Festival di Sanremo 1990

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Festival di Sanremo 1990
San90.PNG
Edizione XL
Periodo 28 febbraio - 3 marzo
Sede Palafiori di Sanremo
Presentatore Johnny Dorelli e Gabriella Carlucci
Trasmesso da TV
(Rai Uno)
Radio
(Radio 1)
Partecipanti 36 (36 canzoni)
Vincitore Pooh
Premio della critica Mia Martini
Cronologia
1989 1991

Il quarantesimo Festival della Canzone Italiana si tenne a Sanremo dal 28 febbraio al 3 marzo 1990.

Fu presentato da Johnny Dorelli e Gabriella Carlucci, alla sua seconda conduzione del Festival dopo quella del 1988.

Il Festival del 1990 segnò una vera svolta: fece rientrare l'orchestra (assente da dieci anni) e tentò la formula dei cantanti stranieri abbinati a quelli italiani che tanto funzionò negli anni sessanta.

Per stemperare l'ansia di tale novità, la Rai nel mese precedente la messa in onda della kermesse trasmise Il caso Sanremo, una sorta di processo al Festival, condotto da Renzo Arbore in qualità di presidente della corte, Lino Banfi nelle vesti di avvocato difensore e Michele Mirabella in quelle della pubblica accusa.[1]

Per accelerare i lavori che avrebbero consentito l'apertura del nuovo mercato dei fiori sito in località Bussana di Sanremo (all'inizio della Valle Armea), l'Amministrazione Comunale decise di spostare la manifestazione nella megastruttura per l'occasione chiamata Palafiori. Tale capannone, trasformato in teatro, riusciva ad ospitare fino a cinquemila persone con tanto di orchestra. In quell'occasione l'Ariston ospitò un'altra manifestazione, comunque legata alla kermesse canora.[2].

In questo festival fecero il loro esordio Rosalinda Celentano e Silvia Mezzanotte, quest'ultima diventata dieci anni dopo la voce dei Matia Bazar.

Vincitori della kermesse nella sezione Big risultarono i Pooh con il brano Uomini soli mentre tra le Novità s'impose Marco Masini con la canzone Disperato; grande successo di vendite fu riscontrato anche dalla canzone, terza classificata tra i Big, Vattene amore cantata in coppia da Amedeo Minghi e Mietta, divenuta in breve tempo un vero e proprio tormentone.

Con il 76,26% di share ha la seconda finale più vista di sempre (seconda solo a quella del 1987 che registrò il 77,50%), seguita dalle edizioni del 1989 (75,43%) e 1995 (75,26%).

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Una interpretazione per brano: 1 italiano + 1 straniero ("fuori gara"). Prima serata: 10 Campioni tutti in finale + 8 Novità (5 in finale). Seconda serata: 10 Campioni tutti in finale + 8 Novità (5 in finale). Terza serata: i 20 interpreti stranieri dei 20 Campioni + le 10 Novità qualificate (proclamazione vincitore). Quarta serata: 20 Campioni (con i 20 stranieri).

Classifica, canzoni e cantanti - Sezione Campioni[modifica | modifica wikitesto]

  1. Uomini soli (Valerio Negrini e Roby Facchinetti) Pooh
  2. Gli amori (Fabrizio Berlincioni, Toto Cutugno e Depsa) Toto Cutugno
  3. Vattene amore (Amedeo Minghi, Pasquale Panella, Augusto Martelli) Amedeo Minghi e Mietta

Classifica, canzoni e cantanti - Sezione Novità[modifica | modifica wikitesto]

  1. Disperato (Marco Masini, Giancarlo Bigazzi e Giuseppe Dati) Marco Masini
  2. Vieni a stare qui (Fabrizio Berlincioni, Adelio Cogliati, Italo Ianne e Franco Fasano) Franco Fasano
  3. Secondo te (testo di Giorgio Calabrese; musica di Augusto Martelli) Gianluca Guidi

Non finaliste[modifica | modifica wikitesto]

Star internazionali ed abbinamenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri premi[modifica | modifica wikitesto]

Ospiti[modifica | modifica wikitesto]

Esclusi[modifica | modifica wikitesto]

Questi i nomi dei 23 artisti che hanno avanzato richiesta di partecipazione nella sezione "Campioni" del Festival senza venire ammessi: Marco Armani, Franco Califano, Raoul Casadei, Lorella Cuccarini, Augusto Daolio, Nicola Di Bari, Don Backy, Giorgio Faletti, Fiordaliso, Jimmy Fontana, Alberto Fortis, Flavia Fortunato, Gepy & Gepy, Bruno Lauzi, Claudia Mori, Mariella Nava, Le Orme, Adriano Pappalardo, Gianni Pettenati, Toni Santagata, Lina Sastri, Scialpi, Bobby Solo[3], oltre a Patty Pravo che avrebbe dovuto interpretare Donna con te, ma si ritirò a pochi giorni dall'inizio della manifestazione, ed il brano fu proposto dalla Oxa.

