Diana Scarwid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Diana Scarwid (Savannah, 27 agosto 1955) è un'attrice statunitense.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Diplomata presso l'Accademia americana di arti drammatiche di New York e il Pace University's Theatre Arts Program, dopo una breve serie di ruoli minori, nel 1981 ottenne a sorpresa una candidatura all'Oscar alla miglior attrice non protagonista per I ragazzi del Max's bar. La nomination la pose all'attenzione di pubblico e critica come giovane promessa del cinema, tant'è vero che venne inserita tra le prime dodici attrici più promettenti del 1980 (Most Promising New Actors of 1980) nel John Willis' Screen World, Vol 32.

Tuttavia, appena l'anno successivo, vinse un Razzie Award come peggior attrice non protagonista per Mammina cara; questo la etichettò come l'unica attrice nella storia degli Academy Award a passare da "Candidata al Premio Oscar" a "Vincitrice del Razzie Award" in appena un anno. Verrà candidata al Razzie Award ancora una seconda volta due anni dopo, nel 1984, sempre come non protagonista per Strange Invaders. Furono queste candidature a compromettere la sua ascesa, poiché, tra l'altro, avvenute in un tempo relativamente breve.

Dopo un'apparizione nel film Silkwood (1983), l'attrice riacquisterà visibilità sul grande schermo solo nel 2000, quando reciterà a fianco di Michelle Pfeiffer in Le verità nascoste. Durante gli anni novanta, la Scarwid ebbe modo di prodursi in numerose interpretazioni in ambito televisivo: venne candidata nel 1996 a un Emmy per Truman. Da citare sono le serie televisive Wonderfalls, Prison Break e Pushing Daisies.

È stata sposata dal 1978 al 1995 con il dottor Eric Allen Scheinbart, da cui ha avuto due figli.

Non è più attiva dal 2011.[senza fonte]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Diana Scarwid è stata doppiata da:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN93809821 · ISNI (EN0000 0001 1495 4225 · LCCN (ENnr97028742 · GND (DE142027480 · BNF (FRcb14043406f (data)