Cameo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Cameo (disambigua).

Il cameo (o cammeo) è la breve apparizione di un personaggio famoso in uno spettacolo teatrale o in un film.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Deriva dalla inglesizzazione della parola cammeo, da cui ha origine relativamente alla dimensione ridottissima dell'immagine che vi è incisa: per estensione, questa parola è passata nel gergo delle arti figurative per indicare la comparsa "in una pièce teatrale o in un film di un personaggio noto che non sia un attore"[1].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il cameo è spesso interpretato da un attore[2] più prestigioso di quanto richiederebbe lo spessore del ruolo. Il personaggio interpreta in genere, ma non sempre, sé stesso. Spesso l'interpretazione è concessa dall'attore in segno di stima verso il regista dell'opera o per rimarcare l'adesione a un particolare progetto portato avanti dall'opera stessa. A volte il cameo è richiesto dal regista per simboleggiare una certa continuità della sua opera con una precedente, ad esempio nel film Starsky & Hutch del 2004 compaiono in un cameo finale i protagonisti oramai invecchiati della serie degli anni settanta.[3]

Una breve apparizione è considerata un cameo anche se fatta da qualcuno conosciuto per qualcosa di diverso dalla recitazione, come un regista, un politico o un atleta, che compaiono brevemente in scena. Un esempio famoso si ha nel film Il tassinaro di Alberto Sordi in cui il protagonista si trova a trasportare il politico Giulio Andreotti e a scambiare con lui alcune battute sull'attualità.[4] Altri esempi si possono trovare nei film L'allenatore nel pallone e L'allenatore nel pallone 2, in cui compaiono alcuni calciatori e allenatori in piccoli ruoli,[5] oppure Dario Argento barelliere in Amore all'ultimo morso di John Landis[6] o le varie apparizioni di personaggi famosi in The Big Bang Theory.[7] Un altro esempio che si può citare è la presenza di Donald Trump in una scena del film Mamma, ho riperso l'aereo: il bambino protagonista, quando arriva al sontuoso albergo in cui alloggerà, chiede informazioni al futuro presidente degli USA, all'epoca semplicemente proprietario della struttura.[8]

In genere sono considerate camei le apparizioni di interpreti non menzionati nei titoli di coda. Particolarmente famosi sono i propri camei che il regista Alfred Hitchcock inseriva nei suoi film.[9] Tra i registi, sono comparsi nei film da loro diretti anche Lucio Fulci[10] e Tinto Brass.[11][12] Altri camei celebri sono quelli dello scrittore Stephen King[13] e del fumettista Stan Lee nei film ispirati ai personaggi dell'Universo Marvel da lui co-creati.[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cammeo, unaparolaalgiorno, 29 settembre 2010.
  2. ^ cameo: approfondimenti in "Sinonimi_e_Contrari" - Treccani, su Treccani. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  3. ^ (EN) Oliver Burkeman, Starsky & Hutch, by Hutch, in The Guardian, 11 marzo 2004. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  4. ^ Giulio Andreotti, dai "panni sporchi" al Tassinaro: un Divo anche per il cinema, su La Repubblica, 2 luglio 2010. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  5. ^ Da Totti a Buffon, le star del calcio celebrano il mister Lino Banfi - Spettacoli & Cultura - Repubblica.it, su La Repubblica. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  6. ^ Vito Zagarrio, Argento vivo: il cinema di Dario Argento tra genere e autorialità, Marsilio, 2008, p. 170, ISBN 978-88-317-9506-7. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  7. ^ (EN) The Big Bang Theory: 10 Best Cameos In The Series, su ScreenRant, 10 novembre 2019. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  8. ^ (EN) Donald Trump: 18 Memorable Cameos, From 'Home Alone 2' to 'Sex and the City', su The Hollywood Reporter. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  9. ^ Fabio Fusco, Alfred Hitchcock: tutti i cameo del regista in un video!, Movieplayer, 1º giugno 2015. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  10. ^ Paolo Albiero e Giacomo Cacciatore, Il terrorista dei generi: tutto il cinema di Lucio Fulci, Un mondo a parte, 2004, ISBN 978-88-900629-6-4. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  11. ^ (EN) Carlo Testa, Italian Cinema and Modern European Literatures, 1945-2000, Greenwood Publishing Group, 2002, ISBN 978-0-275-97522-7. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  12. ^ Tinto Brass, gli 80 anni di un grande provocatore, su Panorama, 26 marzo 2013. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  13. ^ (EN) All 24 Stephen King Cameos, From It 2 To The Simpsons, su GameSpot. URL consultato l'11 febbraio 2020.
  14. ^ Max Borg, Excelsior! Alla ricerca dei camei di Stan Lee nei film e nelle serie Marvel, Movieplayer, 23 febbraio 2018. URL consultato l'11 febbraio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE1074267443