Un piede in paradiso (film 1991)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un piede in paradiso
Paese di produzione Italia
Anno 1991
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.66 : 1
Genere commedia
Regia E.B. Clucher
Soggetto Marco Tullio Barboni
Giuseppe Pedersoli
Sceneggiatura Marco Tullio Barboni
Casa di produzione Silvio Berlusconi Communications
Fotografia Alfio Contini
Montaggio Eugenio Alabiso
Musiche Giancarlo Bigazzi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Un piede in paradiso è un film del 1991, diretto dal regista E.B. Clucher e prodotto dalla Silvio Berlusconi Communications.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Bull Webster è un tassista squattrinato la cui piccola compagnia sta per essere eliminata dalla grande azienda concorrente. Scopre però di aver vinto alla lotteria 150 milioni di dollari. Sapendo questo in anticipo sia negli inferi che in paradiso, vengono inviati due emissari, un angelo e una diavolessa, che hanno il compito di portare Bull il primo sulla retta via e la seconda sulla cattiva strada. Ma non vincerà nessuno dei due, poiché sarà lo stesso Bull Webster a coinvolgere i due agenti dell'aldilà nelle sue scorribande per ritrovare il biglietto smarrito. L'angelo e la diavolessa perdono entrambi i loro poteri e diventeranno dei comuni mortali, lavorando per Bull che grazie ai soldi della lotteria rileva la compagnia dal fallimento trasformandola in una grossa ditta di trasporti di limousine.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema