Radio Bruno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Radio Bruno
Radio bruno-1-.png
PaeseItalia Italia
Linguaitaliano
Data di lancio1976
Share di ascolti809'000 (Secondo semestre 2020[1])
EditoreGruppo Multiradio S.r.l.
MottoChiamala per nome
Sito webwww.radiobruno.it
Diffusione
Terrestre
AnalogicoFM, in Italia

Radio Bruno è un'emittente radiofonica privata locale con sede a Carpi (Modena). E' considerata una superstation, in quanto trasmette in più regioni con nuclei di ascolto alti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel maggio del 1976[2], trasmette su tutto il territorio di Emilia-Romagna e Toscana e in alcune province limitrofe di altre regioni, tra cui Mantova, Verona, Pesaro e La Spezia, e in fascia pomeridiana tramite Radio Vera anche nella zona di copertura di quest'ultima (prov. di Brescia, Cremona, Lodi, Milano ecc.).

Tra i fondatori della radio ci sono l'attuale presidente dell'emittente Gianni Prandi, lo speaker Enrico Gualdi e il tecnico Erio Cipolli. Tra gli animatori della prima ora va ricordato Ruggero Po, giornalista, in seguito diventato conduttore della trasmissione Zapping di Rai Radio 1.

Nel 2004 Radio Bruno si allarga alla regione Toscana dopo l'acquisizione dell'emittente pisana Radio Quattro[3]. Sulle frequenze di Radio Bruno Toscana dal 1º luglio 2015, la redazione sportiva con sede a Firenze trasmette il Pentasport, storico programma incentrato sulla Fiorentina[4]. Da fine settembre 2011 la succitata collaborazione con l'emittente bresciana Radio Vera nella ritrasmissione del palinsesto della fascia pomeridiana.

Secondo i dati radiofonici della società GFK Eurisko Radio Monitor, nel primo semestre del 2014 Radio Bruno è l'emittente radiofonica più ascoltata in Emilia Romagna con uno share di 481 000 ascoltatori per giorno medio, davanti a Radio 105, RTL 102.5, Radio Deejay e le Radio Rai[1]. L'emittente si riconferma la più ascoltata nel suo territorio di copertura con una costante crescita. Nel 2017 Radio Bruno risulta con uno share di ascolto di 687 000 ascoltatori.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2015 è possibile seguire Radio Bruno anche dal digitale terrestre:

- 75 per l’Emilia Romagna

- 190 per la Lombardia e Piemonte orientale

- 110 per il Piemonte (province di Torino, Asti e Cuneo)

- 256 per la Toscana

Palinsesto[modifica | modifica wikitesto]

Dal lunedì al giovedì[modifica | modifica wikitesto]

06:00 - 08:00 LA STRANA COPPIA con Sandro Damura e Enrico Gualdi

08:00 - 10:00 LA STRANA COPPIA... SI FA IN TRE! con Damura, Gualdi e Laura Padovani

10:00 - 12:00 BRUNO MATTINA con Clarissa Martinelli e Antonio Valli

12:00 - 13:00 HAPPY HOUR con Enzo Ferrari

13:00 - 15:00 UNA POLTRONA PER DUE con Fausto Peppi e Alex Testi

15:00 - 17:00 FANS CLUB con Barbara Pinotti e Achille Maini

17:00 - 19:00 DRIVE TIME con Georgia Passuello, Roberto Uggeri

19:00 - 21:00 DRIVE TIME con Robby Mantovani e Gianluca Setti

21:00 - 23:00 CERTE NOTTI con Roberto Trapani

23:00 - 02:00 ROUND MIDNIGHT con Giorgio Martini

02:00 - 06:00 Solo Grandi Successi!

Venerdì[modifica | modifica wikitesto]

06:00 - 08:00 LA STRANA COPPIA con Sandro Damura e Enrico Gualdi

08:00 - 10:00 LA STRANA COPPIA... SI FA IN TRE! con Damura, Gualdi e Laura Padovani

10:00 - 12:00 BRUNO MATTINA con Clarissa Martinelli e Antonio Valli

12:00 - 13:00 HAPPY HOUR con Enzo Ferrari

13:00 - 15:00 UNA POLTRONA PER DUE con Fausto Peppi e Alex Testi

15:00 - 17:00 FANS CLUB con Barbara Pinotti e Achille Maini

17:00 - 19:00 DRIVE TIME con Georgia Passuello, Roberto Uggeri

19:00 - 21:00 DRIVE TIME con Robby Mantovani e Gianluca Setti

21:00 - 24:00 CERTE NOTTI con Roberto Trapani

00:00 - 07:00 Solo Grandi Successi!

Sabato[modifica | modifica wikitesto]

07:00 - 10:00 LA STRANA COPPIA WEEK-END con Sandro Damura e Enrico Gualdi

10:00 - 13:00 PENSAVO PEGGIO con Bruno De Minico e Mary B

13:00 - 15:00 THE BEST OF UNA POLTRONA PER DUE con Alex Testi e Fausto Peppi

15:00 - 18:00 HAPPY HOUR WEEK-END con Achille Maini e Arianna Bertoncelli

18:00 - 24:00 WEEKEND PARADE con Barbara Pinotti

Domenica[modifica | modifica wikitesto]

07:00 - 10:00 LA RADIOSVEGLIA con Roberto Trapani

10:00 - 13:00 PENSAVO PEGGIO con Bruno De Minico e Mary B

13:00 - 15:00 WEEKEND PARADE con Antonio Valli

15:00 - 18:00 HAPPY HOUR WEEK-END con Achille Maini e Arianna Bertoncelli

18:00 - 22:00 WEEKEND PARADE con Antonio Valli

22:00 - 06:00 Solo Grandi Successi!

Speaker[modifica | modifica wikitesto]

  • Sandro Damura
  • Enzo Ferrari
  • Bruno De Minico
  • Enrico Gualdi
  • Simone Ruscetta
  • Roberto Mantovani
  • Marco Marini
  • Clarissa Martinelli
  • Fausto Peppi
  • Alex Testi
  • Barbara Pinotti
  • Roberto Uggeri
  • Roberto Trapani
  • Antonio Valli
  • Mary Be
  • Laura Padovani
  • Achille Maini
  • Giorgio Martini
  • Gianluca Setti
  • Georgia Passuello
  • Arianna Bertoncelli

Redazione giornalistica[modifica | modifica wikitesto]

  • Redazione centrale: Lilliana Corradini, Federica Boccaletti, Chiara Tassi, Sara Gelli, Clarissa Martinelli, Pierluigi Senatore, Jessica Bianchi, Patrizia Santini.
  • Redazione Forlì: Vania Leone, Roberto Feroli, Emanuele Bandini.
  • Redazione Brescia: Luca Riva, Elicia Baresi, Giorgia Raccagni, Nicola Laffranchi, Valentina Lupi.
  • Redazione Imola: Rita Missiroli, Maura Gallanti, Giorgio Conti
  • Redazione Mantova e Verona: Antonietta Gianola.
  • Redazione Bologna: Micaela Romagnoli, Alessia Angellotti.
  • Redazione Toscana: Maurizio Bolognesi, Benedetta Bolognesi, Marilena Berti, Andrea Mastroberti, Marco Nardi, Massimo Stefanini, Lorenzo Aliberti, Maurizio Ribechini, Andrea Melai, Giacomo Trambusti.
  • Redazione Firenze (sport): David Guetta, Giovanni Sardelli, Tommaso Loreto, Matteo Sestini, Matteo Magrini, Duccio Zoccolini, Gianluca Bigiotti, Stefano Rossi, Andrea Giannattasio, Michela Lanza, Alessandro Guetta.
  • Redazione Rimini: Glauco Valentini, Riccardo Valentini, Grazia Antonioli, Riccardo Giannini, Maria Assunta "Mary" Cianciaruso, Nicola Guerra

Il tour: Radio Bruno Estate[modifica | modifica wikitesto]

Il Radio Bruno Estate ha mosso i primi passi alla metà degli Anni ’90 come festival estivo in Emilia Romagna. Dal 2010, rappresenta la punta di diamante degli eventi organizzati e prodotti da Radio Bruno.

Si tratta di uno degli appuntamenti musicali più attesi dell’anno, dove i protagonisti dei successi dell’estate si avvicendano sul grande palco in alcune delle piazze più belle del centro nord Italia come

Con l’acquisizione di importanti frequenze in Toscana e Lombardia e nuove centinaia di migliaia di ascoltatori, le produzioni sono cresciute via via nel tempo aggiungendo nuove prestigiose piazze come quelle di Firenze e Prato. Ogni tappa è unica, con un cast sempre diverso capace di accontentare un pubblico eterogeneo proprio come quello che ogni giorno si sintonizza su Radio Bruno.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Compilation[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b {https://www.tavoloeditoriradio.it/wp-content/uploads/2021/01/TER-Dati-II-semestre-16-giugno-14-dicembre-2020.pdf Dati RadioTER - Secondo Semestre Anno 2020}
  2. ^ Radio Bruno, su storiaradiotv.it. URL consultato il 26 ottobre 2014.
  3. ^ Storia della radiotelevisione italiana. Toscana, Pisa: da Radio Quattro a Radio Bruno, su newslinet.it, 4 febbraio 2010. URL consultato il 6 febbraio 2014.
  4. ^ Guetta lascia Radio Blu dopo 35 anni: il Pentasport trasloca a Radio Bruno - La Nazione, su lanazione.it. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  5. ^ Pontedera - Radio Bruno Estate, su estate.radiobruno.it. URL consultato il 20 giugno 2011 (archiviato dall'url originale l'8 luglio 2010).
  6. ^ estate.radiobruno.it, https://web.archive.org/web/20130715050830/http://estate.radiobruno.it/cast/marco-mengoni. URL consultato il 25 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2013).
  7. ^ Date - Radio Bruno Estate Archiviato il 20 luglio 2011 in Internet Archive.
  8. ^ Notte Rosa con Radio Bruno Estate Cesenatico | La Notte Rosa - Official Site
  9. ^ annalisa 20 luglio, su estate.radiobruno.it. URL consultato il 31 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 3 novembre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Editoria