Formula 3 (gruppo musicale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Formula 3
Formula 3 in concerto a Torino.jpg
I Formula 3 in concerto al Palasport di Torino (ottobre 1970)
Paese d'origineItalia Italia
GenerePop rock
Rock progressivo
Periodo di attività musicale1969 – 1974
1990 – in attività
EtichettaNumero Uno
Album pubblicati11
Studio8
Raccolte3
Sito ufficiale

Formula 3 è un complesso musicale italiano, attivo soprattutto negli anni settanta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il complesso venne fondato nel 1969 ed era originariamente composto da Alberto Radius (chitarre e voce), Tony Cicco (batteria e voce) e Gabriele Lorenzi (tastiere e voce, proveniente dalla formazione I Samurai).

In due tournée del 1970 e del 1971, il complesso Formula 3 fu l'unica band che accompagnò Lucio Battisti nei suoi concerti. L'artista scrisse per loro numerosi brani, demandando loro come esecutori della sua più profonda vena rock. Tra i maggiori successi si ricordano Questo folle sentimento, Io ritorno solo, Sole giallo sole nero, La folle corsa, quest'ultimo brano presentato al Festival di Sanremo 1971 in abbinamento a Little Tony e nel 1971 Eppur mi son scordato di te. Nel 1972 il gruppo si esibisce in Brasile durante il Festival Internacional da Canção con Aeternum, tratta dall'album Sognando e risognando. Vince la giuria popolare della rassegna.

Il complesso si sciolse nel 1974 per la volontà di Mogol e della Numero Uno di dar vita all'ensemble Il Volo[1].

La band si ricostituì nel 1990 con la stessa formazione originale, partecipando poi a due edizioni del Festival di Sanremo, nel 1992 con Lorenzi e nel 1994 con Andrea Pistilli.

Dal 1992, dopo la separazione da Gabriele Lorenzi si sono alternati quali tastieristi Andrea Pistilli, Maurizio Metalli e Ciro Di Bitonto, quest'ultimo non più in ruolo dal 2017.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1969 Questo folle sentimento/Avevo una bambola (Numero Uno ZN 50001)
  • 1970 Sole giallo, sole nero/Se non è amore cos'è (Numero Uno ZN 50023)
  • 1970 Io ritorno solo/Nanananò (Numero Uno ZN 50035)
  • 1971 La folle corsa (pt.I)/La folle corsa (pt.II) (Numero Uno ZN 50115)
  • 1971 Nessuno nessuno/Eppur mi son scordato di te (Numero Uno ZN 50117)
  • 1972 Sognando e risognando/Storia di un uomo e di una donna (Numero Uno ZN 50148)
  • 1973 La ciliegia non è di plastica/Cara Giovanna (Numero Uno ZN 50303)
  • 1973 Rapsodia di Radius/Bambina sbagliata (Numero Uno ZN 50317)
  • 1992 Un frammento rosa/Un frammento rosa (base strumentale) (Durium NDNP 101)
  • 2013 La tua Africa (pubblicato su YouTube)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fabio Sanna e Michele Neri, Gabriele Lorenzi: un elemento della Formula, su www.luciobattisti.info. URL consultato il 23 gennaio 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cesare Rizzi (a cura di), Enciclopedia del rock italiano, Milano, Arcana, 1993, ISBN 8879660225. pg. 268-270

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo