Gloria Estefan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gloria Estefan
2009
2009
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop latino
Periodo di attività 1977 – in attività
Album pubblicati 26

Gloria María Milagrosa Fajardo García Estefan (L'Avana, 1º settembre 1957) è una cantante statunitense di origine cubano-americana. Nella sua trentennale carriera ha venduto più di 100 milioni di dischi in tutto il mondo,[1] di cui 31.5 solo negli Stati Uniti.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua famiglia fugge da Cuba quando la futura interprete ha un solo anno d'età, essendo il padre la guardia del corpo della moglie del dittatore Fulgencio Batista. Dopo un anno a Miami, la famiglia si trasferisce nuovamente, questa volta in Texas, dove il padre della futura cantante viene trasferito per ragioni di lavoro, essendo nell'esercito. Gloria coltiva fin da piccola il suo amore per la musica, suonando la chitarra.

Con il passare degli anni, e con l'idea di organizzare un gruppo musicale, conosce Emilio Estefan, con il quale si sposerà. Il giovane Emilio animava feste e nozze insieme alla sua banda, i "Miami Latin Boys", gruppo nel quale Gloria entrerà a far parte più avanti. Dopo vari concerti, il nome del gruppo cambia in "Miami Sound Machine". Gloria ed Emilio si sposano nel 1978.

Nel 1980 nasce il primo figlio della coppia, Nayib: nello stesso anno muore il padre di Gloria. Nel 1980, cominciano a pubblicare i loro primi lavori: Renacer, Miami Sound Machine, Imported. In questi dischi si mescolano sonorità latine con parole in spagnolo e in inglese. Nel 1981 la CBS offre loro un contratto con il quale pubblicano vari dischi.

Nel 1984, i Miami Sound Machine pubblicano l'album Eyes Of Innocence che ottiene un notevole successo, ma è soprattutto il lavoro seguente Primitive Love (1985) a donare al gruppo un'enorme popolarità. I tre singoli estratti dall'album Conga, Words Get In The Way (quinta posizione nella classifica Billboard Hot 100 e quarta in Nuova Zelanda) e Bad Boy (quinta posizione in Olanda, sesta in Germania, settima in Nuova Zelanda, ottava in Austria e nella Billboard Hot 100 e nona in Svizzera) furono dei successi internazionali.

Il successivo album del 1987 Let It Loose, vendette milioni di copie e conteneva le hits: "Anything for You" (primo nella Billboard Hot 100 e secondo in Olanda), "1-2-3" (terzo nella Billboard Hot 100 e nono nel Regno Unito), "Rhythm Is Gonna Get You" (5 Billboard Hot 100) e "Can't Stay Away From You" (primo in Olanda, sesto nella Hot Billboard 100 e settimo nel Regno Unito). Nel 1988 il nome della band cambia in Gloria Estefan and Miami Sound Machine.

Nel 1989 il nome della band diventa solamente Gloria Estefan e viene pubblicato l'album "Cuts Both Ways" che contiene il singolo "Don't Wanna Lose You" che raggiunge la prima posizione nella Billboard Hot 100, la quinta in Olanda e la sesta in Irlanda e nella UK Singles Chart.

Nel 1990 il brano "Here We Are" raggiunge la sesta posizione nella Billboard Hot 100 e la settima in Irlanda.

Nel 1991 esce l'album "Into the Light" che contiene il singolo "Coming Out of the Dark" che raggiunge la prima posizione nella Billboard Hot 100 ed in Canada.

Nel 1993 Gloria vince un Grammy per Best Tropical Latin Album per il disco Mi tierra al quale hanno collaborato Tito Puente, Sheila E. e la London Symphony Orchestra. L'album contiene il singolo omonimo che raggiunge la prima posizione in Spagna. Nel 1995 viene invece premiata con un Grammy per Best Tropical Latin Album per il disco Abriendo puertas. Anche questa volta l'album contiene il singolo omonimo che raggiunge la prima posizione in Spagna.

Nel 1998 esce l'album Gloria! che contiene i singoli "Corazón prohibido" ed "Oye!" che raggiungono la prima posizione in Spagna e nello stesso anno partecipa a "Divas live", l'evento organizzato dalla Vh1 Music First, in cui duetta con Aretha Franklin, Céline Dion (con cui duetterà ancora nel 1999), Mariah Carey, Shania Twain. Successivamente partecipa a Modena al "Pavarotti & Friends", interpretando "Mi Tierra", "We are the world" e duettando con Luciano Pavarotti in "Fiorin fiorello".

