Adam Ant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adam Ant
Adam Ant nel 2011
Adam Ant nel 2011
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Genere New wave
Post-punk
Power pop
Periodo di attività 1976 – in attività
Strumento Voce, chitarra, pianoforte, basso, armonica
Etichetta CBS, Columbia, MCA, EMI
Gruppo attuale nessuna
Gruppi precedenti Bazooka Joe, Adam and the Ants
Album pubblicati 7
Studio 6
Live 1
Colonne sonore 0
Raccolte 6
Sito web

Adam Ant, nome d'arte di Stuart Leslie Goddard (Londra, 3 novembre 1954), è un cantante, polistrumentista e attore britannico, principalmente noto per essere stato il frontman del gruppo post-punk Adam and the Ants (letteralmente: Adam e le Formiche ma c'è un doppio senso in quanto adamant in inglese significa anche "irremovibile").

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Ant nasce a Marylebone, un quartiere di Westminster (Londra), il 3 novembre del 1954, figlio unico di Leslie Goddard, uno chauffeur, e di Betty Kathleen Smith, una ricamatrice alle dipendenze dello stilista Norman Hartnell[1]. Il nonno materno di Ant, Walter Albany Smith, era di etnia romanichals[2]. Fece inizialmente parte della band Bazooka Joe, poi fondò i B-Sides, il suo primo gruppo punk, con Andy Warren e Lester Square. Nel maggio del 1977 i B-Sides si ribattezzarono Ants e nel luglio seguente la band partecipò al film Jubilee del regista Derek Jarman; nella colonna sonora del film gli Ants inclusero due brani più un terzo in cui Adam duettava con Toyah Willcox. Nel 1978, dopo aver registrato due session dal vivo per la BBC, gli Ants firmano per la Decca ed effettuano il primo tour europeo. Nel 1979 esce il singolo Young Parisians, seguito da una ulteriore session radiofonica e con la Do It diedero alle stampe un secondo singolo Zerox; a fine anno uscirà il loro primo album: Dirk Wears White Sox. Malcolm McLaren (ex Sex Pistols), invitato dallo stesso Ant a ricoprire il ruolo di loro manager, convinse i musicisti a congedare Adam dal gruppo, sostituendolo con Annabella Lewin, una giovanissima lavandaia che Malcolm sentì cantare lungo le sponde di un fiume, e a modificare il nome del gruppo in Bow Wow Wow.

Il successo con gli Ants[modifica | modifica wikitesto]

L'incontro con Marco Pirroni il chitarrista dei Models convinse Adam a ricostruire gli Ants. Con la nuova band, un look piratesco e un sound innovativo e potente (la doppia batteria forniva un ritmo ossessivo che verrà definito "Burundi Rock"), Adam & The Ants nel novembre 1980 lanciarono l'album Kings Of The Wild Frontier che raggiunse il primo posto nella classifica britannica. Nell'ottobre 1981 seguirà l'album Prince Charming ed anch'esso avrà ugual riscontro nella classifica. I singoli estratti da questi due album conquisteranno la critica, verranno trasmessi nelle radio e discoteche in tutto il mondo. Al culmine della popolarità Adam e il suo look stravagante vennero imitati da molti artisti (in Italia Loredana Bertè si presentò al Disco per l'Estate di Saint Vincent con una giacca ricamata come la sua), ma Adam inaspettatamente sciolse gli Ants nel 1982 tenendo con sé il solo Pirroni.

La carriera solista[modifica | modifica wikitesto]

Intrapresa la carriera solista, incise il singolo Goody Two Shoes, brano tipicamente rockabilly, forse il pezzo più popolare di Adam. Il singolo venne pubblicato sia sotto il nome solista sia sotto il nome di Adam & The Ants. Incise quindi l'album Friend Or Foe il quale contiene alcuni brani ancora tipicamente new wave che risentivano dell'influenza Ants, ma alcuni brani erano ormai orientati allo stile pop.

Con il secondo album Strip la svolta verso il Pop fu ancora più netta; l'album vedeva la collaborazione di Phil Collins e nel videoclip relativo compariva un'attrice la cui identità è stata più volte ed erroneamente attribuita ad Agnetha Fältskog, una delle due cantanti degli ABBA. Fu comunque un album apprezzato. Nel 1985 pubblicò l'album Vive Le Rock e con il brano che dava il nome all'album partecipò al Live Aid, manifestazione canora a scopo benefico.

Quando Giorgio Moroder, guru della discomusic, realizzò la colonna sonora della riedizione del film di Fritz Lang Metropolis, oltre al cantante Freddie Mercury volle includere anche Adam con il brano What's Go In On. Con il vulcanico batterista dei Police, il talentuoso Stewart Copeland, Adam registra il singolo Out Of Bounds singolo incluso nella medesima colonna sonora. Nel 1986, con un altro colpo ad effetto, Adam inizia a dedicarsi alla carriera cinematografica.

Tornerà in sala d'incisione per l'album Manners and Physique, che non ottiene il successo previsto. Esso arriverà soltanto 19° nella classifica britannica costringendo l'artista ad una seconda pausa. Con il successivo album Wonderful uscito ben cinque anni dopo, ovvero nel 1995, Adam deve fare i conti con eccessive stroncature della critica. Wonderful viene dai più riscoperto ed apprezzato negli anni a seguire, durante il silenzio creativo dovuto alla malattia.

La carriera cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Adam Ant comparve in più di venti pellicole per il cinema e la televisione inglese ed ha scritto inoltre due libri, tra cui la sua autobiografia Stand & Deliver (dal titolo di una delle più note canzoni del gruppo). La sua carriera è stata poi interrotta da una malattia mentale (disturbo bipolare).

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Discografia con Adam and the Ants[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Adam and the Ants.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990 - Peel Sessions

Discografia solista[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - Live at the Bloomsbury

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999 - Sweetwater (film TV): Todd Badham
  • 1999 - Nikita (serie TV, stagione 3, ep. 12): Simon Crachek
  • 1997 - Face Down (film TV): Derek Fry
  • 1996 - Lover's Knot: Marvell
  • 1996 - Drop Dead Rock: Dave Donovan
  • 1995 - Cyber Bandits: Manny
  • 1995 - Batman (serie TV, stagione 3, ep. 15): Bert (voce)
  • 1995 - Desert Winds: il venezuelano pazzo
  • 1993 - Impulso omicida (film TV): Eric Boggs
  • 1993 - Love Bites: Zachary Simms
  • 1992 - Bersaglio di mezzanotte: Danny Rollins
  • 1989 - L'originale: James Callendar
  • 1988 - Out of Time (film TV): Richard Marcus
  • 1988 - Spellcaster: Diablo / Cyril St. Michael
  • 1987 - Lama d'acciaio: Mick
  • 1987 - Slamdance - Il delitto di mezzanotte: Jim Campbell
  • 1985 - Bliss (serie TV, stagione 1, ep. 1)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ant, A., Stand and Deliver: The Autobiography, p4
  2. ^ Ant, A., Stand and Deliver: The Autobiography, p10

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85419127 · LCCN: (ENn92109872 · ISNI: (EN0000 0000 7838 7373 · GND: (DE134315677 · BNF: (FRcb138908152 (data)