Nastro d'argento

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Nastro d'Argento è il Premio cinematografico di interesse culturale nazionale assegnato dal 1946 dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI). È uno dei più antichi premi cinematografici del mondo, secondo per anzianità solo agli Oscar. È stato consegnato per la prima volta nel 1946 a Roma, all'Hotel de Russie, ma la sua storia, vissuta poi prevalentemente tra Roma e Taormina, con l'eccezione di alcune edizioni particolari (a Firenze, dopo l'alluvione, in segno di solidarietà) e sempre nei suoi primi anni di vita anche a Sorrento, è legata soprattutto al glamour di un luogo leggendario per la storia del cinema italiano, il Teatro Antico di Taormina, dove i Nastri sono tornati, con edizioni sempre più attese dal mondo del cinema, ormai stabilmente dal 2000. I Premi sono assegnati sulla base di 'cinquine' proposte dal Direttivo Nazionale del Sindacato al voto (notarile) degli iscritti al Sindacato, giornalisti cinematografici della carta stampata, delle tv, delle radio e ora anche del web.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Sindacato dei giornalisti cinematografici fu fondato nello stesso anno in cui sono nati i Nastri, il 1946, da un gruppo di giornalisti e saggisti di cinema, alcuni dei quali divennero in seguito registi (Steno e Mario Soldati, che ne fu primo presidente) e grandi autori (Michelangelo Antonioni, Antonio Pietrangeli). Il primo regolamento motivava l'istituzione del Nastro d'Argento per «promuovere il continuo miglioramento artistico, tecnico e industriale della cinematografia italiana e rendere omaggio alle sue rilevanti acquisizioni».

Nelle prime edizioni i premi sono stati conferiti ai film presentati nel corso dell'annata considerata dall'industria, quella che si conclude con la fine dalla stagione; sono stati poi attribuiti alle pellicole uscite nell'anno solare, mentre negli ultimi anni vengono di nuovo assegnati ai film usciti in sala entro i giorni immediatamente seguenti al Festival di Cannes, quindi entro gli ultimi giorni di maggio, quando vengono annunciate le 'cinquine' finaliste alle quali è dedicata una manifestazione con tutti i candidati ai Premi. Dopo alcune edizioni nella sede dell'Accademia di Francia a Villa Medici, si tiene, sempre a Roma, nello spazio del Museo MAXXI.

Con i Nastri d'Argento i giornalisti premiano il film dell'anno, il regista del miglior film, l'esordiente, le attrici e gli attori, i migliori tecnici. Hanno assegnato in passato il premio al miglior doppiatore, oggi segnalano invece -unici tra i grandi riconoscimenti- anche il casting director. Il Nastro d'Argento è considerato il più affidabile e prestigioso fra i premi italiani dedicati al cinema e l'unico riconoscimento ufficiale del cinema italiano, oltre il David di Donatello, promosso dall'Accademia Nazionale del Cinema Italiano.

Uno degli ultimi Nastri 'importati' nel palmarès dei giornalisti è quello destinato alla commedia, un premio nato con l'intento di valorizzare quel genere unico che "che ha reso grande il cinema italiano anche all'estero". E in questa particolare originalità i Nastri sono l'unico tra i grandi premi a dare visibilità alla commedia italiana segnalandone autori e protagonisti con lo stesso rilievo dato al cinema d'autore.

Alla consegna dei Nastri d'Argento sono abbinati i Premi Guglielmo Biraghi assegnati dal 2001, destinati ai migliori tra i giovani attori esordienti nel cinema dell'anno. I Nastri ospitano a Taormina nella loro serata anche il Premio Manfredi, nati per ricordare il grande Nino, insieme alla famiglia.

Categorie di premi[modifica | modifica wikitesto]

I premi attualmente assegnati sono i seguenti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Il sito ufficiale del SNGCI è www.cinemagazineweb.it

Presidente del SNGCI è da molti anni la giornalista Laura Delli Colli.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema