Latin Grammy Awards

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Latin Grammy Award)
Latin Grammy Award
Luogo Stati Uniti d'America
Anni 2000 – oggi
Frequenza annuale
Fondato da Latin Academy of Recording Arts and Sciences
Date novembre
Genere musica latina
Sito ufficiale Sito ufficiale

I Latin Grammy Awards sono dei riconoscimenti dell'Accademia Latina delle Arti e delle Scienze della Registrazione (Latin Academy of Recording Arts & Sciences, nota anche come Accademia Latina della Registrazione o Latin Recording Academy), assegnati per premiare un'affermazione eccezionale nell'industria musicale latina. Il Latin Grammy premia opere prodotte ovunque nel mondo che siano state registrate o in spagnolo o in portoghese ed è assegnato ogni anno negli Stati Uniti d'America.[1] Possono essere prese in considerazione anche domande di prodotti registrati in lingue regionali dell'America Latina e della Penisola Iberica di paesi ispanofoni o lusofoni come il nahuatl, il catalano, il quechua.[2] Sia il Grammy Award normale che il Grammy Award latino hanno processi simili di candidatura e votazione, nei quali le selezioni sono decise da addetti ai lavori all'interno dell'industria musicale latina.

La prima cerimonia annuale dei Latin Grammys si tenne presso lo Staples Center a Los Angeles il 13 settembre 2000. Trasmessa dalla CBS, quella prima cerimonia divenne il primo programma di prima serata prevalentemente in lingua spagnola andato in onda su una rete televisiva americana di lingua inglese. La cerimonia più recente, quella della 17ª edizione annuale dei Latin Grammy Awards, si tenne il 17 novembre 2016 alla T-Mobile Arena di Las Vegas (Nevada). La prossima (la 18ª edizione) è prevista il 16 novembre 2017 all'MGM Grand Garden Arena, sempre a Las Vegas.[3]

Dal 2005, i premi sono trasmessi negli Stati Uniti dalla rete televisiva Univision.[4] Nel 2013, 9,8 milioni di persone guardarono i Latin Grammy Awards su Univision, rendendo il canale per quella notte una delle tre reti principali degli Stati Uniti.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Accademia Latina delle Arti e delle Scienze della Registrazione fu formata dalla Accademia Nazionale delle Arti e delle Scienze della Registrazione (National Academy of Recording Arts & Sciences) nel 1997, per iniziativa di Michael Greene e dei produttori e cantautori Rudy Pérez e Mauricio Abaroa. Rudy Pérez era il primo Presidente del Consiglio di amministrazione del capitolo dei Grammy della Florida. L'idea di un Grammy Award separato per la musica latina cominciò nel 1989.[6] Secondo gli organizzatori, i Latin Grammy Awards furono istituiti poiché l'universo della musica latina era considerato troppo grande per rientrare nei Grammy Awards.[7] I Latin Grammy Awards si concentrano principalmente sulla musica dell'America Latina, della Spagna, del Portogallo e degli Stati Uniti.[8][9] Nel 2000, fu annunciato che i primi Latin Grammy Awards annuali avrebbero avuto luogo allo Staples Center il 13 settembre 2000. Il 7 luglio 2000, furono annunciate le candidature a Miami (Florida). I Latin Grammys furono presentati con oltre 39 categorie, incluse quelle limitate alle registrazioni in lingua spagnola e portoghese. La cerimonia si svolse come previsto allo Staples Center e fu teletrasmessa. L'edizione dell'anno successivo fu cancellata a causa degli attentati dell'11 settembre 2001, che era lo stesso giorno in cui lo spettacolo doveva avere luogo.[10] Nel 2002, l'accademia elesse il suo primo consiglio di amministrazione indipendente. Nel 2005, il programma fu spostato dalla CBS alla Univision dove l'intera teletrasmissione fu in spagnolo.[11]

I membri votanti vivono in varie regioni negli Stati Uniti e fuori da questi, inclusi America Latina, Spagna e Portogallo.[12] Per esser ammissibile una registrazione deve avere almeno il 51% del suo contenuto registrato in spagnolo o in portoghese ed essere stato pubblicato commercialmente in Nord America, America Centrale, Sud America, Caraibi, Spagna e Portogallo.[13] Prodotti registrati in lingue e dialetti come catalano, nahuatl, quechua, galiziano, valenziano, maya, possono essere accettati con voto a maggioranza dell'Accademia Latina della Registrazione. Per la musica strumentale, l'Accademia accetta registrazioni che siano state composte o interpretate da un musicista iberoamericano.[1] Il periodo di ammissibilità è dal 1º luglio dell'anno precedente al 30 giugno dell'anno in cui ha luogo la cerimonia del premio. Le registrazioni sono prima inseriti e poi rivisti per determinare i premi per i quali sono ammissibili. In seguito, le schede delle candidature somo spedite per posta ai membri votanti dell'accademia. I voti sono ordinati e le cinque registrazioni in ciascuna categoria con il maggior numero di voti diventano le candidate. Le schede finali di votazione sono inviate ai membri votanti e sono quindi determinati i vincitori, che sono annunciati in seguito ai Latin Grammy Awards. L'attuale Presidente e AD dell'Accademia Latina delle Arti e delle Scienze della Registrazione è Gabriel Abaroa,[14] che è imparentato con Mauricio, uno dei fondatori.

Nel complesso ci sono tre eventi: il Premio alla carriera (Latin Grammy Lifetime Achievement Award), quando artisti famosi ricevono un riconoscimento per la loro carriera; il Premio al personaggio dell'anno (Latin Recording Academy Person of the Year), quando un solo artista riceve un riconoscimento in una cena di gala; e il Grammy stesso, un premio che riunisce artisti da tutta l'America Latina e la Penisola Iberica e che oggi viene trasmesso dal vivo in 80 paesi, incluso il Brasile, dal canale Univision (TNT in Brasile).[15]

Categorie[modifica | modifica wikitesto]

Allo stesso modo dei Grammy Award anche il Latin Grammy Award contiene molte categorie, per ogni genere musicale. Le quattro più importanti (che hanno valore generale e non fanno riferimento a un genere specifico) sono:

  • Record of the Year: è assegnato all'artista e al gruppo produttivo di una singola canzone.
  • Album of the Year: è assegnato all'artista e al gruppo produttivo di un intero album.
  • Song of the Year: è assegnato all'autore/compositore di una singola canzone.
  • Best New Artist: è assegnato a un artista senza riferimento a una canzone o a un album.

Le altre categorie riguardano generi specifici.[16] Vengono dati anche premi speciali fuori concorso per contributi più duraturi all'industria della musica latina.

La prima edizione del premio aveva 40 categorie, che l'anno successivo erano però scese a 38. L'ultima edizione del premio (2017) ha ben 48 categorie.[17]

Vincitori principali[modifica | modifica wikitesto]

Con 21 Latin Grammy Awards, il gruppo Calle 13 ha vinto il maggior numero di premi. Juanes, con 19 Latin Grammy Awards, detiene il record per il più alto numero di premi vinti da un artista solista. Shakira è la maggiore vincitrice tra le artiste donna con 11 premi. L'italiana Laura Pausini, con 3 Latin Grammy Awards, detiene invece il primato tra i vincitori non latini.

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

Come i loro omologhi Grammy Awards, anche i Latin Grammy Awards sono stati oggetto di critiche da parte di vari artisti e giornalisti musicali.

All'atto dell'annuncio dei Latin Grammy Awards nel 1999, parecchi giornalisti musicali espressero preoccupazioni sull'uso dei premi come strumento di marketing da parte dei media tradizionali. Manny S. Gonzalez del Vista En L.A riteneva che il premio sarebbe stato usato solo per pubblicizzare artisti promossi da Emilio Estefan. La mancanza di categorie per la musica di lingua non spagnola o portoghese è stata criticata, soprattutto da artisti che considerano il loro lavoro "latino" ma non sono ammissibili per un Latin Grammy, inclusi quelli di Haiti e i musicisti celti delle regioni della Galizia e delle Asturie in Spagna.[7][18] Il requisito linguistico è stato criticato anche da Tony Succar il cui album, Unity: The Latin Tribute to Michael Jackson, non era ammissibile per un Latin Grammy Award malgrado fosse stato registrato con la salsa. In risposta alle critiche, un portavoce dell'Accamia Latina della Registrazione affermò: "L'Accademia Latina della Registrazione considera la musica in base ai contenuti della registrazione stessa – gli elementi tecnici che entrano nell'arte di fare la musica – non in base a come una registrazione o un artista è commercializzato esternamente."[19] Nel 2001, gli esuli cubani che vivevano a Miami protestarono ai Latin Grammy Awards per aver permesso ai musicisti che vivevano a Cuba di esibirsi sul palco. Questo ebbe come risultato che i Latin Grammys furono trasferiti a Los Angeles per la loro seconda edizione annuale (che alla fine sarebbe stata cancellata a causa dei già menzionati attacchi dell'11 settembre).[20]

Il cantautore venezuelano Franco de Vita definì i Latin Grammys "falsi e una menzogna" e affermò che se dovesse vincere il premio, non lo accetterebbe.[21] In seguito ricevette un Latin Grammy per il suo album En Primera Fila. Il musicista americano Willie Colón osservò la relazione tra i Latin Grammys e le principali etichette discografiche latine.[22] Il cantautore messicano Aleks Syntek notò che gli artisti messicani in generale erano apatici verso i premi.[23]

Sedi della cerimonia[modifica | modifica wikitesto]

I Latin Grammy Awards si tengono annualmente in Las Vegas. La cerimonia ha luogo là ogni anno dal 2009 e fu tenuta per la prima volta nel 2007. La cerimonia passò i suoi primi anni tenuta a Los Angeles e nel 2003 ebbe luogo a Miami. La cerimonia si è tenuta una volta a New York e Houston.

