Simona Izzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simona Izzo (1975)

Simonetta Izzo[1] (Roma, 22 aprile 1953) è un'attrice, doppiatrice, regista, scrittrice e sceneggiatrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del doppiatore e direttore del doppiaggio Renato Izzo e di Liliana D'Amico (che gestisce la società di doppiaggio Pumaisdue, originariamente fondata dal marito), ha una sorella gemella, Rossella, e due sorelle minori, Fiamma e Giuppy.

Comincia la sua carriera nel mondo dello spettacolo come doppiatrice sin dalla tenera età, arrivando a vincere il Nastro d'argento nel 1990 per aver dato la voce al personaggio interpretato dall'attrice Jacqueline Bisset nel film Scene di lotta di classe a Beverly Hills.

Dopo aver presentato in televisione Giochi senza frontiere (1982) insieme a Michele Gammino, anch'egli doppiatore, recita nei film In camera mia (1992) di Luciano Martino, Prestazione straordinaria (1994) di Sergio Rubini e Simpatici & antipatici (1998) di Christian De Sica e cura la sceneggiatura di quasi tutti i titoli diretti da Ricky Tognazzi, da lei sposato nel 1995 dopo una lunga relazione con Maurizio Costanzo. Dal 1975 al 1978 era stata invece coniugata con Antonello Venditti, dal quale ebbe il figlio Francesco, oggi anch'egli attore e doppiatore che l'ha resa nonna di tre nipoti. Nel 2012 in coppia con il figlio, è stata concorrente della prima edizione dell'adventure game di Rai 2 Pechino Express, condotto da Emanuele Filiberto di Savoia, venendo eliminati nel corso della quarta puntata.

Il suo esordio nella regia avviene nel 1987, dirigendo insieme a Rossella il film televisivo Parole e baci. Nel 1994 dirige Maniaci sentimentali, commedia sul matrimonio che le vale il David di Donatello come miglior regista esordiente. Del 1997 è Camere da letto, che la vede anche attrice al fianco dei protagonisti Diego Abatantuono e Maria Grazia Cucinotta. Nel 2003 realizza Io no, firmato insieme a Ricky Tognazzi, e nel 2007 Tutte le donne della mia vita.

Antonello Venditti, Simona Izzo, Francesco De Gregori e Riccardo Cocciante durante le prove di Racconto (1973)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

È stata presentatrice della rubrica RAI Prossimamente - Programmi per sette sere.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco Artisti Settore Audiovisivo Rappresentati da Nuovo IMAIE (al 31/01/2014) (PDF), su areasoci.nuovoimaie.it, IMAIE. URL consultato il 16 settembre 2015 (archiviato il 17 settembre 2015).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001: Diario di una donna che ha tradito, edito da Avagliano
  • 2004: Sms - Sesso matrimonio sofferenza, edito da Gallo & Calzati
  • 2007: Tutte le donne della mia vita (con Luisella Bolla), edito da Marlin
  • 2007: L'amore delle donne, edito da Arnoldo Mondadori Editore
  • 2009: Mascalzoni latini - Come ci amano gli uomini, edito da Arnoldo Mondadori Editore
  • 2010: Quando l'amore non aspetta - Storie di uomini e passione: come ritrovare il controllo del piacere (con Vincenzo Mirone), edito da Sperling & Kupfer

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN86786755 · LCCN: (ENn97073650 · SBN: IT\ICCU\BVEV\015866 · ISNI: (EN0000 0000 6302 9768 · GND: (DE173832199