Verdi Europei - Green Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Verdi Europei - Green Italia
Green Italia - Verdi Europei.png
LeaderMonica Frassoni
Angelo Bonelli
StatoItalia Italia
AbbreviazioneVE-GI
Fondazione2 aprile 2014
Dissoluzione2014
PartitoFederazione dei Verdi
Green Italia
IdeologiaAmbientalismo
CollocazioneCentro-sinistra/Sinistra
Partito europeoPartito Verde Europeo
Seggi massimi Europarlamento
0 / 73

Verdi Europei - Green Italia è una lista formatasi per le elezioni europee del 2014 da Federazione dei Verdi e Green Italia.[1] Quest'ultimo è un movimento ecologista fondato da Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde Europeo, per riunire personalità politiche e della società civile provenienti trasversalmente sia da sinistra che da destra ma accomunate da una posizione politica ecologista.[2] Alla lista avrebbero dovuto aderire anche i Verdi del Sudtirolo/Alto Adige, che hanno però preferito aderire alla lista di sinistra L'Altra Europa con Tsipras.

Inizialmente esclusa per non aver raccolto le 30 000 firme necessarie per la candidatura in ciascuna delle cinque circoscrizioni italiane[3], la lista è stata successivamente riammessa alla competizione elettorale a seguito di provvedimento della Corte di cassazione che ha riconosciuto l'esenzione dall'obbligo di raccolta delle firme in quanto la lista è espressione del Partito Verde Europeo già presente nel Parlamento europeo. Tale sentenza ha aperto la strada a una nuova interpretazione della legge: i partiti europei vengono parificati a quelli italiani ai fini dell'esenzione dalla raccolta delle firme per la presentazione della lista.[4] La lista ottiene lo 0,91% e non elegge rappresentanti.

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Elezione Voti % Seggi
Europee 2014 250 102 0,91
0 / 73

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La lista Green Italia Verdi Europei (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2014).
  2. ^ Wolfgang Rüdig, Green parties and elections to the European Parliament, 1979-2019 (PDF), in Liam Ward (a cura di), Greens for a Better Europe: Twenty Years of UK Green Influence in the European Parliament, 1999-2019, 2019, p. 29, ISBN 9781907994906.
  3. ^ Gravità inaudita esclusione liste Green Italia-Verdi europei
  4. ^ Salvatore Aloisio, L'ufficio elettorale nazionale compie un piccolo passo nella direzione della rilevanza giuridica dei partiti a livello europeo e contribuisce al dibattito sulla natura del Parlamento Europeo, in Marco Mascia, Verso un sistema partitico europeo transnazionale., Cacucci Editore, 2014, pp. 73-74, ISBN 9788866113737.
  Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Politica