Festival di Sanremo 1953

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Festival di Sanremo 1953
Carla Boni.jpeg
Carla Boni, vincitrice in coppia con Flo Sandon's
EdizioneIII
Periodo29-31 gennaio
SedeCasinò di Sanremo
PresentatoreNunzio Filogamo
Trasmissione radioSecondo programma
Partecipanti10
Brani in gara20
VincitoreCarla Boni e Flo Sandon's
SecondoNilla Pizzi e Doppio Quintetto Vocale - Teddy Reno e Quartetto Stars
Terzo(ex aequo) Achille Togliani - Teddy Reno
(ex aequo) Gino Latilla (con il Doppio Quintetto Vocale) - Giorgio Consolini
Cronologia
Festival di Sanremo 1952Festival di Sanremo 1954

Il 3º Festival della canzone italiana[1] si tenne al salone delle feste del casinò di Sanremo dal 29 al 31 gennaio 1953 alle ore 22 e fu condotto, per la terza volta consecutiva, da Nunzio Filogamo.

A partire da questa edizione viene introdotta l'esibizione doppia delle canzoni, con ogni brano che viene presentato da due artisti diversi; l'esibizione doppia delle canzoni verrà mantenuta fino all'edizione del 1971 (con l'eccezione di quella del 1956) e ripresa in quelle del 1990 e 1991 (anche se in questi ultimi due casi si trattava solo di cover di ospiti stranieri, abbinati agli artisti italiani in gara).

La favorita Nilla Pizzi, accompagnata dal Doppio Quintetto Vocale (abbinata a Teddy Reno, accompagnato dal Quartetto Stars) non riuscì a sorpresa ad aggiudicarsi la terza vittoria di fila con la canzone Campanaro (classificatasi seconda) in quanto fu battuta dall'accoppiata Carla Boni-Flo Sandon's, che si aggiudicarono la kermesse con il brano Viale d'autunno.

Ma il brano di questa edizione rimasto maggiormente impresso nell'immaginario popolare fu Vecchio scarpone, cantato da Gino Latilla (accompagnato dal Doppio Quintetto Vocale) e da Giorgio Consolini, divenuta una canzone simbolo dello sciovinismo patriottico italiano a tal punto che fu accusato dalla sinistra dell'epoca di operare una malcelata apologia malinconico-nostalgica del regime fascista. Il brano si classificò terzo a pari merito con Lasciami cantare una canzone, cantata da Achille Togliani e Teddy Reno.

Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Interprete Ultime partecipazioni al Festival
Achille Togliani 1952
Carla Boni Esordiente
Doppio Quintetto Vocale Esordienti
Flo Sandon's Esordiente
Giorgio Consolini Esordiente
Gino Latilla 1952
Katyna Ranieri Esordiente
Nilla Pizzi 1952
Quartetto Stars Esordienti
Teddy Reno Esordiente

Classifica, canzoni e cantanti[modifica | modifica wikitesto]

Posizione Interprete Canzone Autori Voti ricevuti
Carla Boni - Flo Sandon's Viale d'autunno G. D'Anzi 64
Nilla Pizzi e Doppio Quintetto Vocale - Teddy Reno e Quartetto Stars Campanaro B. Cherubini e C. Concina 56
3° (ex aequo) Achille Togliani - Teddy Reno Lasciami cantare una canzone M. Cozzoli e C. A. Bixio 41
3° (ex aequo) Gino Latilla e Doppio Quintetto Vocale - Giorgio Consolini Vecchio scarpone Calibi, Pinchi e C. Donida 41
Gino Latilla - Giorgio Consolini Vecchia villa comunale R. Ruocco e N. Oliviero 40
Achille Togliani - Katyna Ranieri No Pierrot A. Costanzo e R. Salani 39
Carla Boni - Quartetto Stars Il passerotto E. Di Lazzaro e D. Valentini 33
Nilla Pizzi e Doppio Quintetto Vocale - Teddy Reno e Quartetto Stars Sussurrando buonanotte Danpa, B. Pallesi e V. Panzuti 22
Gino Latilla e Doppio Quintetto Vocale - Giorgio Consolini Tamburino del reggimento Deani 15
10° Nilla Pizzi e Doppio Quintetto Vocale - Teddy Reno e Quartetto Stars Papà Pacifico N. Rastelli e A. Fragna 2
NF Carla Boni - Katyna Ranieri Acque amare N. Salerno e C. A. Rossi
NF Carla Boni - Flo Sandon's Buona sera M. Evangelisti Tumminelli e C. Di Ceglie
NF Nilla Pizzi - Teddy Reno Canto della solitudine E. Bonagura e G. Redi
NF Katyna Ranieri - Achille Togliani Domandatelo V. Baselice e G. Fiorelli
NF Gino Latilla - Teddy Reno Innamorami M. Ruccione, E. Ceragioli e U. Bertini
NF Achille Togliani - Giorgio Consolini La mamma che piange di più G. Pisano e F. Rendine
NF Achille Togliani - Katyna Ranieri La pianola stonata M. Gigante e E. De Mura
NF Nilla Pizzi - Flo Sandon's L'altra V. Mascheroni e Biri
NF Gino Latilla - Giorgio Consolini Povero amico mio M. Rivi e C. Innocenzi
NF Carla Boni - Flo Sandon's Qualcuno cammina N. Rastelli e N. Casiroli

Notizie e dettagli[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1953 vennero introdotte una serie di innovazioni che allontanarono per sempre l'atmosfera bonaria e familiare delle prime due edizioni. Le canzoni vennero presentate in una doppia esecuzione con l'accompagnamento di due orchestre: quella tradizionale, diretta dall'ormai veterano Cinico Angelini, e quella più moderna di Armando Trovajoli, appassionato di jazz; le cronache dell'epoca non si lasciarono sfuggire l'occasione per dare ampio risalto alla rivalità, vera o presunta, tra i due maestri.[2] Ma anche la rosa dei partecipanti fu allargata, dato che ai tradizionali Nilla Pizzi e Achille Togliani si aggiunsero i più moderni, per quei tempi, Gino Latilla, Teddy Reno e Flo Sandon's. A questo festival appartiene il record storico di 3 minuti e 5 secondi di applausi per la canzone Acque amare nella versione di Carla Boni[3]: malgrado ciò, la canzone tuttavia non si qualificò alla finale.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Vengono presentate 10 canzoni per sera, per i primi due giorni. Al termine di ogni serata i giurati votano e decidono quali sono le 5 canzoni che hanno accesso alla finale e quali vengono eliminate. Durante la terza sera ha luogo la finale.
I giurati erano 320, diversi per ogni serata e così suddivisi: 80 sorteggiati fra il pubblico presente in sala, 240 fra gli abbonati alla Radio.
Per la prima volta viene introdotta nel regolamento la "doppia esecuzione": ogni canzone viene proposta nella stessa sera in due interpretazioni diverse con due diversi arrangiamenti, uno per ognuna delle due orchestre.

Orchestra[modifica | modifica wikitesto]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Direzione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Giulio Razzi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sanremo 1953, viaggio nella storia del Festival, in Recensiamo Musica, 27 agosto 2017. URL consultato il 3 settembre 2017.
  2. ^ Giorgio Lazzarini, «Cominciò con un grazie», Il Festival di Sanremo racconta i suoi 40 anni - 1ª puntata: 1951-1959, su Sorrisi e Canzoni TV n. 5, 31 gennaio 1990
  3. ^ Mario Casalbore, Canzoni Italiane, Fabbri Editori, 1994, Vol.4, pag.64

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Festival di Sanremo Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Festival di Sanremo