Angelo Tumminelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Angelo Tumminelli

Angelo Tumminelli (Milano, 30 agosto 1969) è un produttore teatrale e imprenditore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Milano, da una famiglia di imprenditori di origine siciliana trapiantata in Lombardia negli anni '50. Quarto di cinque figli, appena diciottenne si arruola come sottufficiale nel corpo dei Bersaglieri per poi congedarsi nel 1992. In seguito viene assunto dal Teatro Manzoni di Roma dove farà molteplici esperienze in campo tecnico in qualità di siparista, macchinista, elettricista e direttore di scena. In questo stesso periodo inizia una lunga e duratura collaborazione in campo organizzativo con Alberto Vernassa, esercente e organizzatore teatrale.

L'incontro con l'impresario Francesco Bellomo e l'attore e regista Michele Placido gli consentiranno di effettuare una serie di tournée teatrali nei ruoli di figurante, direttore di scena e amministratore di compagnia. Queste esperienze lo condurranno naturalmente nell'ambito della produzione teatrale, dapprima in veste di produttore esecutivo[1] e nel 2001, con la fondazione della società Star Dust, esordisce come produttore indipendente con lo spettacolo Le Square di Marguerite Duras con protagonista l'attrice francese Fanny Ardant[2] che per la prima volta si esibisce dal vivo in Italia nel teatro all'aperto dei giardini della Filarmonica Romana. Nello stesso anno contribuisce alla realizzazione dello spettacolo - concerto Il teatro immaginario di Hector Berlioz con Fanny Ardant e Jeffrey Tate messo in scena al Teatro La Fenice di Venezia.[3] La cifra stilistica che contraddistingue i propri lavori e lo rende un caso peculiare nel panorama dello spettacolo dal vivo italiano è la trasposizione teatrale di note opere cinematografiche[4]. Sono infatti di Angelo Tumminelli le produzioni di Harry, ti presento Sally...[5], Quattro matrimoni e un funerale, L'apparenza inganna tratto dall'omonima pellicola di Francis Veber e, nel 2015, ha portato in scena la riduzione del film diretto nel 1969 da Stanley Donen: Quei due (Staircase)[6]. Un'altra caratteristica è stata quella di aver fatto debuttare e recitare in Italia alcuni attori di fama internazionale nella propria lingua madre; grazie ad Angelo Tumminelli, infatti, nel 2001 al Festival teatrale della Versiliana debutta Notturno Pirandelliano dove uno dei testi del noto drammaturgo siciliano, L'uomo dal fiore in bocca, veniva recitato dal Premio Oscar F. Murray Abraham e Michele Placido in inglese e simultaneamente tradotto da didascalie[7]. Nel 2006, sempre nel contesto della Versiliana, sarà la volta della star Catherine Deneuve che, in coppia con Michele Placido, calcherà per la prima volta le scene dei teatri del Bel Paese con lo spettacolo Mi ricordo.

Nel 2008, contribuisce alla realizzazione della manifestazione denominata "Notti di Cinema", con la direzione artistica del Maestro Nunzio Areni, alla quale partecipano artisti di fama internazionale.

nel 2009, la manifestazione denominata "I magnifici sette", diretta dal Maestro Nunzio Areni, per il rilancio del turismo culturale della provincia di Caserta. Anche qui parteciperanno gli attori: Stefania Sandrelli, Isabella Ferrari, Giulio Scarpati, Fabrizio Bentivoglio, Michele Placido e Catherine Deneuve.

Nel 2009, su volontà della poetessa Alda Merini, ha realizzato il film documentario Alda Merini - Una donna sul palcoscenico[8], per la regia di Cosimo Damiano Damato, proiettato come evento speciale alle Giornate degli autori nell'ambito della 66ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[9]. Dal 2015 collabora alla realizzazione della manifestazione Passi nella neve - Il ghiacciaio di nessuno che si svolge annualmente sul Monte Adamello nelle trincee della prima guerra mondiale. Nel 2016 Angelo Tumminelli fa esordire l'attrice, regista e sceneggiatrice Simona Izzo come drammaturga teatrale commissionandole e mettendo in scena il testo Figli, mariti, amanti...(Il maschio superfluo) che debutta con grande successo al Teatro dell'Aquila di Fermo.

