Stefano Jurgens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Stefano Jurgens (Roma, 18 aprile 1953) è un paroliere e autore televisivo italiano. Ha collaborato alla realizzazione di molti programmi di successo, tra cui Domenica In, La corrida, Il pranzo è servito, L'eredità, Tira e Molla e Avanti un altro!.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di Maurizio Jurgens, autore e regista, a 22 anni iniziò a lavorare come direttore della fotografia e di lì a poco iniziò a comporre i testi di alcuni brani per Gianni Morandi: tra cui Sei forte papà, che ha venduto nel mondo oltre 8 milioni di dischi. Nel 1977, Corrado Mantoni gli chiede di collaborare con lui come autore: il primo frutto del lungo sodalizio (durato vent'anni) sarà la seconda edizione di Domenica In, che Corrado aveva ideato un anno prima. In seguito verranno altre celebri trasmissioni televisive, come La corrida[1] e Il pranzo è servito. Nel frattempo scrive anche la canzone Carletto, cantata da Corrado e dal figlio di Stefano, Simone Jurgens, che all'epoca aveva 3 anni.

Successivamente diventerà autore di vari programmi per Paolo Bonolis, tra cui Tira e Molla[2] e Il gatto e la volpe, ideati da Corrado, Ciao Darwin, Chi ha incastrato Peter Pan? e un'edizione recente di Domenica In.

Dal 2002, è autore dei testi della nuova edizione de La corrida, condotta da Gerry Scotti[3]. Torna in RAI nel 2003 partecipando a due edizioni di Domenica In, fino al 2005. Successivamente collabora nell'edizione de L'eredità (2005-2006), condotto da Amadeus. Con Amadeus lavora anche in Festa di classe. Nel settembre 2006 è tornato in Mediaset per scrivere i testi della nuova edizione di La Corrida. Nella stessa stagione si è occupato dell'edizione di Buona Domenica condotta da Paola Perego, rimanendovi fino alla definitiva chiusura nel 2008.

A gennaio 2009 è uscito il suo primo libro dal titolo Nel cognome del padre, a dicembre 2010 esce il suo secondo libro dal titolo Un Angelo in T-Shirt, edito dalle Edizioni Segno e nel 2012 è uscito il suo terzo libro, Champagne in paradiso, sempre Edizioni Segno.

Nel 2011 torna come autore in Avanti un altro.

Vita Privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha due figli. Simone, il figlio maggiore, era il bambino che cantava "Carletto" con Corrado. È cognato del musicista e compositore Bruno Zambrini.

Programmi ideati o scritti[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono elencati i programmi scritti da Jurgens e in grassetto i format da lui ideati:

Canzoni Ideate[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da Corriere della Sera del 6 marzo 1992
  2. ^ Da "Corriere della Sera" del 10 novembre 1996
  3. ^ Da "Corriere della Sera" del 18 gennaio 2003

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]