Orazio (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Orazio
Paese Italia
Anno 1984-1986
Formato serie TV
Genere sitcom
Stagioni 3 Modifica su Wikidata
Episodi 60 Modifica su Wikidata
Durata 25 min (episodio)
Lingua originale italiano
Rapporto 4:3
Crediti
Ideatore Maurizio Costanzo
Regia Alberto Silvestri
Interpreti e personaggi
Musiche Paolo Pietrangeli, Franco Verrucci
Prima visione
Dal 28 settembre 1984
Al 1986
Rete televisiva Canale 5

Orazio è stata una sitcom italiana prodotta in tre stagioni dal 1984 al 1986 e trasmessa su Canale 5.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La sitcom racconta le vicende della famiglia del presentatore-giornalista Orazio, interpretato da Maurizio Costanzo, per la prima volta nell'insolita veste di attore, composta dalla moglie Anna Maria (interpretata dall'allora compagna di Costanzo, Simona Izzo, poi sostituita nella seconda stagione da Emanuela Giordano, quando il rapporto tra Costanzo e la Izzo si concluse), dai figli Simone (Michael Sebasti) e Chiara (Francesca Rinaldi), mentre nella terza stagione con il ritorno nel cast di Simona Izzo[1] fece la sua comparsa Alessia Fabiani nel ruolo di Carlotta, figlia adottiva di Orazio e Anna Maria. Nella sitcom gravitavano altri personaggi come la vicina di casa Cinzia (Luciana Negrini) e i suoceri di Orazio, interpretati da Angiolina Quinterno e Tullio Valli.

La serie, che andava in onda all'interno del contenitore pomeridiano Buona Domenica, condotto dallo stesso Costanzo con Corrado, vinse il Telegatto come migliore sceneggiatura originale dell'anno, scritta da Lidia Ravera, Franco Verrucci e Paolo Pietrangeli.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV
Prima stagione  ? 1984-1985

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Laura Delli Colli, E, DOPO CINQUANTA PUNTATE 'ORAZIO' SI TINGE DI GIALLO, in repubblica.it, 16 aprile 1986. URL consultato il 14Gennaio2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione