Roberto Ferri (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roberto Ferri
NazionalitàItalia Italia
Periodo di attività musicale1967 – in attività
EtichettaPDU, Ariston Records, INDI - Centosuoni
Album pubblicati4
Studio3
Live1
Sito ufficiale

Roberto Ferri (Bologna, 15 ottobre 1947) è un cantautore e paroliere italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Roberto Ferri debutta al Festival di Castrocaro nel 1967, e partecipa a Settevoci verso la fine degli anni sessanta.

Sempre negli anni 60 Roberto Ferri entra a far parte della PDU di Mina, per la quale incide quattro 45 giri. Incide per l'Ariston Se per caso un giorno la follia; scrive anche canzoni per Dori Ghezzi, Iva Zanicchi, Giorgia Fiorio, Toto Cutugno e Cristiano De André. Nel 1983 vince come autore il Festival di San Remo con Sarà quel che sarà di Tiziana Rivale. Ferri intanto segue vari corsi sul teatro diretti da Antonio Fava e inoltre conosce Fabrizio De André con cui collabora scrivendo Faccia di cane (anche se De André non figura ufficialmente tra gli autori) e con il figlio Cristiano firmando insieme (più Franco Mussida) Bella più di me.

Nel 1991 l'Associazione Italo-Francese di Bologna affida a Ferri il compito di ricordare il decennale della morte di Brassens con alcuni concerti di canzoni francesi. Nel 1997 Ferri scrive,insieme a Vasco Rossi e Gaetano Curreri, ...E dimmi che non vuoi morire cantata da Patty Pravo. Ferri traduce anche la canzone Memory, tratta dal musical Cats intitolata Piano e cantata da Sarah Brightman.

Nell'estate del 2000 Roberto Ferri partecipa al Festival di Fano con il suo spettacolo Il violino e la selce per la direzione artistica di Franco Battiato. Contemporaneamente si esibisce come supporter, in Banda Orchestrale, sempre di Battiato. Partecipa al festival Incontri internazionali della Musica di Salerno, dove apre il concerto di Juliette Gréco. A Genova, al Memorial dedicato a Fabrizio De André, presenta La Romance de Marinelle, versione francese di La canzone di Marinella che traduce e canta. La canzone viene poi pubblicata nel 2003 nel CD Faber amico fragile.

Realizza un cd di canzoni francesi classiche e altre di cantautori italiani contemporanei che traduce e canta in francese. Nel 2002 partecipa al festival di San Remo durante i convegni del Premio Tenco sulla traduzione, l'anno dopo interviene al Festival di Fano nella serata dedicata ai cantautori. Dal punto di vista discografico esce Marinelle et le Chat e recentemente Vivo d'arte e Se per caso un giorno la follia... entrambi registrati dal vivo.

Nel 2010 pubblica insieme agli Artisti per la donazione degli organi Ti amo anche se non so chi sei prodotto insieme alla moglie e che vede la supervisione di Franco Battiato. L'album contiene anche il video di Com'è profondo il mare di Lucio Dalla, cantato dallo stesso insieme ad altri artisti. Nell'aprile 2012 uscirà l'audiolibro/CD Tutta colpa dell'Amore sempre in collaborazione degli Artisti per la donazione degli organi. Il disco è patrocinato, come il precedente, dalla Fondazione FIRE, dalla Associazione Onlus ANTF e dalla Associazione Onlus Epac.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ferri è laureato in chimica ed è sposato con la cantante Marinella.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

33 giri[modifica | modifica wikitesto]

CD[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, ed. Curcio, 1990; alla voce Ferri Roberto
  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, 2009.