BlackRock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima località irlandese, vedi Blackrock.
BlackRock
Logo
StatoStati Uniti Stati Uniti
Forma societariaPublic company
Borse valoriNYSE: BLK
ISINUS09247X1019
Fondazione1988 a New York
Fondata da
Sede principaleNew York
Persone chiave *Laurence D. Fink presidente e CEO
Settoreservizi finanziari
Prodotti
  • Exchange-traded fund
  • Exchange-traded commodity
  • fondi comuni di investimento
  • FatturatoUS$12.491 miliardi[1] (2017)
    Utile nettoUS$4.970 miliardi[1] (2017)
    Dipendenti13.900 (2017)
    Sito web

    BlackRock è la più grande società di investimento nel mondo con sede a New York. Gestisce un patrimonio totale di oltre 6.000 miliardi di dollari (dicembre 2017).[2] di cui un terzo in Europa.[3] Quotato alla Borsa di New York, offre soluzioni d'investimento nel reddito fisso, nel segmento azionario e monetario, investimenti alternativi e real estate. Leader in America negli ETF e ETC, è presente nella piazza finanziaria di Milano con la gamma di prodotti iShares quotati sull'indice ETF Plus della Borsa Italiana.

    BlackRock opera a livello globale con 70 uffici in 30 paesi e clienti in 100 paesi.[4] A causa delle dimensioni e della portata delle sue attività finanziarie, esercita una forte influenza.[3] Per il suo potere BlackRock è stato definito la più "grande banca ombra del mondo",[5] simile anche al "wifi, invisibile eppure presente".[6]

    Storia[modifica | modifica wikitesto]

    La sede centrale di BlackRock a Midtown Manhattan, New York City.

    BlackRock è fondata nel 1988 da Laurence "Larry" Fink e Robert S. Kapito con un gruppo di colleghi (Susan Wagner, Barbara Novick, Ben Golub, Hugh Frater, Ralph Schlosstein e Keith Anderson) per fornire ai clienti istituzionali servizi di gestione patrimoniale con ricorso al rischio. Molti di loro avevano già lavorato assieme a First Boston dove era stata sviluppata l'idea. Il progetto piace a Pete Peterson, responsabile del gruppo Blackstone, che finanzia il capitale operativo iniziale con una linea di credito di 5 milioni di dollari. Così la società inizia a operare all'interno di Blackstone come gruppo di gestione finanziaria con il nome di Blackstone Financial Management occupandosi di reddito fisso. Nel giro di pochi mesi l'attività diventa redditizia, nel 1989 il patrimonio è quadruplicato a 2,7 miliardi di dollari, nel 1992 sono 17 i miliardi di dollari in gestione e 53 miliardi nel 1994.

    Proprio quell'anno Fink e il numero uno di Blackstone, Stephen A. Schwarzman, mostrano visioni strategiche diverse. Così i due decidono di separarsi: Schwarzman rimane con Blackstone, Fink diventa presidente e CEO di quella che un volta era Blackstone Financial Management e ora prende il nome di BlackRock Inc. Campo di attività: il risparmio gestito. Il modello di business: OneBlackRock, ovvero una piattaforma comune invece di avere tante società con unità operative autonome.[7] Nel 1995 BlackRock si fonde con la holding bancaria PNC Financial Services ammpliando la gestione anche ai fondi azionari,[7] nel 1999 gestisce attività per 165 miliardi di dollari e si quota alla Borsa di New York a 14 dollari per azione. Nell'agosto del 2004 BlackRock effettua la sua prima acquisizione importante, rilevando la holding di State Street Research & Management di MetLife per 375 milioni di dollari in contanti e azioni. Il patrimonio gestito passa così da 314 a 325 miliardi di dollari.

