Italgas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italgas S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per Azioni
Fondazione 12 settembre 1837[1] a Torino
Sede principale Torino
Gruppo Snam[2]
Persone chiave
Settore Utilities (distribuzione cittadina del gas naturale)[4]
Fatturato Green Arrow Up.svg 1.362 milioni di [5] (2012)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg 557 milioni di €[6] (2012)
Dipendenti 2.729[7] (2012)
Sito web www.italgas.it

Italgas S.p.A. è una società italiana partecipata al 100% da Snam e specializzata nell'attività di distribuzione del gas.

Sede[modifica | modifica sorgente]

La società è nata a Torino e ha sede in largo Regio Parco 9, nel capoluogo piemontese.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il logo Italgas fino al 2011.

Nasce nel 1837 a Torino come Compagnia di Illuminazione a Gas per la Città di Torino ma nel corso degli anni cambia nome più volte divenendo prima Società Italiana per il Gas, poi Stige e infine Italgas S.p.A.. Da allora l'azienda si è evoluta seguendo le vicende socio-economiche cercando costantemente nuove soluzioni societarie e tecnologiche. Nella storia di Italgas si segnala, negli anni antecedenti la seconda guerra mondiale, l'interessamento della finanza cattolica, guidata da Bernardino Nogara. Nel 1966 il controllo della Società passa alla Snam del Gruppo Eni. Sotto la Presidenza dell'Avv. Carlo Da Molo,[8] l'Italgas avvia una massiccia campagna di metanizzazione, espandendosi notevolmente nel centro-sud. La società, oltre a consolidare la propria presenza nel settore del gas naturale, si espande anche nelle attività inerenti al ciclo completo idropotabile ed entra pure nel business della gestione dei rifiuti solidi urbani. Queste attività però vengono in seguito abbandonate e Italgas si concentra sul "core business" del gas naturale, continuando l'espansione all'estero attraverso società controllate operanti in Argentina, Brasile, Grecia, Portogallo, Spagna, Ungheria. Il gruppo internazionale Italgas supera i 10.000 dipendenti. Successivamente l'Eni lancia un'Opa ed acquisisce il 100% del pacchetto azionario e di conseguenza il titolo Italgas cessa di essere quotato in borsa. Nel 2009 l'Eni cede la società alla propria controllata Snam Rete Gas.

Il Museo[modifica | modifica sorgente]

Nel 1994, dopo anni di ricerca e cernita negli archivi iniziate negli anni ottanta in occasione dei centocinquanta anni di attività della società, Italgas crea a Torino un archivio storico e museo dove raccogliere documenti, volumi, opuscoli e manifesti rilevanti per la sua storia. A fianco dei documenti cartacei sono esposti anche strumenti ed apparecchiature relative alla tecnologia del gas fin dai suoi albori.

Attività[modifica | modifica sorgente]

Nel tempo l'attività di Italgas S.p.A. si è estesa, a partire da Torino nel resto dell'Italia fino a coprire una quota di mercato superiore al 30% con concessioni riguardanti circa 1500 comuni tra cui alcuni molto estesi come ad esempio Roma, gestite in modo diretto o tramite società consociate.

Filiali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Storia
  2. ^ Struttura societaria
  3. ^ Management
  4. ^ La società
  5. ^ Relazione finanziaria annuale 2012.
  6. ^ Relazione finanziaria annuale 2012
  7. ^ Relazione finanziaria annuale 2012
  8. ^ Wanda Valli, La scomparsa di Da Molo, intellettuale e europeista, La Repubblica, 2 aprile 2004.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]