Pechino Express

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pechino Express
Logo Pechino Express.png
Logo del programma
Titolo originalePeking Express
PaeseItalia
Anno2012-2018, 2020, 2022 – in produzione
Generereality, avventura
Edizioni9
Puntate90 (al 12 maggio 2022)
Durata110-130 min (ed. 1-3, 9+)
150 min (ed. 4-8)
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreEmanuele Filiberto di Savoia (2012)
Costantino della Gherardesca (dal 2013)[1]
IdeatoreLudo Poppe
Casa di produzioneBanijay Italia
Rete televisivaRai 2 (2012-2020)
Sky Uno e Now (2022)

Pechino Express è un reality show italiano in onda dal 2012 al 2020 su Rai 2 e dal 2022 su Sky Uno e in streaming su Now, adattamento del format belga-olandese Peking Express creato da Ludo Poppe.

Format[modifica | modifica wikitesto]

Il format del programma consiste in una gara tra coppie di conoscenti, famosi e non, che si sfidano lungo un percorso di circa 7 000 km per raggiungere una determinata meta in un viaggio a tappe di alcuni giorni. Ogni concorrente ha a disposizione una dotazione minima contenuta in uno zaino e un euro al giorno in valuta locale con cui dovrà soddisfare i suoi bisogni primari. Le coppie non possono utilizzare il denaro per pagare i mezzi di trasporto, anche se possono farsi pagare il biglietto di un mezzo pubblico da parte degli abitanti della zona.

Sui vari percorsi sono presenti delle piccole "missioni" che le coppie devono affrontare per poter avanzare nel gioco. A metà del percorso viene posto un traguardo intermedio, dove si trova il libro rosso di Pechino Express che le coppie devono firmare per attestare il loro arrivo. Qui si svolge la sfida più importante di ciascuna tappa tra le prime coppie arrivate: la prova immunità o prova vantaggio. A partire dalla quarta edizione in alcune puntate la prova non è stata proposta. Al traguardo finale è invece posizionato soltanto un tappetino rosso. La coppia vincitrice di ogni tappa viene premiata con una medaglia a cui sono associati 5.000 euro in gettoni d'oro da devolvere in beneficenza a un'associazione del luogo. Nel corso della cerimonia di premiazione il conduttore decreta l'ordine di arrivo di tutte le coppie; i vincitori avranno il compito di decidere quale delle ultime due coppie arrivate sarà eliminata.

Nella settima edizione, le coppie a rischio eliminazione che arriveranno ultime nel traguardo di tappa salgono a tre, di cui una viene salvata dalla coppia vincitrice di tappa e un'altra viene salvata a maggioranza dal gruppo dei viaggiatori.[2]

Nell'ultima puntata del programma le tre coppie rimaste si sfidano nello sprint finale per giungere al traguardo definitivo; nella prima parte di quest'ultima tappa vengono decise le due coppie finaliste, mentre nella seconda parte viene dichiarata la coppia vincitrice.

Dopo otto edizioni trasmesse su Rai 2, il 21 luglio 2020 viene ufficializzato il passaggio del reality su Sky Uno.[3]

Elementi del gioco[modifica | modifica wikitesto]

Libro rosso[modifica | modifica wikitesto]

È il libro simbolo di Pechino Express in quanto raccoglie le firme dei concorrenti una volta che raggiungono il traguardo intermedio. Decreta dunque la partecipazione o meno alla prova immunità/prova vantaggio. Ogni coppia ha diritto a firmare solo dopo che entrambi i componenti hanno toccato il libro rosso.

Traguardo dell'immunità o del vantaggio[modifica | modifica wikitesto]

È una novità dalla quarta edizione. La prima coppia che lo raggiunge guadagna l'immunità/vantaggio, mentre l'ultima subisce una penalizzazione. Viene proposto solo in alcune puntate, quando non è possibile organizzare la prova intermedia. A partire dalla quinta edizione è stato aggiunto il traguardo del vantaggio dove la prima coppia che lo raggiunge guadagna un vantaggio sulle altre coppie insieme ad un bonus.