    Nel 2006 viene incorporata Merrill Lynch Investment Managers (una partecipazione del 49,5% della società finisce così nelle mani di Merrill Lynch), nell'ottobre 2007 acquisisce il business dei fondi di fondi di Quellos Capital Management, nel marzo 2008, pochi mesi prima del crollo finanziario di Wall Street, Larry Fink è chiamato dal capo della Federal Reserve di New York, Timothy Geithner (in seguito sarà ministro delle finanze con Barack Obama), ad aiutarlo nel ripulire i "titoli spazzatura" che si trovano nel portafoglio della Bear Stearns, la banca d'investimento appena salvata dal governo Usa.[3] Fink ha già sviluppato il software Aladdin (acronimo di Asset liability and debt derivates investment network) che traduce i dati di mercato in scelte di investimento.[8] Dopo la Bear Stearns, BlackRock interviene sui fondi tossici di Citibank, Aig, Fannie Mae e Freddie Mac. Diventando di fatto il braccio operativo del governo Usa per svolgere il ruolo di pompiere della crisi.[3]

    Nell'aprile 2009 BlackRock acquisisce R3 Capital Management e assume il controllo del fondo da 1,5 miliardi di dollari. In giugno rileva per 13,5 miliardi di dollari da Barclays (che ha una partecipazione del 20% in BlackRock), Barclays Global Investors con sede a San Francisco: porta in dote iShares, uno dei principali fornitori di ETF al mondo. Diventando così il più grande gestore di risparmio al mondo con oltre 3.350 miliardi di dollari.[9]

    BlackRock è nel 2013 gestore di un patrimonio pari a 3.790 miliardi di dollari e Fortune lo elenca nella sua lista annuale delle 50 società più ammirate al mondo. L'anno dopo The Economist lo riconosce, con 4 miliardi di dollari in gestione, come il "più grande gestore patrimoniale del mondo", ancora più grande della banca più grande del mondo, la Banca industriale e commerciale della Cina (3 miliardi di dollari). Nel maggio 2014 BlackRock investe in Snapdeal, una società indiana. Alla fine del 2014 il Sovereign Wealth Fund Institute afferma che il 65% del patrimonio gestito da Blackrock è costituito da investitori istituzionali.

    Nell'agosto 2015 BlackRock acquisisce FutureAdvisor, fornitore di gestione patrimoniale digitale con un patrimonio gestito di 600 milioni di dollari: opererà all'interno di BlackRock Solutions. Nel novembre 2015 viene invece liquidato l'hedge fund BlackRock Global Ascent, l'unico suo fondo macro, in seguito a forti perdite. In quel momento BlackRock gestiva 51 miliardi di dollari in hedge fund.

    Nel marzo 2017 il Financial Times annuncia che BlackRock, dopo una revisione di sei mesi condotta da Mark Wiseman, ha avviato una ristrutturazione della sua attività di fondi (8 miliardi di dollari), con l'allontanamento di sette gestori di portafoglio e nuove strategie di investimento per alcuni fondi.[10] Nell'aprile 2017 le attività di iShares rappresentano il 26% del totale delle risorse gestite da BlackRock e il 37% del reddito della società[11] che un mese più tardi, in maggio, aumenta la propria partecipazione in CRH plc e Bank of Ireland.[12]

    Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

    Dopo che il Fondo pensione statale della Norvegia, un fondo sovrano, ha ridotto la sua partecipazione al di sotto del 2% dall'oltre 5% detenuto dal 2014 al 2016,[13] i cinque maggiori azionisti sono alla data del 21 marzo 2018:[14]

    • Servizi Finanziari PNC - 25,01%
    • Gruppo Vanguard - 6,23%
    • BlackRock Inc. - 5,27%
    • Capital World Investment - 5,16%
    • Wellington Management Group - 4,37%

    iShares[modifica | modifica wikitesto]

    La storia di iShares inizia nel marzo 1996 quando Barclays lanciò uno strumento che aveva lo scopo di replicare gli indici MSCI introdotti da Morgan Stanley, chiamato con l'acronimo "WEBS" (World Equity Benchmark Shares). Gli WEBS furono tra i primi ETF scambiati nell'American Stock Exchange di New York e dopo qualche anno vennero rinominati "iShares MSCI Series". Nel marzo 2009, dopo 13 anni dal lancio del primo WEBS, iShares venne trasferita da Barclays a BlackRock.

