BlackRock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima località irlandese, vedi Blackrock.
BlackRock
Logo
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Forma societaria Public company
Borse valori NYSE: BLK
ISIN US09247X1019
Fondazione 1988 a New York
Fondata da
Sede principale New York
Persone chiave
Settore servizi finanziari
Prodotti
Dipendenti 12000 (2009)
Sito web

BlackRock è la più grande società di investimento nel mondo e gestisce un patrimonio totale di 5.100 miliardi di dollari [1]. BlackRock è il primo gestore indipendente quotato alla Borsa di New York in termini di masse gestite[2]. Leader in America negli ETF e ETC è presente nella piazza finanziaria di Milano con la gamma di prodotti iShares quotati sull'indice ETF Plus della Borsa Italiana.

Blackrock è una delle società di investimento più grandi[2] e un'istituzione di grande influenza a Wall Street e a Washington.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società ha iniziato a operare nel 1988 all'interno del Blackstone Group, come gruppo di gestione finanziaria.

Nel 1992 Laurence D. Fink, Ralph Schlosstein e Keith Anderson si separarono da Blackstone e fondarono BlackRock, come società di risparmio gestito.

Tre anni più tardi, nel 1995 BlackRock si fonde con PNC Financial Services. Verranno poi incorporate, nel 2006 Merrill Lynch Investment Managers (MLIF) e nel marzo 2009 Barclays Global Investors (BGI) per 13,5 miliardi di dollari, che porta in dote iShares uno dei principali fornitori di ETF al mondo.

BlackRock nel 2009 è diventato così il più grande gestore di risparmio al mondo con oltre 3.350 miliardi di dollari[4]. BlackRock è nel 2013 gestore di un patrimonio pari a 3.790 miliardi di dollari.

La Società[modifica | modifica wikitesto]

La Società offre soluzioni d'investimento nel reddito fisso, nel segmento azionario e monetario, investimenti alternativi e real estate. Ha sede principale a New York ed oltre 40 uffici dislocati in 22 Paesi.[5]

iShares[modifica | modifica wikitesto]

La storia di iShares inizia nel marzo 1996 quando Barclays lanciò uno strumento che aveva lo scopo di replicare gli indici MSCI introdotti da Morgan Stanley, chiamato con l'acronimo "WEBS" (World Equity Benchmark Shares). Gli WEBS furono tra i primi ETF scambiati nell'American Stock Exchange di New York e dopo qualche anno vennero rinominati "iShares MSCI Series". Nel marzo 2009, dopo 13 anni dal lancio del primo WEBS, iShares venne trasferita da Barclays a BlackRock.

Partecipazioni di società quotate sulla Borsa Italiana[modifica | modifica wikitesto]

BlackRock nel 2009 a seguito della fusione con Barclays Global Investors ha ereditato dalla società inglese numerose partecipazioni in società italiane, per un totale di circa 8,9 miliardi di euro.[6]

Ad aprile 2014, invece, lo stock di investimenti di BlackRock in Italia ammontava a circa 58 miliardi di euro.[7]

Secondo i dati Consob, al 6 giugno 2014, BlackRock risulta titolare di azioni di alcune importanti società che compongono l'indice FTSE MIB di Piazza Affari, ovvero:

BlackRock detiene poi quote in:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità ISNI: (EN0000 0004 0391 5476 · GND: (DE1060355051
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende