Banca IFIS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Banca IFIS S.p.A.
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per Azioni
Borse valoriBorsa Italiana: IF
Fondazione1983 a Genova
Fondata daSebastien Egon Fürstenberg
Sede principaleMestre
Persone chiaveGiovanni Bossi Amministratore Delegato
SettoreCredito
ProdottiFactoring
Utile netto688 milioni di € (2016)
Dipendenti1.401
Slogan«Diamo valore al tuo lavoro»
Sito web

Banca IFIS S.p.A. (Istituto di Finanziamento e Sconto) è una banca che si occupa di credito commerciale, credito finanziario di difficile esigibilità e credito fiscale. Si occupa inoltre di raccolta presso il mercato retail.

La banca è quotata alla Borsa Italiana negli indici FTSE Italia Mid Cap e FTSE Italia STAR.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società è costituita con denominazione I.Fi.S. - Istituto di Finanziamento e Sconto S.p.A. nel 1983 a Genova da Sebastien Egon Fürstenberg, attuale presidente e azionista di riferimento. Nel 1989 la società è ammessa al mercato ristretto di Milano, e nel 1997 viene iscritta all'elenco speciale degli intermediari finanziari. A partire dal 1º gennaio 2002 inizia a esercitare l'attività bancaria diventando a tutti gli effetti Banca IFIS SpA. Nello stesso anno viene ammessa al mercato telematico azionario. Aderisce inoltre a Factor Chain International.

Nel 2004 Banca IFIS è ammessa al segmento STAR di Borsa Italiana. L'anno successivo avviene un aumento di capitale che porta l'equity a raggiungere i 100 milioni di euro. Nel luglio del 2006 acquisisce IFIS Finance, operatore polacco specializzato nel factoring per l'indotto della produzione locale del Gruppo Fiat. Nel 2008 avvia il programma di diversificazione delle fonti di raccolta, anche attraverso Rendimax, conto deposito online ad alto rendimento. Nel luglio 2010 è portato a termine, con l'integrale sottoscrizione, un aumento di capitale di 50 milioni di euro attestando il capitale della Banca a oltre 200 milioni di euro.

Nel 2011 riceve da Banca d'Italia l'autorizzazione all'OPA su Toscana Finanza, dedicata all'acquisizione pro-soluto e gestione di crediti di difficile esigibilità, che viene fusa per incorporazione nel dicembre dello stesso anno. Nel 2011 avvia una joint venture in India. A gennaio 2013 nasce Contomax, conto corrente di Banca IFIS e ad agosto 2013 nasce Credi Impresa Futuro, il nuovo marchio di Banca IFIS dedicato al supporto del credito commerciale delle PMI che operano nel mercato domestico. Nel 2015 Banca IFIS supera il miliardo di capitalizzazione, si consolida sempre più l'Area NPL di Banca IFIS e viene lanciata la divisione "Farmacie" di Banca IFIS Pharma.

Il Gruppo[modifica | modifica wikitesto]

I marchi e le divisioni attraverso cui il Gruppo opera sono:

  • Banca IFIS Impresa, dedicato al supporto del credito commerciale delle PMI che operano nel mercato domestico;
  • Banca IFIS International, per le aziende che si stanno sviluppando all'estero o che lavorano con l'Italia;
  • Banca IFIS Pharma, a sostegno del credito commerciale dei grandi fornitori delle ASL;
  • Area NPL, che raggruppa tutte le attività della business unit che opera nel settore dei crediti di difficile esigibilità;
  • CrediFamiglia, dedicato alla risoluzione dei debiti finanziari delle famiglie in difficoltà;
  • Fast Finance, che segue le attività connesse al settore dei crediti fiscali;
  • Rendimax, conto deposito online ad alto rendimento di Banca IFIS;
  • Contomax, conto corrente a basso costo ad alto rendimento di Banca IFIS.

Sedi[modifica | modifica wikitesto]

La sede legale e direzione generale a Villa Fürstemberg

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Banca IFIS

Mestre (Sede legale e Direzione generale), Padova, Treviso, Vicenza, Verona, Pordenone, Brescia, Gallarate, Bergamo, Assago, Milano, Torino 1, Torino 2, Cuneo, Genova, Imola, Firenze, Pisa, Ancona, Roma, Pescara, Napoli, Avellino, Salerno, Bari, Palermo, Catania, Cagliari.

Area NPL

Firenze

Fast Finance

Bologna

Estero[modifica | modifica wikitesto]

Una società controllata in Polonia e uffici di rappresentanza in Romania.

Organi sociali e azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Organi sociali[modifica | modifica wikitesto]

Consiglio di Amministrazione

Ruolo Nome
Presidente Sebastien Egon Fürstenberg
Vice Presidente Alessandro Csillaghy
Amministratore Delegato Giovanni Bossi
Consigliere Riccardo Preve
Consigliere Andrea Martin
Consigliere Francesca Maderna
Consigliere Marina Salamon
Consigliere Giuseppe Benini
Consigliere Daniele Santosuosso

Collegio Sindacale

Ruolo Nome
Presidente Giacomo Bugna
Sindaco Effettivo Mauro Rovida
Sindaco Effettivo Giovanna Ciriotto
Sindaco Supplente Luca Giacometti
Sindaco Supplente Sonia Ferrero

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

L'azionariato comunicato alla Consob è il seguente[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le percentuali di azionariato derivano da quanto comunicato dagli azionisti, secondo quanto previsto dall'articolo 120 del TUF. Parti minori dell'azionariato possono essere indicate direttamente dalla società attraverso altre fonti.
  2. ^ a b Secondo l'azionariato indicato sul sito ufficiale del gruppo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]