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Prova immunità[modifica | modifica wikitesto]

È una prova alla quale vi prendono parte le prime due, tre o quattro coppie a raggiungere il traguardo intermedio. La coppia vincitrice della prova non potrà essere eliminata al traguardo finale della tappa, e quindi ottiene di diritto l'accesso alla tappa successiva, oltre ad alcuni benefici come un confortevole alloggio notturno o un'esperienza speciale nel corso del viaggio e l'opportunità di rallentare il percorso delle coppie avversarie assegnando un eventuale handicap.

Prova vantaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nella prova vantaggio la coppia vincitrice riceve un bonus che agevola la sua posizione finale al traguardo di tappa (guadagnando una posizione in classifica oppure, solo nella settima edizione, due), ma non è esclusa da un'eventuale eliminazione.

Nell'ottava edizione, le coppie che si qualificano per la prova vantaggio, non devono cercare alloggio per la notte.

Prova svantaggio[modifica | modifica wikitesto]

Questa prova è stata effettuata solo nella settima tappa della settima edizione. In questa prova, partecipano le ultime due coppie arrivate al Libro Rosso di Pechino Express dove chi perde dovrà viaggiare con un handicap fino al traguardo di tappa.

Buste[modifica | modifica wikitesto]

La busta viene consegnata a inizio tappa alla coppia vincitrice della puntata precedente e non deve essere aperta fino alla fine dell'intera tappa. Al traguardo finale la busta viene riconsegnata al presentatore che la aprirà solo dopo la comunicazione del nome della coppia a rischio eliminazione.

Busta nera[modifica | modifica wikitesto]

La coppia arrivata prima al traguardo finale ha la possibilità di nominare una tra le ultime due arrivate. Il foglio all'interno della busta nera può recitare la scritta: Eliminati o Non eliminati. Nel primo caso la coppia esce dal gioco, nel secondo caso la coppia si salva.

In alcune tappe, la coppia eliminata dalla Busta nera riceve un'altra possibilità, infatti se supera una missione può rientrare in gara nella tappa successiva mentre in caso contrario viene eliminata definitivamente. Nella quinta edizione la coppia in questione diventa coppia dormiente mentre nella settima edizione diventa coppia velata. In entrambi i casi la missione era quella di catturare tre coppie all'interno di un multivan.

Nella prima edizione la busta nera era presente solo dalla settima tappa e stabiliva se l'ultima coppia arrivata doveva uscire o meno dal gioco, nelle precedenti puntate invece la coppia eliminata da quella vincitrice della tappa usciva definitivamente dalla gara. Da allora, la Busta nera è diventata una costante del programma. Nella quarta e quinta edizione le coppie che si sono salvate grazie alla busta nera sono state accompagnate da un "passeggero misterioso" nella tappa successiva.

Nella settima edizione la coppia arrivata per prima al traguardo finale ha invece la possibilità di salvarne una tra le ultime tre arrivate, sarà poi una votazione di tutto il gruppo di concorrenti a stabilre quale sarà quella che andrà a rischio eliminazione con la busta nera.

Busta d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Questa novità, introdotta nella sesta edizione, prevede che la coppia vincitrice della tappa possa decidere tra l'eliminazione diretta di una delle due coppie arrivate ultime al traguardo o una sfida tra le stesse nella tappa successiva: chi perde la sfida viene eliminato.

Stelle[modifica | modifica wikitesto]

È una novità della sesta edizione. La coppia vincitrice dell'immunità e la coppia vincitrice di tappa guadagnano una stella, la quale darà loro un vantaggio nella tappa successiva. Inoltre, la coppia che avrà guadagnato più stelle avrà anche un ulteriore vantaggio nella tappa finale.

