Banca Popolare di Sondrio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banca Popolare di Sondrio ScpA
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Banca popolare
Borse valori Borsa Italiana: BPSO
Fondazione 4 marzo 1871; 146 anni fa a Sondrio
Fondata da comitato promotore formato da alcuni intraprendenti valtellinesi
Sede principale Sondrio
Settore Bancario
Prodotti servizi finanziari
Margine d'intermed. Green Arrow Up.svg894,767 milioni (2013)
Utile netto Green Arrow Up.svg€ 48,831 milioni (2013)
Dipendenti 2582 (2013)
Sito web

La Banca Popolare di Sondrio, società cooperativa per azioni, è capogruppo dell'omonimo gruppo bancario, di cui fanno parte anche BPS (SUISSE), Factorit S.p.A. e Pirovano Stelvio S.p.A..

La banca è quotata alla Borsa di Milano nell'indice FTSE Italia Mid Cap (Codice ISIN IT0000784196).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La banca venne fondata a Sondrio il 4 marzo 1871, una delle prime banche popolari italiane ispirate al movimento popolare cooperativo del credito propugnato in Italia da Luigi Luzzatti.

L'istituzione della banca contribuì a dare avvio allo sviluppo economico della Valtellina: stante le caratteristiche periferiche della economia valtellinese, essa ha sempre goduto di una scarsa concentrazione degli impieghi, distribuiti presso numerosissime famiglie, professionisti, imprese di piccole dimensioni e qualche impresa di grande dimensione.

L'attività iniziò con due sportelli: presso la sede centrale di Sondrio e presso la filiale di Morbegno. Fra il 1881 ed il 1962 furono aperte in valle altre dodici filiali, passate a 18 entro il 1970.

La banca partecipa nell'azionariato della Banca della Nuova Terra (19,61%)[1].

Fra i numerosi soci della banca vengono ricordati gli economisti Fabio Besta e Ezio Vanoni.

Dati[modifica | modifica wikitesto]

Il capitale sociale della banca, pari a circa 925 milioni di euro, è distribuito fra oltre 179.000 Soci, che in larga parte sono pure clienti. Il patrimonio assomma a circa 1.493 milioni di euro escluso l'utile d'esercizio che al 31 dicembre 2013 è stato di 48.831.672 €[2].

Al 4 febbraio 2011 risultava essere l'ottava banca italiana[3] nella classifica delle 15 banche più capitalizzate quotate sulla borsa italiana.

Al 30 giugno 2014, la banca risultava operativa con un totale di 343 filiali.

Presenza sul territorio[modifica | modifica wikitesto]

La Banca è presente nelle seguenti regioni:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Azionariato - Banca della Nuova Terra, bancanuovaterra.it. URL consultato il 25 aprile 2014.
  2. ^ Banca Popolare di Sondrio - Resoconto dell'anno 2013
  3. ^ Dati in miliardi di euro, aggiornati al 26 marzo 2010 e forniti da Borsa Italiana SpA. La classifica non tiene conto quindi di alcune grandi banche italiane come BNL e Antonveneta non più quotate perché rilevate da gruppi stranieri e di Mediolanum e UGF, in quanto gruppi comprendenti anche attività assicurative

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]