Festival di Sanremo 1965

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Festival di Sanremo 1965
Bobby Solo Sanremo.jpg
Bobby Solo mostra il trofeo del vincitore
Edizione XV
Periodo 28-30 gennaio
Sede Casinò di Sanremo
Presentatore Mike Bongiorno
Grazia Maria Spina
Trasmissione TV Nazionale
Eurovisione
Trasmissione radio Secondo programma
Partecipanti 43
Brani in gara 24
Vincitore Bobby Solo e The New Christy Minstrels
Cronologia
prec. succ.

Il 15º Festival della canzone italiana si tenne al salone delle feste del casinò di Sanremo dal 28 al 30 gennaio 1965 e fu condotto, per la terza volta consecutiva, da Mike Bongiorno, che fu affiancato da Grazia Maria Spina.

Si trattò dell'ultima edizione in cui gli italiani in gara potessero presentare più di una canzone (possibilità altesì concessa agli interpreti stranieri fino a tutto il 1967).

La canzone vincitrice fu Se piangi se ridi interpretata da Bobby Solo (in gara in coppia con il gruppo folk statunitense The New Christy Minstrels, in gara al Festival nel quadro di una più ampia tournée europea[1]), la cui affermazione fu letta come una compensazione per la «vittoria morale» dell'anno precedente[2], in cui l'artista non ebbe la possibilità di esibirsi in finale dal vivo causa una raucedine e fu, quindi, per regolamento escluso dalla gara.

A imporsi all'estero fu, invece Io che non vivo (senza te) di Pino Donaggio che in gara si presentava insieme alla cantante folk statunitense Jody Miller[3]; singolarmente, a portare al successo internazionale il brano di Donaggio fu la britannica Dusty Springfield (all’epoca sconosciuta in Italia e fresca di espulsione dal Sudafrica dell’apartheid per avere tenuto uno spettacolo davanti a un’audience mista di bianchi e neri[4]) che, tornata in patria dopo aver visto eliminati dalla finale entrambi i brani che interpretò, chiese i diritti a Donaggio per il brano e commissionò a una sua amica e collaboratrice un testo in inglese, portando così la canzone al successo con il titolo di You Don't Have to Say You Love Me.

Come nell'edizione 1964, tutti gli interpreti dopo il primo furono classificati secondi a pari merito[2].

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Interprete Ultima partecipazione al Festival
Anita Harris Esordiente
Audrey Esordiente
Beppe Cardile Esordiente
Bernd Spier Esordiente
Betty Curtis 1962
Bobby Solo 1964
Bruno Filippini 1964
Bruno Lauzi Esordiente
Connie Francis Esordiente
Danyel Gérard Esordiente
Don Miko Esordiente
Dusty Springfield Esordiente
Fabrizio Ferretti 1964
Franco Tozzi Esordiente
Fred Bongusto Esordiente
Gene Pitney 1964
Gianni Mascolo Esordiente
Gigliola Cinquetti 1964
Giordano Colombo Esordiente
Hoagy Lands Esordiente
Iva Zanicchi Esordiente
Joe Damiano Esordiente
Jody Miller Esordiente
John Foster Esordiente
Johnny Tillotson Esordiente
Kenny Rankin Esordiente
Kiki Dee Esordiente
Les Surfs Esordienti
Milva 1964
Nicola Di Bari Esordiente
Ornella Vanoni Esordiente
Peppino Gagliardi Esordiente
Petula Clark Esordiente
Pino Donaggio 1964
Remo Germani e Le Amiche 1964 e Esordienti
Ricky Gianco Esordiente
Robertino 1964
The New Christy Minstrels Esordienti
Timi Yuro Esordiente
Udo Jürgens Esordiente
Vittorio Inzaina Esordiente
Wilma Goich Esordiente
Yukari Ito Esordiente