Palette[modifica | modifica wikitesto]

Nella settima edizione il momento dell'eliminazione è stato cambiato: a rischio non vanno più le ultime due coppie, bensì le ultime tre e chi andrà a casa sarà deciso dal resto del gruppo che voterà con le palette (e non più dai vincitori della tappa, i quali votano solo in caso di parità).

Handicap[modifica | modifica wikitesto]

L'handicap più comune di Pechino Express è il compimento di una missione extra oppure la consegna a una coppia, scelta dai vincitori della prova immunità/vantaggio, di un oggetto da riportare intatto alla fine della tappa. Tuttavia ve ne possono essere altri presenti anche all'interno della tappa.

Automarcia[modifica | modifica wikitesto]

È un'auto messa a disposizione dalla produzione all'insaputa dei concorrenti nella seconda edizione. Questo mezzo dall'aspetto molto curato ha girato le strade percorse dalle coppie, e chi vi si è avvicinato in cerca di autostop ha ricevuto un passaggio gratuito; una volta saliti a bordo i concorrenti hanno ascoltato un messaggio audio che li informava del fatto che l'automarcia li avrebbe ricondotti indietro fino al termine della riproduzione del brano Il carrozzone di Renato Zero.

Bandiere[modifica | modifica wikitesto]

Le bandiere sono uno dei possibili handicap assegnati ad una coppia.

Bandiera nera[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera nera viene consegnata ad una coppia in modo casuale oppure dal presentatore o anche, di solito, dalla coppia vincitrice della prova vantaggio/immunità a un'altra coppia avversaria. La bandiera nera può essere successivamente passata ad altri concorrenti non appena chi la detiene la sventola di fronte agli avversari, i quali sono tenuti a scendere dai mezzi su cui viaggiano; inoltre, chi ha appena passato di mano la bandiera non può riceverla per i successivi trenta minuti. La coppia che è in possesso di questo handicap entro un certo limite dalla fine della tappa (contrassegnato da una bandiera di Pechino Express) è retrocessa di una posizione. La bandiera nera viene disattivata per tutta la durata della notte. Se la produzione scopre che la bandiera è stata volutamente ignorata, scatta una penalizzazione.

Nella terza edizione assieme alla bandiera le coppie dovevano portare con sé anche la Marchesa Daniela del Secco D'Aragona (definita la Marchesa Nera), già concorrente della seconda edizione di Pechino Express.

Nella quarta edizione invece a un certo punto della tappa le coppie hanno dovuto pescare casualmente tra cinque cilindri, uno dei quali conteneva la bandiera che è durata due giorni. Similmente, nella quinta edizione i concorrenti hanno scelto a metà tappa una tartaruga di peluche che poteva contenere al suo interno la bandiera. Nella sesta invece, la bandiera nera è stata usata solo nella prima parte della settima tappa, fino alla prova vantaggio.

Bandiera rosa[modifica | modifica wikitesto]

È stato un tipo di handicap assegnato dalla coppia vincitrice della prova immunità a una avversaria nella seconda edizione; è consistito nell'accompagnare una maialina di nome Angelina tenuta per mezzo di un guinzaglio. La bandiera rosa, se sventolata davanti a una coppia avversaria, ha permesso agli accompagnatori del maialino di passare l'handicap agli altri concorrenti, similmente alla bandiera nera, e la possibilità di non riceverlo dagli stessi avversari per i successivi trenta minuti. La coppia che ha visto la bandiera è inoltre stata obbligata a lasciare il mezzo di trasporto sul quale stava viaggiando. La bandiera rosa è rimasta attiva fino a pochi chilometri dal traguardo, dove la coppia con la maialina ha dovuto attendere quindici minuti prima di ripartire, al fine di nutrire la maialina con il cibo e l'acqua forniti loro dalla produzione. Il possesso di essa non ha comportato ulteriori penalizzazioni.

