Adnkronos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adnkronos
Logo
Sede Adnkronos Roma.jpg
Sede a Roma, Piazza Mastai
Stato Italia Italia
Fondazione 1963 a Roma
Fondata da Fusione di Kronos e Agenzia Di Notizie (ADN)
Sede principale Piazza Mastai, 9 - 00151 Roma
Gruppo GMC s.a.p.a. di Giuseppe Marra
Settore Editoriale
Prodotti Agenzia di stampa
Sito web

Adnkronos è un'agenzia di stampa italiana, con sede nel Palazzo dell’Informazione a Roma, e multicanale di informazione e comunicazione che fa parte del gruppo editoriale multimediale «Giuseppe Marra Communications» (GMC).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'agenzia giornalistica è nata dalla fusione nel 1963 di due agenzie di stampa: Kronos (fondata nel 1951 da Pietro Nenni del Partito Socialista Italiano) e Adn ("Agenzia Di Notizie", nata nel 1959 per iniziativa di Amintore Fanfani della Democrazia Cristiana).[1]

Di proprietà dal 1970 dell'industriale farmaceutico Fulvio Bracco, nel 1978 fu acquisita dalla Piemme Editoriale Finanziaria Spa, società di proprietà di Giuseppe Marra, che era amministratore unico e direttore responsabile dell'agenzia[2]. Nel 1982 si è aggiunta l'attività editoriale con l'Adnkronos Libri che tra l'altro pubblica il Libro dei fatti, una versione italiana del best seller americano "The World Almanac".

Dal 1999 la Adnkronos S.p.A. è controllata dalla Giuseppe Marra Communications S.a.p.a..

Nel 1999 è nata Adnkronos Salute con il compito specifico di fornire notizie dal mondo della medicina.
Nel 2003, è nata Adnkronos International (AKI), con il compito specifico di fornire notizie d'attualità internazionale, in particolare dal mondo arabo, in lingua italiana, araba e inglese.

In occasione dell'EXPO 2015, Adnkronos ha creato un altro rotocalco periodico ("Adnkronos speciale EXPO 2015") dedicato agli eventi dell'esposizione universale sita nella città di Milano.

Direttori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.adnkronos.com/IGN/Gruppo/
  2. ^ MARRA Pippo - biografia
  3. ^ Flavia Perina è il nuovo condirettore di AdnKronos | Prima Comunicazione

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN302983099 · BNF: (FRcb16684084h (data)