    Sistema di analisi dei dati Aladdin[modifica | modifica wikitesto]

    Secondo gli esperti, il successo di BlackRock si basa sul sistema di analisi dei dati, guidato da Robert Goldstein, chiamato Aladdin della controllata BlackRock Solutions. Aladdin è l'acronimo di "Asset, Liability, Debt and Derivative Investment Network". Il sistema IT distribuito da 5000 mainframe a quattro località sconosciute esegue 200 milioni di calcoli a settimana. Un'altra parte di Aladdin è costituita da 2000 specialisti IT, programmatori e analisti di dati che valutano i dati economici e aziendali. Il sistema Aladdin è in grado di calcolare ogni secondo il valore di azioni, obbligazioni, valute estere o titoli di credito in miliardi di portafogli di investimento. Allo stesso tempo, Aladdin fa luce su come questo valore cambierà quando il mercato muta per una serie di fattori: ad esempio, l'economia rallenta, i dati di vendita crescono quando i tassi di cambio scendono, i prezzi del petrolio aumentano. BlackRock valuta ogni singolo investimento utilizzando Aladdin. Oltre ai $ 5.12 miliardi di prodotti finanziari in-group di BlackRock, Aladdin supervisiona anche lo sviluppo di circa 30.000 portafogli di investimento, per un valore di circa 15 trilioni di euro. Questa attività rappresenta dal 7% al 10% circa di tutte le attività in tutto il mondo da oltre 170 fondi pensione, banche, compagnie assicurative, fondazioni e altri investitori istituzionali.

    Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

    BlackRock è uno dei principali azionisti di migliaia di aziende in tutto il mondo, aziende rilevanti nei settori dell'energia, chimica, trasporti, agroalimentari, aeronautica, immobiliare. E' (o è stato) il principale azionista singolo delle società finanziarie JPMorgan Chase, Bank of America e Citibank, Apple, McDonald's, Nestlé (sino ad agosto 2015) e delle società energetiche Exxon Mobil e Shell.[15] È anche azionista di peso di Deutsche Bank, Intesa Sanpaolo, Bnp, Ing.[6]

    In Italia[modifica | modifica wikitesto]

    BlackRock nel 2009, in seguito della fusione con Barclays Global Investors, ha ereditato dalla società inglese numerose partecipazioni in società italiane, per un totale di circa 8,9 miliardi di euro.[16] Nell'aprile 2014 lo stock di investimenti di BlackRock in Italia ammontava invece a circa 58 miliardi di euro.[17]

    Secondo i dati Consob, al 6 giugno 2014, BlackRock era titolare di azioni di alcune importanti società che compongono l'indice FTSE MIB di Piazza Affari, ovvero:

    BlackRock detiene poi quote in:

    In Germania[modifica | modifica wikitesto]

    A partire da dicembre 2013 BlackRock è l'unica società di investimento straniera che detiene una partecipazione significativa in tutte le 30 società DAX ed è il maggiore azionista singolo in un terzo di tutte le società DAX. Attraverso diversi fondi, BlackRock è il maggiore azionista unico in Daimler AG, Deutsche Bank, Lufthansa, Bayer AG, BASF e Deutsche Börse.[18][19] Alla fine del 2015 controllava in media il 5,3% del capitale azionario di ciascuna società tedesca DAX e deteneva circa il 10,7% del flottante in mano ad investitori istituzionali nel DAX. Nel giugno 2016 le partecipazioni DAX di BlackRock valevano complessivamente più di 50 miliardi di euro. BlackRock è di gran lunga il maggiore azionista unico nelle società quotate alla Deutsche Börse.[18]

    Nell'aprile 2018 queste le partecipazioni di BlackRock in 28 delle 30 società quotate DAX:)[20]

    Rispetto al 16 giugno 2014 BlackRock ha ridotto la sua partecipazione in case automobilistiche e ha investito in maniera significativa in società immobiliari tedesche (rappresentate da Vonovia nel DAX).

    Influenza[modifica | modifica wikitesto]

    L'influenza di BlackRock si estende oltre il proprio portafoglio di attività. Molti altri importanti investitori si affidano al sistema di analisi Aladdin della BlackRock Solutions. Dozzine di banche centrali come la Fed americana e la Banca centrale europea (BCE), i ministeri della finanza e i fondi sovrani ricevono consigli dagli esperti di BlackRock che hanno progettato il programma di cartolarizzazione dei prestiti della BCE quando la banca centrale aveva bisogno di competenze esterne. In Grecia e a Cipro BlackRock ha analizzato a fondo i bilanci delle banche, consigliando poi i governi. E' intervenuta in Irlanda e Spagna. C'è chi ha criticato il fatto che BlackRock abbia avuto colloqui personali con il presidente della Banca centrale europea (BCE), Mario Draghi. Uno scambio, è stata la risposta di Francoforte, per comprendere meglio le dinamiche nei mercati. E comunque per due volte la BCE l'ha chiamato come Advisor, l'ultima nel 2016 per preparare gli stress test a 39 banche europee.[6]