Piazzamenti in classifica dei singoli[4][modifica | modifica wikitesto]

Artista Singolo Pos.Max. Pos.Ann.
Amedeo Minghi e Mietta Vattene amore 1 2
Pooh Uomini soli 2 11
Francesco Salvi A 4 27
Marco Masini Disperato 5 10
Dee Dee Bridgewater Angel of the night 5 49
Toto Cutugno Gli amori 6 47
Mia Martini La nevicata del '56 6 50
Marcella e Gianni Bella Verso l'ignoto 6 52
Anna Oxa Donna con te 7 33
Mango Tu...sì 8 29
Kaoma Donna con te 8 87
Sandro Giacobbe Io vorrei 10 63
Riccardo Fogli Ma quale amore 12 67
Eugenio Bennato e Tony Esposito Novecento aufwiedersehen 13 -
Paola Turci Ringrazio Dio 14 55
Armando De Razza La lambada strofinera 14 -
Peppino Di Capri Evviva Maria 14 -
La Toya Jackson You and me 18 -
Papa Winnie A 18 -
Grazia Di Michele Io e mio padre 19 -
Franco Fasano Vieni a stare qui 19 -
Christian Amore 20 57
Ricchi e Poveri Buona giornata 23 66
Mino Reitano Vorrei 32 81
Nikka Costa All for the love 39 -
Sarah Jane Morris Speak to me of love 46 -

Piazzamenti in classifica degli album[4][modifica | modifica wikitesto]

Artista Album Italia
(Massima posizione raggiunta)
Italia
(Certificazioni vendite FIMI)
Mietta Canzoni 3 Multiplatino 500.000 +
Marco Masini Marco Masini 2 Multiplatino 350.000 +
Mango Sirtaki 3 Multiplatino 300.000 +
Pooh Uomini soli 4 Multiplatino 200.000 +
Anna Oxa Oxa live con i New Trolls 8 -
Mia Martini La mia razza 16 -
Francesco Salvi Limitiamo i danni 16 -
Marcella Verso l'ignoto... 24 -

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Risultati di ascolto delle varie serate, secondo rilevazioni Auditel.

Messa in onda Telespettatori Share
28 febbraio 1990 13.639.000 53.71%
1º marzo 1990 16.926.000 60.97%
2 marzo 1990 12.357.000 64.59%
3 marzo 1990 14.341.000 76.26%

La vittoria annunciata da Striscia la notizia[modifica | modifica wikitesto]

Pochi minuti prima della finale, Striscia la notizia annuncia in ordine esatto i nomi dei tre vincitori del festival.[5] La stessa trasmissione satirica annuncerà il nome esatto del vincitore nel 1995, 1996, 1997 e 2003.

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

L'orchestra della RAI fu diretta dai maestri: Calvin Allstar, Romano Bais, Maurizio Bassi, Vittorio Cosma, Massimiliano Di Carlo, Bert Dovo, Lucio Fabbri, Enzo Ferrari, Marco Grasso, Gianfranco Lombardi, Gianni Madonini, Augusto Martelli, Adelmo Musso, Mario Natale, Massimiliano Pani, Pinuccio Pirazzoli, Paolo Raffone, Michele Santoro, Mario Tansini, Vince Tempera, Giuseppe Vessicchio, Mario Zannini Quirini, Fio Zanotti.

Organizzazione e Direzione Artistica[modifica | modifica wikitesto]

Organizzazione Artistica Internazionale (OAI) di Adriano Aragozzini

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da stasera su RaiUno tre speciali “Aspettando Sanremo” | Televisionando
  2. ^ Festival di Sanremo -Gli anni 1990
  3. ^ TV Sorrisi e Canzoni n.3 del 1990, pag. 27
  4. ^ a b Hit Parade Italia - Classifiche dischi, charts, canzoni, testi, musica leggera, box office italia, classifica film, discografie, festival sanremo
  5. ^ Striscia la Notizia - Striscia story, le incursioni al Festival di Sanremo
Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Festival di Sanremo