Bandiera avvelenata[modifica | modifica wikitesto]

La bandiera avvelenata, che ha fatto il suo esordio nella nona edizione, è stato un handicap assegnato all'inizio di una nuova tappa dalla coppia vincitrice della tappa precedente a un'altra coppia avversaria. La bandiera avvelenata, come la bandiera nera, può essere successivamente passata ad altri concorrenti non appena chi la detiene la sventola di fronte agli avversari, con l'handicap aggiuntivo di portare con sè una terza persona insieme alla bandiera. La coppia che è in possesso di questo handicap al Libro rosso è retrocessa di una posizione. La bandiera avvelenata viene disattivata per tutta la durata della notte e durante le missioni.

Simbiosi[modifica | modifica wikitesto]

Questa novità, introdotta nella settima edizione, prevede che la coppia vincitrice della tappa possa decidere le due coppie che dovranno viaggiare da quel momento in poi in simbiosi, senza la possibilità di fare azioni rilevanti rispetto alla gara se non sono insieme. Tuttavia, possono procedere separate, comunicando attraverso un telefono analogico, ma devono presentarsi insieme ai traguardi e alle sfide.

Vampirizzazione[modifica | modifica wikitesto]

È stato un tipo di handicap assegnato nella seconda edizione dalla coppia vincitrice della prova immunità a una avversaria. Durante una missione tutte le coppie tranne quella vampirizzata hanno ricevuto un amuleto mentre ai concorrenti ai quali è stato assegnato l'handicap è stata consegnata una cesta con cinque clessidre della durata di quindici minuti. Per non retrocedere di una posizione una volta giunti al traguardo, i concorrenti vampirizzati hanno dovuto recuperare almeno tre amuleti e in cambio del ciondolo hanno consegnato una clessidra. La coppia alla quale è stato sottratto l'amuleto ha dovuto attendere quindici minuti prima di poter ripartire.

Passeggero misterioso[modifica | modifica wikitesto]

Nella quarta e quinta edizione, se la coppia scelta per l'eliminazione si salva, dovrà percorrere la tappa (o parte di essa) con un passeggero, di cui inizialmente il conduttore svela solo il nome, che deve cercare di penalizzare in qualche modo la coppia con cui deve viaggiare, prendendo anche alcune decisioni importanti. Esso inoltre può diventare handicap nella seconda parte della tappa. Un caso particolarmente sui generis si è verificato nella seconda puntata della quarta edizione, in cui il conduttore Costantino della Gherardesca e il Passeggero Misterioso Giancarlo Magalli si sono scambiati i ruoli di conduttore e handicap a metà del secondo episodio; in modo analogo, nell'ottava puntata della quinta stagione, Costantino della Gherardesca ha lasciato condurre la prima parte della puntata a Roberto Giacobbo, che è intervenuto come passeggero misterioso solo a partire dal traguardo intermedio.

Zavorre[modifica | modifica wikitesto]

Nella quinta tappa della settima edizione, le ultime due coppie a rischio eliminazione della tappa precedente hanno viaggiato con un passeggero fino al traguardo finale. Nell'ottava tappa della settima edizione la coppia che ha vinto la prova vantaggio ha potuto decidere due coppie alle quali assegnare le "zavorre".