    Si avvale anche di consulenti importanti. George Osborne, ministro delle finanze britannico dal 2010 al 2016, ha un contratto di consulenza, 740 mila euro per lavorare un giorno a settimana. In Germania Frederic Merz, ex capo dell Cdu al Parlamento tedesco. In Svizzera l'ex governatore della banca centrale, Philippe Hildebrand. In Francia Jean-Francois Cirelli, consulente di Emmanuel Macron.[3] La giornalista Heike Buchter, autrice anche di un libro su BlackRock pubblicato nel 2015, conclude così una sua ricerca su Handelsblatt: "Nessun governo, nessuna autorità ha una visione così completa e profonda del mondo finanziario e aziendale globale come BlackRock".

    Dal gennaio 2017 il titolo BlackRock è aumentato del 40%.[6]

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ a b (EN) BlackRock Financials, su ir.blackrock.com, 2017. URL consultato il 24 febbraio 2018.
    2. ^ http://www.blackrock.com/corporate/en-it/about-us.
    3. ^ a b c d e BlackRock, quel potere occulto che domina tutta la finanza europea, su ilfattoquotidiano.it, 29 maggio 2018. URL consultato il 29 maggio 2018.
    4. ^ (EN) BlackRock's Current Share Price Doesn't Capture Its Long-Term Growth Prospects - Contacts and Office Locations, Forbes, 18 luglio 2017. URL consultato il 26 luglio 2017.
    5. ^ (DE) Die grösste Schattenbank der Welt, Basler Zeitung, 20 novembre 2012. URL consultato l'8 maggio 2017.
    6. ^ a b c d Cos'è davvero BlackRock, la roccia invisibile che governa il mondo, su corriere.it, 7 maggio 2018. URL consultato il 28 giugno 2018.
    7. ^ a b (EN) History, su blackrock.com. URL consultato il 29 maggio 2018.
    8. ^ BlackRock, il più grande fondo al mondo. Come funziona il colosso da 4 mila miliardi, su espresso.repubblica.it, 12 giugno 2014. URL consultato il 29 maggio 2018.
    9. ^ Info reperita sul sito della società (US$3.35 trillion), su www2.blackrock.com. URL consultato l'11 marzo 2010.
    10. ^ (EN) BlackRock cuts ranks of stockpicking fund managers, Financial Times, 27 marzo 2017. URL consultato il 30 marzo 2017.
    11. ^ (EN) Stephen Foley, BlackRock assets under management hit $5.4tn on record ETF inflows, Financial Times, 19 aprile 2017. URL consultato il 10 maggio 2017.
    12. ^ (EN) Peter Hamilton, BlackRock increases stakes in CRH and Bank of Ireland, Irish Times, 9 maggio 2017. URL consultato il 9 maggio 2017.
    13. ^ (EN) UNITED STATES: BLACKROCK INC, su nbim.no. URL consultato il 21 marzo 2018.
    14. ^ (DE) BlackRock, Inc. Übersicht über die Aktionärsstruktur, su Nasdaq. URL consultato il 21 marzo 2018.
    15. ^ (EN) The rise of BlackRock, in The Economist, 5 dicembre 2013.
    16. ^ Da Articolo su MilanoFinanza del 10/12/2009 "Con eredità Barclays Blackrock azionista di peso in Mediaset e Unicredit", su milanofinanza.it. URL consultato il 14 marzo 2010.
    17. ^ «Italia e Borsa, opportunità per BlackRock» - EVENTIQUATTRO
    18. ^ a b (DE) Benedikt Müller, Blackrock – Überall die Finger drin, in Süddeutsche Zeitung (online), 2 marzo 2016.
    19. ^ (DE) Blackrock-Chef Laurence Fink Dieser Schattenmann regiert mit vier Billionen Dollar die ganze Welt, in Focus Money (online), 11 settembre 2015.
    20. ^ (DE) Beteiligungen des Vermögensverwalters BlackRock am Aktienkapital von im DAX gelisteten Unternehmen, in Statista, 2018. URL consultato il 25 maggio 2018.

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

    Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0391 5476 · GND (DE1060355051