Classifica, canzoni e cantanti[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Interprete Canzone Autori Voti ricevuti
Bobby Solo - The New Christy Minstrels Se piangi, se ridi Mogol, G. Marchetti, R. Satti
F Ornella Vanoni - Udo Jürgens Abbracciami forte Mogol e C. Donida
F Nicola Di Bari - Gene Pitney Amici miei V. Pallavicini e G. Colonnello
F Fred Bongusto - Kiki Dee Aspetta domani V. Pallavicini e F. Bongusto
F Gigliola Cinquetti - Connie Francis Ho bisogno di vederti P. Ciampi e R. Ciampi
F Betty Curtis - Petula Clark Invece no V. Pallavicini e E. Leoni
F Pino Donaggio - Jody Miller Io che non vivo (Senza te) V. Pallavicini e P. Donaggio
F Bruno Filippini - Yukari Ito L'amore ha i tuoi occhi V. Pallavicini e G. Kramer
F Wilma Goich - The New Christy Minstrels Le colline sono in fiore Mogol, Calibi, C. Donida e R. Angiolini
F Remo Germani e Le Amiche - Audrey Prima o poi V. Pallavicini, A. Amurri e G. Ferrari
F Vittorio Inzaina - Les Surfs Si vedrà Alberico Gentile e Calogero Lentini
F Milva - Bernd Spier Vieni con noi F. Maresca e M. Pagano
NF John Foster - Joe Damiano Cominciamo ad amarci V. Pallavicini e G. Mescoli
NF Ricky Gianco - Jody Miller Devi essere tu V. D'Acquisto e R. Gianco
NF Gianni Mascolo - Dusty Springfield Di fronte all'amore Silvana Simoni e U. Bindi
NF Don Miko - Timi Yuro E poi verrà l'autunno A. Amurri, Franco Pisano e Aristide Bascerano
NF Iva Zanicchi - Gene Pitney I tuoi anni più belli Mogol, M. Gaspari e E. Polito
NF Bruno Lauzi - Kenny Rankin Il tuo amore B. Lauzi
NF Giordano Colombo - Hoagy Lands Io non volevo R. Leva e G. P. Reverberi
NF Beppe Cardile - Anita Harris L'amore è partito B. Cardile
NF Robertino - Danyel Gérard Mia cara Mogol e P. Massara
NF Franco Tozzi - Johnny Tillotson Non a caso il destino (Ci ha fatto incontrare) Antartide e C. A. Rossi
NF Peppino Gagliardi - Timi Yuro Ti credo G. Amendola e P. Gagliardi
NF Fabrizio Ferretti - Dusty Springfield Tu che ne sai? A. Amurri e F. Pisano

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Due interpretazioni per brano, 12 brani qualificati per la serata finale. I cantanti sono tutti classificati al secondo posto a pari merito. Non si conosce il punteggio attribuito al vincitore.

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Orchestra diretta dai maestri: Giancarlo Chiaramello, Peter De Angelis, Enrico Intra, Ezio Leoni, Giulio Libano, Gianni Marchetti, Augusto Martelli, Giordano Bruno Martelli, Gino Mescoli, Marcello Minerbi, Gianfranco Monaldi, Iller Pattacini, Franco Pisano, Gian Piero Reverberi, Sauro Sili, Enrico Simonetti, Riccardo Vantellini, Lorenz Wiffin.

Organizzazione e direzione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Gianni Ravera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) New Christy Minstrels to Start First European Trek in January, in Billboard, 17 agosto 1964, p. 6. URL consultato il 1º aprile 2017.
  2. ^ a b Festival di Sanremo 1965, in TV Sorrisi e Canzoni, 26 gennaio 2015. URL consultato il 1º aprile 2017.
  3. ^ di Paolo Ruggieri, Canzoni Italiane, Fabbri, 1994, Vol. 4, pag. 70
  4. ^ Adele Gallotti, La biondissima Springfield fa concorrenza alle indossatrici, in Stampa Sera, 30 gennaio 1965, p. 9. URL consultato il 1º aprile 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN305039460
Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Festival di Sanremo