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Conduzione Rete

televisiva

Coppie Periodo Puntate Continente Nazioni Vincitori
Inizio Fine
Emanuele Filiberto di Savoia Rai 2 11 13 settembre 2012 15 novembre 2012 10 Asia India India Nepal Nepal Cina Cina Alessandro Sampaoli Debora Villa
7700 km Gli attori
Costantino della Gherardesca 10 8 settembre 2013 4 novembre 2013 Vietnam Vietnam Cambogia Cambogia Laos Laos Thailandia Thailandia Massimiliano Rosolino Marco Maddaloni
8000 km Gli sportivi
7 settembre 2014 3 novembre 2014 Birmania Birmania Malaysia Malaysia Singapore Singapore Indonesia Indonesia Stefano Corti Alessandro Onnis
8000 km I coinquilini
7 settembre 2015 2 novembre 2015 America Ecuador Ecuador Perù Perù Brasile Brasile Antonio Andrea Pinna Roberto Bertolini
8000 km Gli antipodi
8 12 settembre 2016 14 novembre 2016 Colombia Colombia Guatemala Guatemala Messico Messico Alessio Stigliano Alessandro Tenace
7000 km I socialisti
9 13 settembre 2017 8 novembre 2017 Asia Filippine Filippine Taiwan Taiwan Giappone Giappone Valentina Pegorer Ema Stokholma
6000 km Le clubber
11 20 settembre 2018 22 novembre 2018 Africa Marocco Marocco Tanzania Tanzania Sudafrica Sudafrica Maria Teresa Ruta Patrizia Rossetti
15000 km Le signore della TV
11 febbraio 2020 14 aprile 2020 Asia Thailandia Thailandia Cina Cina Corea del Sud Corea del Sud Nicole Rossi Jennifer Poni
7000 km Le collegiali
Costantino della Gherardesca Enzo Miccio Sky Uno Now 10 10 marzo 2022 12 maggio 2022 Turchia Turchia Uzbekistan Uzbekistan Giordania Giordania Emirati Arabi Uniti Emirati Arabi Uniti Victoria Cabello Paride Vitale
11000 km I pazzeschi

Storia del programma[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione: Pechino Express - Avventura in Oriente (2012)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (prima edizione).

La prima edizione di Pechino Express, sottotitolata Avventura in Oriente, è stata condotta da Emanuele Filiberto di Savoia ed è stata trasmessa su Rai 2 dal 13 settembre al 15 novembre 2012, per un totale di dieci puntate. Il percorso di gara ha avuto inizio in India, nella città di Haridwar, e ha attraversato altri due paesi asiatici (il Nepal e la Cina). L'edizione è stata vinta dalla coppia de Gli attori, composta da Alessandro Sampaoli e Debora Villa.[4]

Seconda edizione: Pechino Express 2 - Obiettivo Bangkok (2013)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (seconda edizione).

La seconda edizione di Pechino Express, sottotitolata Obiettivo Bangkok, è stata condotta da Costantino della Gherardesca, terzo classificato nella prima edizione del programma insieme a Barù, ed è stata trasmessa su Rai 2 dal 9 settembre al 4 novembre 2013, per un totale di dieci puntate. Il percorso di gara ha avuto inizio in Vietnam, nella città di Hanoi, e ha attraversato altri tre paesi del Sud-est asiatico (la Cambogia, il Laos e la Thailandia). L'edizione è stata vinta dalla coppia de Gli sportivi, composta da Massimiliano Rosolino e Marco Maddaloni.

Terza edizione: Pechino Express 3 - Ai confini dell'Asia (2014)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (terza edizione).

La terza edizione di Pechino Express, sottotitolata Ai confini dell'Asia, è stata nuovamente condotta da Costantino della Gherardesca ed è stata trasmessa su Rai 2 dal 7 settembre al 2 novembre 2014, per un totale di dieci puntate. Il percorso di gara ha avuto inizio in Myanmar (Birmania), nella città di Mandalay, e ha attraversato altri tre paesi del Sud-est asiatico (la Malaysia, Singapore e l'Indonesia). L'edizione è stata vinta dalla coppia de I coinquilini, composta da Stefano Corti e Alessandro Onnis.

Quarta edizione: Pechino Express 4 - Il nuovo mondo (2015)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (quarta edizione).

La quarta edizione di Pechino Express, sottotitolata Il nuovo mondo, è stata condotta da Costantino della Gherardesca ed è stata trasmessa su Rai 2 dal 7 settembre al 2 novembre 2015, per un totale di dieci puntate. La location del programma fu spostata in Sud America; il percorso di gara, infatti, ha avuto inizio in Ecuador, nella città di Quito, e ha attraversato il Perù e il Brasile. L'edizione è stata vinta dalla coppia de Gli antipodi, composta da Antonio Andrea Pinna e Roberto Bertolini.

