ennesimo attestato d'amore verso la coppia Maria Antonietta - Giuni.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]