All'attività di produttore ha affiancato nel corso degli anni anche quella di autore teatrale e musicale ed occasionalmente quella di doppiatore, prestando la voce al personaggio del "Colombo impiccione" nel film d'animazione La luna nel deserto per la regia di Cosimo Damiano Damato. Ha collaborato e collabora con molti artisti e personalità di fama nazionale e internazionale tra i quali F. Murray Abraham[10], Giancarlo Giannini, Michele Placido, Fanny Ardant, Gérard Depardieu, Catherine Deneuve[11], Mariangela Melato, Alda Merini, Ettore Scola, Sergio Rubini, Isabella Ferrari, Ennio Fantastichini, Riccardo Scamarcio, Fabrizio Bentivoglio, Valerio Binasco, Laura Morante, Stefania Sandrelli, Neri Marcorè, Lunetta Savino, Violante Placido, Maria Luisa Spaziani, Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Flavio Bucci, Marcello Veneziani, Michele Mirabella, Maurizio Micheli, Lino Patruno, Achille Serra, Peppino Patroni Griffi, Amedeo Minghi, Arnoldo Foà, Antonio Gnoli, Mario Monicelli, Alain Robbe-Grillet, Marina Massironi, Giampiero Ingrassia, Folco Quilici, Gregorio Botta, Nora Venturini, Carlo Delle Piane, Elisabetta Gardini, Eleonora Brigliadori, Anna Mazzamauro, Elisabetta Pozzi, Gino Landi, Luciana Turina, Omar Sharif, Luciano Odorisio, Enzo Garinei, Vincenzo Crocitti, Massimo Dapporto, Tullio Solenghi, Massimo Lopez, Giulio Scarpati, Edoardo Erba, Renato Giordano, Ugo Dighero, Enzo Decaro, Cosimo Damiano Damato, Gianni Fenzi, Arianna, Antonello Falqui, Roberto Valerio, Daniele Falleri, Arturo Annecchino, Giuliano Grittini, Francesco Escalar e Dino Scuderi, Enrico Pieranunzi, Ramin Bahrami, Vittorio Sgarbi, Toni Trupia, Sergio Castellitto, Cristiana Capotondi, Roberto Vecchioni, Ornella Muti, Max Biaggi, Serena Autieri, Domenico De Masi, Nuccio Ordine, Moni Ovadia, Padre Enzo Fortunato, Monsignor Giulio Dellavite, Andrea Pezzi, Andrée Ruth Shammah, Fabrizio Bosso, Malena, Luciano Biondini, Fiamma Nirenstein e Valerio Cappelli.

Svolge anche l'attività di rappresentante fiduciario di importanti autori italiani. Collabora inoltre alla realizzazione del premio "Pio Alferano", dedicato all'omonimo generale dei Carabinieri, diretto da Vittorio Sgarbi e presieduto da Santino Carta.

Nel 2019 ha realizzato la produzione artistica del Festival dell'Essere, festival filosofico diretto da Vittorio Sgarbi. Nel 2022 riporta sul palcoscenico, dopo vent'anni di assenza, l'attore e regista Sergio Castellitto con un testo di Margaret Mazzantini: Zorro, Un eremita sul marciapiede riscuotendo un grande successo di critica e pubblico.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Si sposa nel 2007 nella suggestiva Cattedrale di Piazza Armerina. Nel 2009 nasce la figlia Elena. È separato dal 2018.

Teatrografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Produzioni esecutive[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana

D.P.R. del 27 dicembre 2021

Per particolari benemerenze acquisite verso la Nazione

  • 2019 XXI Rassegna di Teatro - Scuola "Pulcinellamente"

Consegna della targa con la seguente motivazione: per la grande sensibilità, immensa generosità e preziosa vicinanza.

  • 2018 XX Rassegna di Teatro - Scuola "Pulcinellamente"

Consegna del Premio "Amici di Pulcinellamente - costruttori di futuro" realizzato da Lello Esposito in occasione del ventennale della Rassegna tenutasi nella Sala della Regina di Palazzo Montecitorio

Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana

D.P.R del 13 gennaio 2017

Per particolari benemerenze acquisite verso la Nazione

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica italiana

D.P.R del 27 dicembre 2006

Per particolari benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle Arti dello Spettacolo

  • 2016 XVIII Rassegna di Teatro – Scuola “Pulcinellamente”

Consegna della targa con la seguente motivazione: produttore di rara sensibilità umana, culturale ed artistica.

  • 2012 III edizione Premio “Nisseni nel mondo”

Premio per l'imprenditoria (Soc. spettacolo) Associazione Club Nissa - Comune di Caltanissetta

  • 2010 XII Rassegna di Teatro – Scuola “Pulcinellamente”

Consegna della targa con la seguente motivazione: per la sua preziosa collaborazione.

  • 2009 XI Rassegna di Teatro – Scuola “Pulcinellamente”.

Consegna della targa con la seguente motivazione: per la preziosa collaborazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Creatività e Rigore, su italiaoggi.it. URL consultato l'8 giugno 2016.
  2. ^ Spasimo, la Ardant legge Marguerite Duras, su ricerca.repubblica.it. URL consultato l'8 giugno 2016.
  3. ^ Copia archiviata (PDF), su teatrolafenice.it. URL consultato il 17 marzo 2017 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2017).
  4. ^ Zoraide Cremonini, "Vogue on stage" - "Vogue" - Ottobre 2006, N.264, pg. 108, pg. 113.
  5. ^ Flavia Gamberale, "Il teatro saccheggia i film Usa e chiede aiuto alle star della Tv" - "Quotidiano Libero", 24 aprile 2007, pag.9
  6. ^ "Quei due": Massimo Dapporto e Tullio Solenghi al Civico con una commedia sull'amore URL consultato in data 21 giugno 2016.
  7. ^ Pirandello fa l'americano - la Repubblica.it
  8. ^ Angelo Tumminelli, su filmitalia.org. URL consultato l'8 giugno 2016.
  9. ^ Ada Merini, una donna sul Palcoscenico, su apuliafilmcommission.it. URL consultato l'8 giugno 2016.
  10. ^ Taormina Arte, Pirandello [collegamento interrotto], su taormina-arte.com. URL consultato l'8 giugno 2016.
  11. ^ Flop teatrale di Deneuve, Placido, su ricerca.repubblica.it. URL consultato l'8 giugno 2016.