A Las Vegas la cerimonia si è tenuta in tre diversi siti nel corso degli anni; il Mandalay Bay Events Center, la MGM Grand Garden Arena e la T-Mobile Arena.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b FAQ, su Latin Grammy Awards, Latin Recording Academy. URL consultato il 18 novembre 2014.
  2. ^ Kathy, The Cathedral of Latin Music, su Hispanic Executive, 26 settembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2016.
  3. ^ The 18th Annual Latin GRAMMY Awards to air Thursday, Nov. 16, 2017 on Univision, su latingrammy.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  4. ^ Latin Grammys on Univision for another six years: Latin Recording Academy extends deal with network, articles.chicagotribune.com, 26 giugno 2012. URL consultato il 13 novembre 2013.
  5. ^ Michael Scherer, The Latin Grammy Awards Celebrates Obama’s Immigration Plan, su Time, 21 novembre 2014. URL consultato il 13 novembre 2011.
  6. ^ Jon Pareles, Critic's Notebook; Latin Faces Light Up TV Courtesy of The Grammys, su The New York Times, The New York Times Company, 16 settembre 2000. URL consultato il 18 gennaio 2015.
  7. ^ a b Alisa data 12 settembre 2000, One Little Word, Yet It Means So Much, su Los Angeles Times, Tribune Company. URL consultato il 25 dicembre 2013.
  8. ^ Billboard Spotlights Spain & Portugal, in Billboard, vol. 111, nº 47, Nielsen N.V., 20 novembre 1999, p. 91, ISSN 0006-2510. URL consultato il 3 settembre 2015.
  9. ^ Enrique Fernandez, After Birthing Pains, Latin Grammys Should Grow Strong, su Sun-Sentinel, 5 marzo 2000. URL consultato il 9 marzo 2017.
  10. ^ Caitlin O'Toole, Emmys, Latin Grammys Canceled, People, 11 settembre 2011. URL consultato il 25 luglio 2011.
  11. ^ http://corporate.univision.com/corp/en/pr/MIAMI_31102005-0.html[collegamento interrotto]
  12. ^ Augustin Garza, Latin Grammys Struggle With Loss of Momentum, su Los Angeles Times, Tribune Company, 18 maggio 2002. URL consultato il 24 settembre 2014.
  13. ^ Membership Application (PDF), su Latingrammy.com, Latin Recording Academy. URL consultato il 24 giugno 2015.
  14. ^ The Latin Recording Academy, The Latin Recording Academy® Promotes Gabriel Abaroa Jr. to President/CEO, prnewswire.com. URL consultato il 3 febbraio 2017.
  15. ^ Grammy Latino 2013, youmustgo.com.br. URL consultato il 3 febbraio 2017.
  16. ^ Have You Listened to Hispanic Christian Music Lately? Archiviato il [Data mancante], in Archive.is Andree Farias CCM Magazine 12 Jul 2005 – “Now the Latin GRAMMYs have a category for Hispanic Christian music, and so do the Latin Billboard awards.” Unlike the GRAMMYs (which ..."
  17. ^ NOMINEES 17th Annual Latin GRAMMY Awards, su latingrammy.com. URL consultato il 10 agosto 2017.
  18. ^ Alisa Valdes-Rodriguez, New Latin Grammys Introduced, su Los Angeles Times, Tribune Company, 25 giugno 1999. URL consultato il 25 dicembre 2013.
  19. ^ Judy Cantor-Navas, Michael Jackson Salsa Tribute Album Producer Protests Not Being Eligible for Latin Grammys, su Billboard, Prometheus Global Media, 22 settembre 2015. URL consultato il 2 ottobre 2015.
  20. ^ Teri Vanhorn, Latin Grammys Relocated To Avoid Miami Protests, su MTV, 20 agosto 2001. URL consultato il 30 agosto 2014.
  21. ^ (ES) Franco De Vita Dice Que Los Premios Latin Grammy Son Falsos, su La Grande 107.5, 7 ottobre 2010. URL consultato il 30 agosto 2014.
  22. ^ Música “Latina” y los Premios Grammy: una visión critica (un texto de Willie Colon) (*). Introducción y traducción del inglés de Alejandro Cardona. Suplemento 33 (in Spanish)
  23. ^ (ES) Aleks Syntek critica al GRAMMY, su univision.com. URL consultato il 30 agosto 2014.

Ulteriori letture[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) "Spanish broadcast for Latin Grammys", in New Straits Times, p. 26, 5 novembre 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica