Soul II Soul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Soul II Soul
CaronWheeler.jpg
Paese d'origineRegno Unito Regno Unito
GenereNeo soul
Soul
Rhythm and blues
Periodo di attività musicale1988 – 1997
2009 – in attività
EtichettaVirgin Records/EMI
Sito ufficiale

I Soul II Soul sono un gruppo musicale neo soul britannico formatosi a Londra nel 1988.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato come sound system, il gruppo è stato fondato da Jazzie B, che ha contattato altri musicisti con cui ha firmato un contratto con la Virgin Records.

Nel 1988 sono stati pubblicati i primi singoli del gruppo che non hanno avuto molto seguito, ma il successo è arrivato con Keep on Movin' e soprattutto Back to Life (However Do You Want Me) (1989). Nell'aprile 1989 è uscito l'album d'esordio Club Classics Vol. One, certificato triplo disco di platino nel Regno Unito dalla BPI e doppio platino negli Stati Uniti dalla RIAA.[1][2]

La band ha vinto due Grammy Awards 1990 grazie al disco (miglior interpretazione R&B di un duo o gruppo e miglior interpretazione strumentale R&B). Sono stati inseriti nella lista dei candidati per il Grammy 1990 anche nella categoria Best New Artist. Il gruppo ha anche ricevuto quattro candidature agli American Music Awards e altrettante ai BRIT Awards nel 1990. Sempre nel 1990 i Soul II Soul hanno vinto tre Soul Train Music Awards.

Nel maggio 1990 è uscito il secondo album, anch'esso molto venduto soprattutto nel Regno Unito. Nel corso degli anni '90 sono stati pubblicati altri tre album in studio e una raccolta. Nel 1997 la band si è sciolta dopo aver avuto poco successo col quinto album.

Nel 2009 il gruppo si è riunito per una serie di concerti tenuti in Australia.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Attuale
Ex membri

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Melissa Bell, ex vocalist del gruppo, è madre di Alexandra Burke, cantante vincitrice della quinta edizione di The X Factor UK.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio
Raccolte
  • 1993 - Volume IV The Classic Singles 88-93
  • 2003 - Classic Masters

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BPI.co.uk
  2. ^ riaa.com Archiviato il 24 settembre 2015 in Internet Archive.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN131497499 · ISNI (EN0000 0001 2158 9764 · LCCN (ENn96010768 · GND (DE10292401-6 · BNF (FRcb13928620r (data) · WorldCat Identities (ENn96-010768