Pier Francesco Pingitore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pier Francesco Pingitore con la Compagnia del Bagaglino in "50 Fumature di Renzi - Foto di Adriano Di Benedetto

Pier Francesco Pingitore (Catanzaro, 27 settembre 1934) è un drammaturgo, regista, sceneggiatore e autore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giornalista, redattore capo del settimanale Lo Specchio, diventa autore e regista per cinema, cabaret e teatro. Nel 1965 insieme a Mario Castellacci ha dato vita alla compagnia de Il Bagaglino, firmando da questa data testi di canzoni come Avanti ragazzi di Buda e sceneggiature e regie di migliaia di spettacoli di cabaret teatrale e televisivo, ai quali hanno partecipato nomi importanti dello spettacolo italiano, tra cui Pippo Franco, Oreste Lionello, Maurizio Mattioli, Enrico Montesano, Pino Caruso, Gianfranco D'Angelo, Leo Gullotta, Pamela Prati, Gabriella Ferri, Laura Troschel, Maria Grazia Buccella, Martufello, Manlio Dovì, Morgana Giovannetti, Manuela Villa, Sonia Grey, Bombolo, Valeria Marini, Carlo Frisi e il duo Battaglia e Miseferi. Dal 1997 realizza anche alcuni film tv. Nel 2013 ha vinto il Premio Acqui Storia con il libro Memoria del Bagaglino

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Quel 25 luglio a Villa Torlonia (2010)
  • Operazione Quercia - Mussolini a Campo Imperatore (2013)
  • Scacco al duce - L'ultima notte di Ben e Claretta (2015)[1]

Le tre opere fanno parte di una trilogia dedicata a Benito Mussolini e alla caduta del fascismo.

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Dove sta Zazà - Programma Nazionale, solo come autore (1973)
  • Mazzabubù - Programma Nazionale, solo come autore (1975)
  • Il ribaltone - Rete 1, solo come autore (1978)
  • Sogni di gloria, 2 puntate, Rai Tre (1986)
  • Per chi suona la campanella, 6 puntate, Rai Due (1987)
  • Biberon, 13 puntate, Rai Uno (1987)
  • Miti e de miti Rai Uno (1988)
  • Cocco Rai Due (1988)[2]
  • Biberon n. 2, 18 puntate, Rai Uno (1988)
  • Biberon a Venezia , 1 puntata, Rai Uno (1989)
  • Biberon n. 3, 9 puntate, Rai Uno (1990)
  • Crème Caramel, 10 puntate, Rai Uno (1991)
  • Crème Caramel n. 2, 11 puntate, Rai Uno (1992)
  • Saluti e baci, 12 puntate, Rai Uno (1993)
  • Bucce di banana, 8 puntate Rai Uno (1994)
  • Champagne Canale 5 (1995)
  • Rose rosse Canale 5 (1996)
  • Viva l'Italia Canale 5 (1997)
  • Viva le italiane Canale 5 (1997)
  • Gran caffè Canale 5 (1998)
  • Il ribaldone Canale 5 (1999)
  • BuFFFoni Canale 5 (2000)
  • Saloon Canale 5 (2001)
  • Marameo Canale 5 (2002)
  • Mi consenta Canale 5 (2003)
  • Barbecue Canale 5 (2004)
  • Tele fai da te Canale 5 (2005)
  • Torte in faccia Canale 5 (2006)
  • E io pago.. Canale 5 (2007)
  • Gabbia di matti Canale 5 (2008)
  • Vieni avanti cretino Rete 4 (2008)
  • Bellissima - Cabaret anticrisi Canale 5 (2009)
  • Magnámose Tutto! Canale 5 (2017)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze italiane[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Su proposta della Presidenza del Consiglio dei Ministri»
— 27 dicembre 2018[3]

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica ungherese (Ungheria) - nastrino per uniforme ordinaria Gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica ungherese (Ungheria)
— 23 ottobre 2020[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN296298070 · ISNI (EN0000 0004 0144 3874 · SBN IT\ICCU\CFIV\156169 · LCCN (ENno2013011416 · GND (DE1031448020 · BNF (FRcb16720538p (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2013011416