Virgilio Panzuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Virgilio Panzuti (Pietra Ligure, 18 novembre 19191994) è stato un compositore e produttore discografico italiano.

In alcuni casi ha usato gli pseudonimi Ariete, Mac Gillar e Mc Gillar[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essersi diplomato al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, iniziò a lavorare nella musica leggera scrivendo canzoni con il fratello Danpa.

Partecipò al Festival di Sanremo 1951 con Famme durmi', interpretata da Achille Togliani e dal Duo Fasano; ritornò al festival l'anno successivo con Una donna prega, presentata da Nilla Pizzi, e nel 1953 con Sussurrando buonanotte, presentata da Nilla Pizzi con il Doppio Quintetto Vocale e da Teddy Reno con il Quartetto Stars; con la quarta partecipazione, al Festival di Sanremo 1956, ottenne la vittoria con Aprite le finestre, interpretata da Franca Raimondi, con cui partecipò anche all'Eurofestival 1956[2].

Ritornò nuovamente al Festival dopo un periodo di pausa nel 1962 con Il nostro amore, interpretato da Gesy Sebena e Giacomo Rondinella.

In seguito fondò la casa discografica Play Records.

Con il fratello fondò le Edizioni musicali Cielo.

Canzoni scritte da Virgilio Panzuti[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Autori del testo Autori della musica Interpreti
1946 Buona notte angelo mio Danpa e Bruno Pallesi Mac Gillar Alberto Rabagliati
1946 La scuola del ritmo Danpa Virgilio Panzuti Alberto Rabagliati
1951 Famme durmi' Danpa Virgilio Panzuti Achille Togliani e Duo Fasano
1952 Una donna prega Pinchi Virgilio Panzuti Nilla Pizzi
1953 Sussurrando buonanotte Danpa e Bruno Pallesi Virgilio Panzuti Nilla Pizzi, Teddy Reno
1956 Aprite le finestre Pinchi Virgilio Panzuti Franca Raimondi
1957 Concerto d'autunno Camillo Bargoni Virgilio Panzuti Carla Boni
1958 Condannami Gian Carlo Testoni, Gaspare Gabriele Abbate Virgilio Panzuti Tony Dallara
1959 Romanina del bajon Bixio Cherubini Virgilio Panzuti Tony Dallara
1960 Splende il sole Danpa e Pinchi Virgilio Panzuti Fausto Cigliano, Irene D'Areni
1962 Il nostro amore Pinchi Virgilio Panzuti Gesy Sebena, Giacomo Rondinella
1963 Mandolinate a sera Tito Manlio Virgilio Panzuti Claudio Villa
1968 Canta canarito Danpa Virgilio Panzuti Loredana Taccani
1969 Un amore di periferia Danpa Virgilio Panzuti Loredana Taccani
1971 Dimmi ancora "Ti voglio bene" Danpa e Phersu Virgilio Panzuti e Sergio Censi Nando Gazzolo

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eddy Anselmi, Festival di Sanremo. Almanacco illustrato della canzone italiana, edizioni Panini, Modena, alla voce Panzuti, Virgilio

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN278520299 · ISNI (EN0000 0000 6302 9055 · LCCN (ENn2012008075 · GND (DE134590791 · BNE (ESXX1461171 (data) · BNF (FRcb14836897k (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2012008075