Giorgia Fiorio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giorgia Fiorio (Torino, 23 luglio 1967) è una fotografa italiana.

Giorgia Fiorio ad Atene, foto di Stefanos Tsakiris

Biografia e lavori[modifica | modifica wikitesto]

Autore di 12 monografie fotografiche, sviluppa dal 1990 una ricerca intorno alla figura umana. Tra il 1999 e il 2000 il progetto Uomini esplora le comunità chiuse maschili nella società occidentale.[1][2] Il libro Il Dono[3][4] ha ricevuto il Patrocinio dell’UNESCO nel 2009. Dal 2010, il progetto in corso Humanum, riconsidera la figurazione umana nella statuaria arcaica nella percezione del nostro tempo. I lavori di questo progetto, sono sinora stati realizzati al National Archaeological Museum e l’Acropolis Museum di Atene; il Musée du Louvre di Parigi; l'Iraq Museum di Baghdad; il Kunsthistorisches Museum di Vienna, il National Archaeological Museum di Cipro.

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

Fondatrice e direttore artistico con Gabriel Bauret dal 2002 al 2013 del seminario internazionale di fotografia Reflexions Masterclass; docente dell’International Centre of Photography di New York dal 2007 al 2014; Master del World Press Photo nel 2009[5]; dal 2016 Fiorio è Professionista Affiliato dell’Istituto di Tecnologia, Informazione, Comunicazione e Percezione della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa. Il progetto The Lady of Warka and the Archaeology of Meanings[6][7][8] presentato con la direzione scientifica di Lucio Milano[9][10] dell’Università Ca’ Foscari di Venezia all’Iraq Museum di Baghdad nel 2017, ha ricevuto il Patrocinio del Ministero di Beni e delle Attività Culturali e del Ministero degli Affari Esteri. La conferenza di presentazione del progetto all’Università di Ca’ Foscari: The Lady of Warka all’Iraq Museum ha ricevuto nel 2016 il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO.

Attività Espositiva[modifica | modifica wikitesto]

C/O Berlin[11]; Istituto Nazionale per la Grafica a Palazzo Poli; Maison Européenne de la Photographie[12] di Parigi; Rencontres d’Arles[13]; Museo d'arte contemporanea del Castello di Rivoli|[14]; Nordic Light Festival Photography di Kristiansund in Norvegia[15]; Museo Poldi Pezzoli di Milano; Biennale d’Arte di Venezia[16], Padiglione Italia (2013 e 2015) e Palazzo Fortuny[17], 2016; Iraq Museum di Baghdad[18][19] (2017-2018); Biennale dell’Institut du monde arabe di Parigi[20] (2019) e Palazzo Borghese presso la Galleria del Cembalo di Roma.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle pubblicazioni nei magazine[21][22][23] e online in Frontiers in Phycology in Cognitive Science: The Ontology of Vision. The Invisible Consciousness of Living Matter.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Patrocinio dell'UNESCO.png
Anno Titolo Editore Note
1992 Soldati Contrasto (Milano) Monografia
1993 Des Russes Éditions de l’Imprimeur (Besançon) Monografia, in collaborazione con Christian Caujolle
1994 Box’in USA Éditions Marval (Paris) Monografia
1995 Legio Patria Nostra Éditions Marval (Paris) Monografia
1996 Etre Torero Éditions Marval (Paris) Monografia
1998 American Firemen Éditions Marval (Paris) Monografia
1999 Hommes de la Mer Éditions Marval (Paris) Monografia
2000 Des Hommes Éditions Marval (Paris) Monografia
Uomini Edizioni Contrasto (Milano) Monografia
'2005 Figura Humana Edition Braus (Berlin) Monografia
2010 Le Don Éditions Actes Sud Monografia
Il Dono Peliti Associati Editore Monografia; edizione Italia
Rituale Edition Braus (Berlin) Monografia; edizione Germania
Το Δόρο Apeiron, Athens Monografia; edizione Grecia
2011 Sotto Il Cielo Motta/Il Sole 24 Ore Editore Monografia
2012 Reflexions Masterclass 10 Years Photography De Agostini (Italia) Monografia; direzione artistica ed editoriale in collaborazione Gabriel Bauret; testi di: Gabriel Bauret; Martin Bethnaud;Regis Debray;

Giorgia Fiorio; Carlo Ossola; Benoit Rivero; Victor I. Stoichita

2015 Figuræ Éditions Actes Sud Monografia
Figuræ Marsilio Editori (Venezia) Monografia

Lavori Istituzionali[modifica | modifica wikitesto]

  • 1995 - Fiat EU Security System Corporate Campaign;
  • 2003 - Piemonte, una definizione fotografica, esposizione, Museo d’Arte Contemporanea Castello di Rivoli libro Agarttha Arte;[24]
  • 2006 - Hérmes International; Paris Calendar;
  • 2007 - Novartis International, Basel CH, Annual Report Book Annual Report Novartis International By Giorgia Fiorio;[25]
  • 2009 - ENI - SNAM Rete Gas Presentazione Mostra e libro Sotto il Cielo al Museo Poldi Pezzoli di Milano;[26]
  • 2010 - Confini d’Italia per il Centenario di Confindustria – Triennale Milano.[27]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Residente dal 2016 a Venezia dove vive con il marito Gian Carlo Bussei; nel 2007 ha partecipato alla Giuria Orizzonti della 64ª Mostra del Cinema di Venezia presieduta da Gregg Araki.[28]

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l’esordio tra le giovani proposte a Sanremo, ha realizzato due album con Mauro Paoluzzi, di cui uno in Germania. L’attività in ambito musicale durerà al 1982 al 1988. Ha inoltre partecipato ai film: Sapore di Mare (1983) di di Carlo Vanzina; Sapore di Mare 2 di Bruno Cortini e Yesterday (1985) di Claudio Risi.

Album[modifica | modifica wikitesto]

1984 - Giorgia Fiorio (CGD 15159, Q-Disc); 1986 - Giorgia (LP); 1988 - Prende al cuore (LP)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

1982 - Bimbo / Segreti; 1983 - Avrò / Segreti; 1983 - Un'altra estate / ‘’Indovinare; 1984 - Se ti spogli / Bimbo; 1986 - Pirates of Love / Take It or Leave It; 1986 - Tell Me Why / Take It or Leave It; 1986 - "Pirate of love" / "Pirate of love" (instrumental version) / "Take it or leave it" / "Pirate of love" (Radio version); 1987 - Rock Show / Clip Show; 1987 - "Rock Show" / "You're the First the Last My Everything"; 1988 - Io con te / Prende al cuore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ https://www.actes-sud.fr/recherche/catalogue?keys=Giorgia+Fiorio
  2. ^ https://www.marsilioeditori.it/component/marsilio/scheda-autore/3912
  3. ^ https://www.grafica.beniculturali.it/tutti-gli-archivi/mostre/giorgia-fiorio-2760.html
  4. ^ https://www.exibart.com/roma/fino-al-26-iv-2009-giorgia-fiorio-roma-istituto-nazionale-per-la-grafica/
  5. ^ https://vimeo.com/67511683
  6. ^ https://ilmanifesto.it/la-dama-di-warka-che-riporta-alla-vita/
  7. ^ https://ruyafoundation.org/en/2017/12/warka-fiorio/
  8. ^ https://www.unive.it/pag/14024/?L=0&tx_news_pi1%5Bnews%5D=4108&cHash=e81ca340016e4d178cf53967c8405831
  9. ^ https://www.academia.edu/38563605/L_Milano_La_Dama_di_Warka_dalla_scoperta_al_simbolo
  10. ^ https://www.researchitaly.it/news/a-baghdad-ca-foscari-presenta-i-volti-della-dama-di-warka/
  11. ^ https://www.co-berlin.org/en/giorgia-fiorio-ritus
  12. ^ https://www.mep-fr.org/event/giorgia-fiorio/
  13. ^ https://rencontres-arles-photo.tv/artiste/fiorio-giorgia/
  14. ^ https://www.agarttha-arte.com/pubblicazioni?lightbox=dataItem-iqbtrw8r
  15. ^ https://www.nordiclightfestival.no/2007
  16. ^ https://www.artribune.com/mostre-evento-arte/54-biennale-di-venezia-padiglione-italia/
  17. ^ https://contemporaryand.com/exhibition/proportio/
  18. ^ https://www.unive.it/pag/14024/?L=0&tx_news_pi1%5Bnews%5D=4108&cHash=e81ca340016e4d178cf53967c8405831
  19. ^ https://ruyafoundation.org/en/2017/12/warka-fiorio/
  20. ^ https://lagalerierouge.paris/artiste/giorgia-fiorio/
  21. ^ https://smargiassi-michele.blogautore.repubblica.it/2020/05/05/giorgia-fiorio-maestri-fotografia-repubblica-national-geographic/
  22. ^ https://www.academia.edu/43038891/MAESTRI_DI_FOTOGRAFIA_GIORGIA_FIORIO_Raccontati_da_Michele_Smargiassi_La_Repubblica_National_Geographic_2020
  23. ^ https://inedicola.gedi.it/prodotto/maestri-della-fotografia/
  24. ^ https://www.agarttha-arte.com/pubblicazioni?lightbox=dataItem-iqbtrw8r
  25. ^ https://www.novartis.com/sites/www.novartis.com/files/novartis-annual-report-2007-en.pdf
  26. ^ https://www.youtube.com/watch?v=qpQvefTbDHs
  27. ^ http://www.centenarioconfindustria.it/index.php/sguardo/ppi-fotografi/ppi-fiorio
  28. ^ http://mail.carnivalofvenice.net/la-citta/eventi-speciali/2007/64-mostra-internazionale-darte-cinematografica/cartella-stampa-64-mostra-del-cinema/sezioni-giurie-e-premi-ufficiali-della-64-mostra

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN34562944 · ISNI (EN0000 0001 1024 6678 · SBN IT\ICCU\VIAV\100542 · LCCN (ENn97047438 · GND (DE119350327 · BNF (FRcb12501592d (data) · BNE (ESXX1746444 (data) · ULAN (EN500343978 · WorldCat Identities (ENlccn-n97047438