Quinta edizione: Pechino Express 5 - Le civiltà perdute (2016)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (quinta edizione).

La quinta edizione di Pechino Express, sottotitolata Le civiltà perdute, è stata condotta da Costantino della Gherardesca ed è stata trasmessa su Rai 2 dal 12 settembre al 14 novembre 2016, per un totale di dieci puntate. Il percorso di gara ha avuto inizio in Colombia, nella città di Bogotà, e ha attraversato altri due paesi del Centro America (il Guatemala e il Messico). L'edizione è stata vinta dalla coppia de I socialisti, composta da Alessio Stigliano e Alessandro Tenace (duo noto come theShow).

Sesta edizione: Pechino Express 6 - Verso il Sol Levante (2017)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (sesta edizione).

La sesta edizione di Pechino Express, sottotitolata Verso il Sol Levante, è stata condotta da Costantino della Gherardesca ed è andata in onda su Rai 2 dal 13 settembre all'8 novembre 2017, per un totale di 10 puntate. Il programma di gara si è svolto in Asia, dopo 2 edizioni in America e le nazioni protagoniste di questa edizione sono state tre: le Filippine, Taiwan e il Giappone. La gara è incominciata a Padre Burgos e si è conclusa a Tokyo. L'edizione è stata vinta dalla coppia de Le Clubber, composta da Valentina Pegorer ed Ema Stokholma.

Settima edizione: Pechino Express 7 - Avventura in Africa (2018)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (settima edizione).

La settima edizione di Pechino Express, sottotitolata Avventura in Africa, è stata condotta da Costantino della Gherardesca ed è andata in onda su Rai 2 dal 20 settembre al 22 novembre 2018, per un totale di 10 puntate. La location del programma si sposta in un nuovo continente, l'Africa. Il percorso di gara è incominciato in Marocco nella città di Tangeri e ha attraversato altri due paesi, la Tanzania e il Sudafrica. L'edizione è stata vinta dalla coppia de Le signore della TV composta da Patrizia Rossetti e Maria Teresa Ruta.

Ottava edizione: Pechino Express 8 - Le stagioni dell'Oriente (2020)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (ottava edizione).

L'ottava edizione di Pechino Express, sottotitolata Le stagioni dell'Oriente, è stata condotta da Costantino della Gherardesca ed è andata in onda su Rai 2 dall'11 febbraio al 14 aprile 2020, per un totale di 10 puntate. La location è, per la quinta volta, in Asia. Il percorso di gara è incominciato in Thailandia ed attraversa altri due paesi, la Cina e la Corea del Sud. Come riportato nell'avviso a inizio di ogni puntata, la registrazione è avvenuta prima della pandemia di coronavirus. L'edizione è stata vinta dalla coppia de Le collegiali composta da Nicole Rossi e Jennifer Poni.

Nona edizione: Pechino Express 9 - La rotta dei sultani (2022)[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pechino Express (nona edizione).

La nona edizione, sottotitolata La rotta dei sultani, è condotta da Costantino Della Gherardesca e Enzo Miccio viene trasmessa dal 10 marzo 2022 su Sky Uno, sempre per un totale di 10 puntate. La location è, per la sesta volta, in Asia. Il percorso di gara comincia in Turchia e attraversa altri tre Paesi, l'Uzbekistan, la Giordania e gli Emirati Arabi Uniti.L'edizione è stata vinta dalla coppia de I Pazzeschi composti da Victoria Cabello e Paride Vitale.

