Carla Vistarini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carla Vistarini nel 2017

Carla Vistarini (Roma, 8 luglio 1948) è una paroliera, sceneggiatrice e scrittrice italiana.

Tra i suoi numerosi successi, La nevicata del '56, per Mia Martini[1], La voglia di sognare, per Ornella Vanoni, Buonanotte Buonanotte, per Mina, Mondo per Riccardo Fogli.

Come autrice, ha partecipato a cinque edizioni del Festival di Sanremo (1974, 1990, 1992, 1997, 1998)[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il padre, Franco Silva, è stato attore tra i "belli" degli anni cinquanta, la sorella Patrizia, a tutti nota come Mita Medici, uno dei simboli dei teen-agers anni settanta, è attrice. Fin da ragazzina si accosta alla musica, studia pianoforte e solfeggio, per appassionarsi poi alla musica contemporanea. Mentre frequenta ancora le scuole superiori è nel gruppo dei "piperini", ragazzi adolescenti di fine anni sessanta (tra loro: Renato Zero, Patty Pravo, Loredana Bertè) che al Piper Club di Roma vanno soprattutto per ascoltare un tipo di musica quasi introvabile altrove: il rock, il beat e il blues. Qui incontra Luigi Lopez, studente anche lui e raffinato musicista, che, come chitarrista, ha già una sua notevole popolarità tra le giovani band romane. Con gli stessi adolescenti, più altri come Dario Salvatori, Roberto D'Agostino, Paolo Zaccagnini, si ritrova a fare da "pubblico" nello Studio Rai di via Asiago dove va in onda il programma Bandiera gialla di Arbore e Boncompagni.

Si avvicina così a quel mondo discografico e radiofonico dove la musica è, oltre che una passione, anche una professione. Dopo la maturità si iscrive all'università, ma inizia contemporaneamente a scrivere canzoni con Luigi Lopez, con il quale crea un sodalizio artistico che poi siglerà alcuni tra i maggiori successi discografici degli anni settanta e ottanta. Agli inizi degli anni Settanta, con Lopez e altri giovani musicisti (tra cui Francesco De Gregori, Antonello Venditti, Rino Gaetano, Aldo Donati) frequenta il "Cenacolo", mitico luogo di incontro, discussione e lavoro creato dalla casa discografica RCA Italiana e attorno al quale si raccolgono i ragazzi che all'epoca fanno musica a Roma. Il primo singolo siglato Vistarini-Lopez, un 45 giri per la RCA, viene inciso nel 1970, è un pezzo cantato dagli Showmen, intitolato Mi sei entrata nel cuore, che scala rapidamente le classifiche di vendita. È l'inizio di una serie di successi che porterà il duo di autori a collaborare con i maggiori interpreti italiani e internazionali, fra cui Mina, Ornella Vanoni, Mia Martini, Caterina Caselli, Riccardo Fogli, Sylvie Vartan, Peppino di Capri,.

Nel 1972 esce il singolo per Amedeo Minghi Denise/T'amerei e per Caterina Caselli Ci sei tu; nel 1973 con Complici per Riccardo Fogli, partecipano per la prima volta al Festival di Sanremo. Nello stesso anno Carla scrive per Amedeo Minghi Candida Sidelia e Fratello in civiltà, che era stato preceduto nel 1971 da Denise. Nel 1974 con La voglia di sognare per Ornella Vanoni, Vistarini-Lopez vincono il Premio della Critica Discografica, sempre nel 1974 entrano in classifica anche "Se mi vuoi" per Tony Cicco, e Addormentata per i Panda, e Sylvie Vartan incide la versione italiana di "Bad, bad Leroy Brown" di Jim Croce, nel 1974 Vistarini e Lopez scrivono Nella testa di Nina per la Schola Cantorum. Raffaella Carrà incide Quando dico di no, scritta da Vistarini con Tony Cicco, come E mia madre (Vistarini-Cicco), sempre per la Carrà.

Nel 1974 Vistarini inizia a scrivere programmi televisivi, esordendo con Quindici minuti con..., piccoli "medaglioni" monografici di un quarto d'ora prodotti dalla Rai e dedicati a cantanti come Wess e Dori Ghezzi, i Pooh, Giovanna, Nicola di Bari e altri.Il regista di queste monografie è Enzo Trapani; poi lo special Una Ragazza per RaiUno, con Mita Medici.

Del 1975 è Questo amore sbagliato per Patty Pravo, per cui scrive anche Eppure è amore, poi Piru pirulì (Noi no), sigla di testa di "Di nuovo tante scuse (Noi no)" per Sandra Mondaini e Raimondo Vianello, e Coriandoli su di noi cantata dai Ricchi e Poveri, sigla di coda della stessa trasmissione; scrive poi Un piccolo ricordo per Peppino Di Capri e E la notte è qui per Iva Zanicchi; nel 1976 esce Mondo per Riccardo Fogli, che vince il Disco Verde; "La mia Bohème" per Massimo Ranieri; Le cicale per Patty Pravo; nel 1977 Voglia di morire ancora per i Panda, Ritratto di donna per Mia Martini, che partecipa al World Popular Song Festival di Tolyo, vincendolo.

Sempre nel 1977 Carla Vistarini è tra i fondatori del supergruppo dei Fantasy insieme a Riccardo Fogli, Viola Valentino, Giancarlo Lucariello, Danilo Vaona, Luigi Lopez e Tony Cicco. L'esperienza dei Fantasy sfocia nell'album omonimo, i cui brani sono tutti scritti dai componenti del gruppo e il cui singolo di punta è Cantando. Il pezzo è programmatissimo dalle radio, sia in Italia che all'estero col titolo di Surrender, ma il gruppo si scioglie per i diversi impegni artistici dei componenti. La voce guida del singolo di punta è proprio di Carla Vistarini. In quegli stessi anni Carla riprende a scrivere programmi per la Rai, e dirada gradualmente l'attività musicale, continuando però a realizzare altri successi discografici.

Nel 1978 scrive Un'isola per Alice; nel 1981 Buonanotte Buonanotte per Mina, poi le sigle di cartoni animati giapponesi Pinocchio perché no?, La fantastica Mimì e Cybernella; nel 1990 esce La nevicata del '56, proposta in origine a Gabriella Ferri, poi incisa da Mia Martini che la porta al Festival di Sanremo dove vince il Premio della Critica.

Ritrova Enzo Trapani alla regia di due varietà televisivi Rai di cui è autrice: Stryx nel 1978, che vince il Premio Internazionale Rosa d'Argento al Festival della Televisione di Montreux, e Dueditutto nel 1982.Nel 1981 Vistarini inizia a scrivere anche per il teatro, adattando tutte le oltre 20 canzoni della commedia con musiche di Neil Simon Stanno suonando la nostra canzone interpretata da Gigi Proietti e Loretta Goggi. Nel 1984 adatta tutte le canzoni del Musical "Barnum", con Massimo Ranieri e Ottavia Piccolo. Scrive molti di programmi di varietà e intrattenimento, tra i quali Io a modo mio con Gigi Proietti, Sotto le stelle e Night & Day. Nel 1988 vince il Premio IDI Istituto del Dramma Italiano con la commedia originale Ugo, portata in scena da Alessandro Haber e poi da Michele Laginestra, Biagio Izzo, Gianni Ciardo e messa in scena in Germania, Argentina, Grecia, Uruguay, Repubblica Ceca, Francia, Slovenia e altri paesi.

Suoi sono i copioni di Ieri, Goggi e domani, Via Teulada 66 e Canzonissime ancora con Loretta Goggi nel 1989, su Rai1; è autrice di Jeans e Jeans 2 con Fabio Fazio; nel 1990 è l'ideatrice e autrice di Banane programma dell'allora Telemontecarlo; poi è autrice dell'Eurofestival nel 1991; poi scrive Crème Caramel con Castellacci e Pingitore, con i quali continuerà a collaborare successivamente in varietà come Saluti e Baci, Bucce di banana e Champagne, e film come Ladri si nasce.

Nel 1994 scrive la versione italiana delle canzoni di Jack Skeleton, protagonista del film di animazione Nightmare Before Christmas, regia di Tim Burton, cantate da Renato Zero, tra cui Cos'è?, Re del Blu Re del Mai, Il lamento di Jack..

Nel 1994 cura il Pavarotti & Friends e instaura un rapporto artistico con Luciano Pavarotti, tanto da realizzare numerose edizioni successive dello spettacolo, una delle quali con la regia di Spike Lee, e un Tre tenori.

Nel 1995 vince il Premio David di Donatello per la Migliore Sceneggiatura per il Film Nemici d'Infanzia, regia di Gigi Magni.

Nel 1997 debutta Cibo commedia teatrale con Saviana Scalfi, Chiara Noschese e Paola Tedesco. Nel 1997 Carla Vistarini è anche commissario artistico del Festival di Sanremo, insieme a Pino Donaggio e Giorgio Moroder. Di quel Festival, presentato da Mike Bongiorno, Piero Chiambretti e Valeria Marini, è anche autore. Nel 1998 è autore del XLVIII Festival di Sanremo, insieme a Sergio Bardotti. Nel 1999 chiamata a Rai 2 da Carlo Freccero scrive Fenomeni con Piero Chiambretti.

Nel 2001 è autrice per Canale 5 di Saloon, nel 2002 Marameo e su Rai 1 di Sì, sì, è proprio lui!; nel 2003 Miconsenta, nel 2004 Barbecue; nel 2005 Telefaidate; nel 2006 Torte in faccia; nel 2007 E io pago!...; nel 2008 Gabbia di matti. Sempre nel 2003 è stata eletta nell'Assemblea degli Associati SIAE, a cui è iscritta dal 1970 e Socia dal 1976, e insegna alla Scuola di scrittura televisiva di RTI & La Sapienza. E anche membro per tre anni del CIADVL, organo della CISAC, Confédération Internationale des Sociétés d´Auteurs et Compositeurs.

Nel 2013 pubblica Città sporca, romanzo thriller edito da Gems. A settembre 2014 pubblica Se ho paura prendimi per mano, romanzo edito da Corbaccio. A febbraio 2015 Se ho paura prendimi per mano arriva al 1º posto della Classifica di vendita Amazon Kindle e al della Classifica IBS ebook. Nel 2018 esce il romanzo sequel Se ricordi il mio nome. Collabora con Dagospia .

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://discografia.dds.it/scheda_titolo.php?idt=6699
  2. ^ Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, Modena, Panini, 2009, alla voce Vistarini Carla

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN437153596616451900003 · SBN IT\ICCU\CFIV\156170 · WorldCat Identities (ENviaf-437153596616451900003