Nel 1999 il suo brano "Music of My Heart" con i 'N Sync, contenuto nella colonna sonora del film La musica del cuore, raggiunge la seconda posizione nella Billboard Hot 100.

Nel 2000 esce l'album "Alma caribeña - Caribbean soul", che contiene il singolo "No Me Dejes de Querer" che raggiunge la prima posizione in Spagna e la canzone "Tres gotas de agua bendita", che raggiunge la quinta posizione sempre in Spagna, in cui Gloria duetta con la leggendaria guarachera di Cuba Celia Cruz; il sodalizio fra Gloria e Celia durerà a lungo, con diversi duetti, a cominciare dai Latin Grammy Awards del 2000, in cui Gloria, Celia e Ricky Martin omaggiano insieme il grande Tito Puente. Nel 2003 infatti la catena televisiva "Telemundo" sceglie proprio Gloria Estefan per presentare, assieme a Marc Anthony, il concerto tributo alla guarachera di Cuba, che di lì a poco sarebbe scomparsa.

A settembre 2007 esce il suo primo vero disco cubano: "90 millas", ossia la distanza fra Cuba e la Florida. Al disco hanno collaborato, fra gli altri, anche Carlos Santana, José Feliciano, Sheila E., Johnny Pacheco, Arturo Sandoval, Israel "Cachao" López e Paquito D'Rivera. L'album ha causato molte polemiche all'interno della comunità degli esuli cubani di Miami, per via della partecipazione di Santana, il quale, a detta di alcuni, avrebbe in passato elogiato il regime di Fidel Castro e la figura di Che Guevara, ma Gloria e Emilio Estefan hanno dichiarato di non aver mai collaborato e di non aver intenzione di collaborare con chi sostiene i due rivoluzionari. L'album vince il Latin Grammy Award per Best Traditional Tropical Album ed il brano "Píntame De Colores" vince il Latin Grammy Award per Best Tropical Song e l'artista viene premiata anche con il Latin Grammy Award Recording Association "Person of the Year". Dopo il lancio del nuovo album ha tenuto molti concerti, anche in Spagna e Olanda.

Nel 2009 si esibisce assieme a molti cantanti latinoamericani alla Casa Bianca in occasione della Fiesta latina. Al termine della serata tutta la famiglia Obama ballerà sulle note della sua Mi tierra[3]. Nel 2012 appare come guest star nella serie televisiva Glee nel ruolo di Maribel Lopez, madre di Santana.

Il 10 settembre 2013 viene pubblicato il nuovo album The Standards contenente una cover di Charlie Chaplin in duetto con Laura Pausini. La versione in lingua spagnola Sonríe (Smile) viene pubblicata sull'album per il mercato latino e quello europeo; la versione in lingua italiana Sorridi (Smile) sull'album per il mercato europeo[4][5].

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Gloria Estefan riceve dei fiori per il suo compleanno, durante uno show a Rotterdam.

Con i Miami Sound Machine[modifica | modifica sorgente]

  • 1977 - Renacer
  • 1978 - Miami Sound Machine
  • 1979 - Imported
  • 1980 - MSM
  • 1981 - Otra Vez
  • 1982 - Rio
  • 1984 - A Toda Maquina
  • 1984 - Eyes of Innocence - US: Disco d'oro
  • 1986 - Primitive Love - US: 3 dischi di platino
  • 1987 - Let It Loose - sesta posizione nella classifica Billboard 200, 4 dischi di platino in USA ed 1 in Canada
  • 1988 - Anything For You (riedizione di Let It Loose per il mercato europeo ed australiano) prima posizione nella classifica UK Albums Chart, in Australia ed Olanda e decima in Norvegia, 4 dischi di platino in UK ed 1 in Australia.

Da solista[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.grammys.com/GRAMMY_Awards/News/Default.aspx?newsID=3009&newsCategoryID=2
  2. ^ RIAA - Recording Industry Association of America
  3. ^ YouTube - Thalia - Fiesta Latina en la Casa Blanca - Grande Final da Festa
  4. ^ Gloria Estefan, nel nuovo album ci sarà anche Laura Pausini, rockol.it, 4 aprile 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  5. ^ Laura Pausini lancia il duetto Sonrie con Gloria Estefan, Radio Italia, 6 settembre 2013. URL consultato il 6 settembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85644003 LCCN: n90720732