Audience[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Anno Rete televisiva Stagione Programmazione Telespettatori Share Première Finale
L M M G V S D Telespettatori Share Telespettatori Share
2012 Rai 2 estate-autunno 2 039 000 7,81% 1 699 000 6,88% 2 418 000 9,12%
2013 1 955 000 7,92% 1 922 000 9,44% 2 466 000 9,66%
2014 2 214 500 9,20% 1 876 000 9,57% 2 470 000 9,86%
2015 2 338 000 9,87% 2 316 000 10,49% 2 501 000 10,21%
2016 2 086 500 9,00% 2 826 000 13,04% 2 057 000 8,35%
2017 1 831 000 8,04% 1 895 000 8,80% 1 948 000 8,10%
2018 1 552 300 7,37% 1 911 000 9,92% 1 331 000 6,30%
2020 inverno-primavera 2 387 500 9,64% 1 936 000 9,19% 3 045 000 11,50%
2022 Sky Uno Now 419 300 1,54% 433 000 1,40% 474 000 2,00%

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Pechino Addicted

Nel 2016, parallelamente alla quinta edizione di Pechino Express, è andato in onda su Rai 4 uno spin-off del programma, dal titolo Pechino Addicted. Protagonista del programma la coppia de Gli antipodi (Antonio Andrea Pinna e Roberto Bertolini), vincitori della quarta edizione, che hanno approfondito i luoghi toccati dalla gara.[5]

Bangkok Addicted

Dal 22 maggio 2017, sempre su Rai 4 è stata trasmessa una nuova edizione dello spin-off condotto sempre dalla coppia degli "Antipodi", che questa volta hanno esplorato la Thailandia.

Achille Lauro Express

Il 25 febbraio 2020, al termine della terza puntata, è andato in onda uno speciale dedicato al cantante Achille Lauro, dove è stata ripercorsa la sua avventura come concorrente del programma insieme all'amico produttore Boss Doms.

Pechino Express nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nome Paese Presentatore Percorso Canale
Peking Express Paesi Bassi Paesi Bassi
Belgio Belgio (Fiandre)
Ernst-Paul Hasselbach e Roos Van Acker (2004)
Art Rooijakkers e Roos Van Acker (2005-2008)
Sol Wortelboer (2012)
Sean Dhondt e Rik van de Westelaken (2017)
2004: Mosca - Pechino Russia Mongolia Cina
2005: Pechino - Bombay CinaNepalIndia
2006: Rach Gia - Lhasa Vietnam Cambogia Laos Cina
2006: Gangotri - Kochi India
2007: Rio de Janeiro - Lima Brasile Bolivia Perù
2008: Città del Messico - Caracas Messico Nicaragua Venezuela
2012: Seul - Manila Corea del Sud Filippine
2017: Ha Noi - Angkor Wat Vietnam Laos Cambogia
NET 5
VT4
Peking Express Germania Germania Patrice Bouédibéla 2005: Mosca - Pechino Russia Mongolia Cina RTL
Pékin Express Francia Francia
Belgio Belgio
Lussemburgo Lussemburgo
Stéphane Rotenberg 2006: Parigi - Pskov - Pechino Francia Russia Mongolia Cina
2007: Pechino - Bombay Cina Hong Kong NepalIndia
2008: Rio de Janeiro - Lima Brasile Bolivia Perù
2009: Baia di Ha Long - Bali Vietnam Cambogia Laos Thailandia Indonesia
2010: Equatore - Ushuaia Ecuador Cile Argentina
2010: Gangotri - Pondicherry India
2011: Il Cairo - Città del Capo Egitto Kenya Tanzania Sudafrica Lesotho
2012: Seul - Sydney Corea del Sud Filippine Australia
2013: L'Avana - Miami Cuba Messico Stati Uniti
2014: Man Lwae - Colombo Birmania India Bhutan Sri Lanka
2018: Kuching - Tokio Malaysia Filippine Giappone
2019: lago Atitlán - Bogotà Guatemala Costa Rica Colombia
2020: Mosca - Pechino Russia Mongolia Cina
2021: Entebbe - Istanbul Uganda Grecia Turchia
2022: Songköl - Dubai Kirghizistan Uzbekistan Giordania Emirati Arabi Uniti
M6
Club RTL
Peking Express Danimarca Danimarca
Svezia Svezia
Norvegia Norvegia
2007: Mosca - Pechino Russia Mongolia Cina TVNorge
Kanal 5
Pekín Express Spagna Spagna Paula Vázquez (2008)
Raquel Sánchez-Silva (2009-2010)
Jesús Vázquez (2011)
Cristina Pedroche (2015-)
2008: Madrid - Pskov - Pechino Spagna Russia Mongolia Cina
2009: Pechino - Bombay Cina Hong KongNepalIndia
2010: Hanoi - Bali Vietnam Cambogia Laos Thailandia Indonesia
2011: Rift Valley - Città del Capo Kenya Tanzania Sudafrica
2015: Mandalay - Singapore Birmania Malaysia Singapore
2016: Anurādhapura - Bombay Sri Lanka India
Cuatro (2008-2011)
Antena 3 (2015)
laSexta (2016-2017)
Dakar Fès Express Marocco Marocco Hicham Mesrar 2011: Dakar - Fez Senegal Mauritania Marocco
2012: Wori - Manado Indonesia
2M
A Grande Aventura Portogallo Portogallo Fernanda Serrano 2012: Manado Tua - Manado Indonesia TVI
Pékin Express Belgio Belgio (Vallonia) Michel De Maegd 2012: Wori - Manado Indonesia RTL
Abandonados Asia Messico Messico Paola Nuñez 2016: Hanoi - Bangkok Vietnam Cambogia Laos Thailandia Azteca 7
Asia Express Colombia Colombia Ivan Lalinde 2016: Hanoi - Bangkok Vietnam Laos Cambogia Thailandia Caracol Televisión
Azja Express (2016-2017)
Ameryka Express (2018-2020)
Polonia Polonia Agnieszka Woźniak-Starak (2016-2018)
Daria Ładocha (2020-)
2016: Hanoi - Bangkok Vietnam Laos Cambogia Thailandia
2017: Sigiriya - Mumbai Sri Lanka India
2018: Quito - Cusco Ecuador Perù
2020: Antigua - Cartagena de Indias Guatemala Colombia
TVN
Azsia Expressz Ungheria Ungheria Nóra Ördög 2017: Hải Dương - Bangkok Vietnam Laos Cambogia Thailandia
2019: Negombo - Chiang Mai Sri Lanka India Thailandia
TV2
Asia Express Romania Romania Gina Pistol (2018-2020), Marius Damian (2018, 2020-), Liviu Vârciu (2019), Andrei Ștefănescu (2019), Ionuț Dongo (2020-), Irina Fodor (2021-) 2018: Hạ Long - Bangkok Vietnam Laos Cambogia Thailandia
2019: Negombo - Mumbai Sri Lanka India
2020: Lucena - Taipei Filippine Taiwan
2021: Edirne - Gerusalemme Turchia Georgia Giordania Israele
Antena 1

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giancarlo Magalli (2015, solo seconda puntata)
    Roberto Giacobbo (2016, solo ottava puntata)
    Max Giusti (2022, solo terza puntata)
    Enzo Miccio (2022, dalla quinta puntata fino alla puntata finale)
  2. ^ Stefania Stefanelli, Pechino Express 2018: le novità del meccanismo di gioco, Davide Maggio, 18 settembre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2019.
  3. ^ Stefania Stefanelli, Sky, palinsesti 2020/2021: la presentazione in diretta. Arrivano Gabriele Muccino e Pechino Express, Davide Maggio, 21 luglio 2020. URL consultato il 21 luglio 2020.
  4. ^ Pechino Express, i vincitori sono Debora Villa e Allesandro Sampaoli
  5. ^ Pechino Addicted, arriva lo spin-off di Pechino Express, TV Sorrisi e Canzoni, 16 settembre 2016. URL consultato il 20 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2016).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione