Formula 3 (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Formula 3
Formula 3 in concerto a Torino.jpg
I Formula 3 in concerto al Palasport di Torino (ottobre 1970)
Paese d'origineItalia Italia
GenerePop rock
Rock progressivo
Periodo di attività musicale1969 – 1973
1990 – in attività
EtichettaNumero Uno
Album pubblicati11
Studio8
Raccolte3
Sito ufficiale

Formula 3 è un gruppo musicale italiano, attivo soprattutto negli anni settanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo venne fondato nel 1969 ed era originariamente composto da Alberto Radius (chitarre e voce), Tony Cicco (batteria e voce) e Gabriele Lorenzi (tastiere e voce, proveniente dalla formazione I Samurai).

In due tournée del 1970 e del 1971, i Formula 3 furono l'unica band che accompagnò Lucio Battisti nei suoi concerti, il quale scrisse per loro numerosi brani, demandando loro come esecutori della sua più profonda vena rock. Tra i maggiori successi si ricordano Questo folle sentimento, Ho difeso il mio amore, Io ritorno solo, Sole giallo sole nero, La folle corsa, quest'ultimo brano presentato al Festival di Sanremo 1971 in abbinamento a Little Tony e nel 1971 Eppur mi son scordato di te. Nel 1972 il gruppo si esibisce in Brasile durante il Festival Internacional da Canção con Aeternum, tratta dall'album Sognando e risognando. Vince la giuria popolare della rassegna. Si sciolsero nel 1973 per la volontà di Mogol e della Numero Uno di dar vita ai Il Volo[1].

La band si ricostituì nel 1990 con la stessa formazione originale, partecipando poi a due edizioni del Festival di Sanremo, nel 1992 con Lorenzi e nel 1994 con Andrea Pistilli. Dal 1992, dopo la separazione da Gabriele Lorenzi si sono alternati quali alla tastiera Andrea Pistilli, Maurizio Metalli e Ciro Di Bitonto, quest'ultimo fino al 2017.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1969 - Questo folle sentimento/Avevo una bambola (Numero Uno ZN 50001)
  • 1970 - Sole giallo, sole nero/Se non è amore cos'è (Numero Uno ZN 50023)
  • 1970 - Io ritorno solo/Nanananò (Numero Uno ZN 50035)
  • 1971 - La folle corsa (pt.I)/La folle corsa (pt.II) (Numero Uno ZN 50115)
  • 1971 - Nessuno nessuno/Eppur mi son scordato di te (Numero Uno ZN 50117)
  • 1972 - Sognando e risognando/Storia di un uomo e di una donna (Numero Uno ZN 50148)
  • 1973 - La ciliegia non è di plastica/Cara Giovanna (Numero Uno ZN 50303)
  • 1973 - Rapsodia di Radius/Bambina sbagliata (Numero Uno ZN 50317)
  • 1992 - Un frammento rosa/Un frammento rosa (base strumentale) (Durium NDNP 101)
  • 2013 - La tua Africa (pubblicato su YouTube)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Sanna e Michele Neri, Gabriele Lorenzi: un elemento della Formula, su www.luciobattisti.info. URL consultato il 23 gennaio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Rizzi (a cura di), Enciclopedia del rock italiano, Milano, Arcana, 1993, ISBN 8879660225. pg. 268-270

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo