Gruppo 24 ORE

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gruppo 24 ORE
(Il Sole 24 ORE S.p.A.)
Stato Italia Italia
Forma societaria Società per azioni
Borse valori Borsa Italiana: S24
Fondazione
Sede principale Milano
Persone chiave
Settore Media
Prodotti quotidiani, libri, periodici
Dipendenti 1890 (2013)
Sito web

Il Gruppo 24 ORE è un gruppo editoriale italiano, editore del quotidiano Il Sole 24 ORE, quotato alla Borsa valori dal 6 dicembre 2007[1]. Il 67,5% delle quote del gruppo è di proprietà di Confindustria.

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Il Gruppo 24 ORE è attivo nelle seguenti aree[2]:

  • Media, con questi marchi:
  • 24 Ore Cultura: società che organizza mostre e gestisce musei e spazi espositivi.
  • Divisione Professionale: è la divisione che si occupa di editoria giuridica professionale e specializzata. Comprende oltre 32 periodici tematici, banche dati on line e off line, libri (soprattutto manualistica) e applicativi gestionali (dai dichiarativi fiscali, alla gestione della contabilità e bilancio, ai software in materia di edilizia). Dal maggio 2006 ha aderito al Consorzio Mercury per l'automazione dello scambio documentale tra applicativi gestionali diversi.
  • Divisione Business Line:
    • Backtowork24: società che offre soluzioni integrate per favorire l’investimento di risorse finanziarie e competenze professionali da parte di manager e investitori, in PMI e Startup innovative.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel marzo 2007 è stata completata l'acquisizione del Gruppo editoriale Gpp, attivo nell'editoria di settore con circa 70 testate (fra le quali BarGiornale e Mark-up)[3]. La nuova acquisizione ha dato vita a un nuovo gruppo «Il Sole 24 ORE Business Media», polo editoriale dedicato all'editoria professionale.

Nel luglio 2007 sono state acquisite le società informatiche «STR S.p.A.», specializzata nel software per l'edilizia, e «Data Ufficio S.p.A.», specializzata nel software per professionisti e per la pubblica amministrazione.[4][5][6]

Nel 2007 il «Gruppo 24 ORE» era quotato in borsa per un valore di 750 milioni di euro.[7]

Nel luglio del 2008 il gruppo è entrato nel mercato della formazione manageriale e della consulenza con l'acquisizione del 60% di Newton Management Innovation[8] inserita nella "Divisione professionale". Dopo poco, sempre la "Divisione professionale", ha acquisito la società Esa Software S.p.A., specializzata in soluzioni software per aziende, risorse umane e professionisti.[9][10]. Dall'unione di Esa Software, STR, Data Ufficio e Softlab è nata 24 ORE Software.

Nel 2014 24 ORE Software, nonostante fosse una delle realtà leader nel panorama informatico e gestionale italiano, è stata venduta a TeamSystem S.p.A.[11]. Viene ceduta anche la società «Business Media», per un prezzo che la stessa azienda qualifica come “simbolico”[12].

Dal 2013 al 2016 presidente ed amministratore delegato del gruppo sono stati, rispettivamente, Benito Benedini[13] e Donatella Treu[14].

Nel 2014 la gestione risulta in perdita per il sesto anno consecutivo, anche se il passivo di quell'anno è molto ridotto rispetto al 2013 (9,8 milioni contro 76,1). [15]. Le vendite vanno bene: i ricavi editoriali crescono in quell'anno di 1,4 milioni.

Dalla relazione semestrale 2016, resa nota il 30 settembre, emergono gravi passività nella gestione economica e finanziaria[16]. La gravità della situazione porta la metà dei membri del consiglio d'amministrazione (tra cui l'amministratore delegato Gabriele Del Torchio) a rassegnare le dimissioni. Il comitato di redazione sfiducia il direttore Roberto Napoletano, ma il nuovo Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia gli conferma la fiducia[17]. A seguito di un esposto Adusbef, in ottobre la Procura di Milano apre un'indagine sulla situazione contabile del quotidiano «Il Sole 24 Ore»[18]. Il 14 novembre viene eletto il nuovo consiglio d'amministrazione: Giorgio Fossa, ex presidente di Confindustria, è nominato presidente del gruppo[19]. Successivamente Franco Moscetti è nominato amministratore delegato[20].

Nel 2016 il «Gruppo 24 ORE» ha chiuso il terzo trimestre con una perdita di 61 milioni di euro e con una quotazione in borsa vicina ai 50 milioni di euro. Tali risultati sarebbero da imputare non a un basso volume di vendite e di abbonamenti ma alla gestione scriteriata delle risorse dell'azienda protrattasi sin dal 2007.[7][21]. Nel corso dell'anno viene deconsolidata la partecipazione in Newton Management Innovation S.p.A. (e di conseguenza in Newton Lab S.r.l.), inquadrata come joint venture.

Il 19 giugno 2017 il Gruppo cede il settore formazione ed eventi, comprendente la Business School (ed esclusa la joint venture Newton) [22].

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

L'azionariato comunicato alla Consob è il seguente[23]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ «Il Sole 24 Ore»: oggi il debutto in Borsa
  2. ^ Gruppo 24 ORE - Business, gruppo24ore.ilsole24ore.com. URL consultato il 5 ottobre 2016.
  3. ^ Il Sole 24 Ore acquista il Gruppo Editoriale Gpp, 01net.it. URL consultato il 5 maggio 2017.
  4. ^ Il Sole 24 ORE acquisisce STR SpA, leader nelle soluzioni software per l'edilizia, str.it, 19 luglio 2007.
  5. ^ Il Sole 24 ORE acquisisce STR SpA, leader nelle soluzioni software per l’edilizia, gruppo24ore.ilsole24ore.com, 19 luglio 2007.
  6. ^ Il Sole 24 ORE acquisisce Data Ufficio, leader nelle soluzioni software, gruppo24ore.ilsole24ore.com, 05 luglio 2007.
  7. ^ a b Il giornale degli industriali - Il Fatto Quotidiano, in Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  8. ^ Il restante 40% è in mano ad alcuni dei consulenti Newton: Alberto Fedel, Nicola Giunta, Andrea Beretta, Andrea Notarnicola, Alessandro Cravera, Alessandro Pedrazzini, Massimo Targa e Nicola Fedel [1]
  9. ^ Il Gruppo Sole 24 Ore acquisisce il 70% di Esa Software, gruppo24ore.ilsole24ore.com, 10 settembre 2008.
  10. ^ Perfezionamento acquisto ESA Software S.p.A. da parte de Il Sole 24 ORE S.p.A. (PDF), gruppo24ore.ilsole24ore.com, 19 ottobre 2011.
  11. ^ Il Sole 24 Ore S.p.A. firma l’accordo per la cessione di 24 ORE Software S.p.A. a TeamSystem S.p.A. (PDF), Gruppo 24 ORE, 15 aprile 2014. URL consultato il 30 giugno 2014.
  12. ^ Il Sole 24 ORE perfeziona la cessione del ramo di azienda Business Media a Tecniche Nuove S.p.A., gruppo24ore.ilsole24ore.com. URL consultato il 5 maggio 2017.
  13. ^ Benito Benedini, su gruppo24ore.ilsole24ore.com. URL consultato il 21 aprile 2016.
  14. ^ Sonatella Treu, su gruppo24ore.ilsole24ore.com. URL consultato il 21 aprile 2016.
  15. ^ Comunicato sindacale. Dalla parte del Sole: 8 anni di avvertimenti inascoltati, ilsole24ore.com. URL consultato il 5 maggio 2017.
  16. ^ Sole 24 Ore, il gruppo chiude il semestre con 50 milioni di rosso, ilfattoquotidiano.it. URL consultato il 21 novembre 2016.
  17. ^ Chiamarlo scandalo del Sole 24 Ore serve solo a minimizzare, quello che sta esplodendo è lo scandalo Confindustria, primaonline.it. URL consultato il 21 novembre 2016.
  18. ^ La Procura di Milano apre un’indagine sui conti del 'Sole', primaonline.it. URL consultato il 21 novembre 2016.
  19. ^ Ecco i membri del nuovo Cda del Sole 24 Ore presieduto da Giorgio Fossao, primaonline.it. URL consultato il 23 novembre 2016.
  20. ^ Franco Moscetti è il nuovo amministratore delegato del Gruppo 24 Ore, primaonline.it. URL consultato il 23 novembre 2016.
  21. ^ Confindustria, il castello dei ricatti incrociati e il futuro del Sole 24 Ore - Il Fatto Quotidiano, in Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 13 gennaio 2017.
  22. ^ Il Sole 24 Ore cede, per circa 40 milioni di euro, la minoranza dell’Area Formazione ed Eventi a Palamon Capital Partners, primaonline.it. URL consultato il 17 luglio 2017.
  23. ^ Le percentuali di azionariato derivano da quanto comunicato dagli azionisti, secondo quanto previsto dall'articolo 120 del TUF. Parti minori dell'azionariato possono essere indicate direttamente dalla società attraverso altre fonti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]