Flavia Perina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flavia Perina
Flavia Perina 2011.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature - XV

- XVI

Gruppo
parlamentare
XV:

- Alleanza Nazionale

XVI:

- Futuro e Libertà per il Terzo Polo (Dall'30/07/2010 a fine legislatura)

In precedenza:

- Popolo della Libertà (Da inizio legislatura all'30/07/2010)

Coalizione XV:

Casa delle Libertà

XVI:

Coalizione di centro-destra del 2008

Circoscrizione Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Futuro e Libertà per l'Italia (2010-2013)
In precedenza:
Movimento Sociale Italiano (Fino al 1995)
Alleanza Nazionale (1995-2009)
Il Popolo della Libertà (2009-2010)
Titolo di studio Diploma di Liceo Classico
Professione Giornalista

Flavia Perina (Roma, 2 aprile 1958) è una politica e giornalista italiana.

È stata membro della Camera dei Deputati dal 2006 al 2013, dapprima con AN, poi con il PdL ed infine con FLI.

Vive a Roma.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di Marcello Perina, nel 1947 uno dei fondatori del MSI[1], fin da giovanissima aderì al Fronte della Gioventù e poi al Movimento Sociale Italiano - Destra Nazionale.

Nel 1977, a soli 19 anni, venne arrestata in una operazione di polizia, in seguito alla morte del militante di Lotta Continua Walter Rossi, avvenuta in uno scontro fra giovani di estrema sinistra ed estrema destra. Fu detenuta a Rebibbia per 40 giorni in regime di carcerazione preventiva, venendo poi assolta in fase istruttoria.[2]

NeI primi anni ottanta, fondò insieme ad altre dirigenti femminili il mensile Éowyn, primo esperimento di femminismo di destra. Assunta al Secolo d'Italia, quotidiano prima del MSI e poi di Alleanza Nazionale, diviene nel 1983 giornalista professionista e nel 2000 viene nominata direttore responsabile del giornale.

Alle elezioni politiche del 2006 viene eletta alla Camera dei Deputati, nella circoscrizione Toscana, tra le fila di Alleanza Nazionale, venendo riconfermata anche alle elezioni politiche del 2008 tra le fila del Popolo della Libertà.

Il 30 luglio 2010 segue Gianfranco Fini nella scissione del Popolo della Libertà, aderendo dunque a Futuro e Libertà per l'Italia.

Alle elezioni politiche del 2013 è ricandidata alla Camera dei Deputati tra le fila di Futuro e Libertà per l'Italia, nelle circoscrizioni Toscana e Lazio 1, non venendo tuttavia più rieletta.

In occasione delle elezioni europee del 2014 è tra i promotori della lista ambientalista Verdi Europei-Green Italia.[3]

Attività giornalistica[modifica | modifica wikitesto]

Resta direttore politico del giornale fino al 22 marzo 2011, quando il Comitato di Amministrazione de Il Secolo la esonera dall'incarico perché "la linea editoriale del giornale è stata caratterizzata da una sostanziale assenza di pluralità di posizioni, contribuendo in tal modo alla verticale contrazione delle vendite". In sua difesa dichiara: "l'arroganza e la prepotenza senza idee che caratterizza, purtroppo, il cosiddetto Popolo delle Libertà".[4]

Nell'aprile 2014 è stata per breve tempo condirettore dell'agenzia di stampa Adnkronos[5].

Nel febbraio 2015 è stata arruolata come giudice del talent "Americano, il primo sulla notizia", insieme a Malcom Pagani e a Eric Jozsef, condotto da Tommaso Mattei in onda su Agon Channel.[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archivi del 900
  2. ^ Rizzoli
  3. ^ http://www.cinquantamila.it/storyTellerThread.php?threadId=PERINA+Flavia
  4. ^ Perina fuori dalla direzione de Il Secolo, in online-news.it, 23 marzo 2011. URL consultato il 23 marzo 2011.
  5. ^ Ufficialmente è condirettore, poiché il proprietario Giuseppe Marra detiene formalmente la carica di direttore responsabile. Vedi Flavia Perina è il nuovo condirettore di AdnKronos, su primaonline.it. URL consultato il 17 aprile 2014.
  6. ^ http://www.agonchannel.it/programmi/americano/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Direttore de Il Secolo d'Italia Successore
Gennaro Malgieri 2000 - 2011 Luciano Lanna
Predecessore Direttore dell'Adnkronos Successore
Alessia Lautone 2014 - in carica -