DiaSorin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
DiaSorin
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa Italiana: DIA
ISINIT0003492391
Fondazione2000 a Saluggia
Sede principaleSaluggia
Persone chiave
Settorediagnostica
Prodottistrumenti e servizi di diagnostica in vitro
Fatturato637 milioni di [1] (2017)
Utile netto139,9 milioni di [1] (2017)
Dipendenti1.896 (2017)
Slogan«Diagnostics is our life»
Sito web

DiaSorin S.p.A. è una società per azioni che opera nei segmenti dell'immunodiagnostica e della diagnostica molecolare. È a capo di un gruppo composto da 24 società e 4 succursali estere e produce i propri test in 7 siti produttivi dislocati in Europa, Africa e Stati Uniti.[2]

La società è quotata dal luglio 2007 presso la Borsa Italiana dove è presente nell'indice FTSE MIB.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini[modifica | modifica wikitesto]

Le origini della società risalgono al 1968, quando in provincia di Vercelli su iniziativa della Fiat e di Montecatini, venne fondata la "Sorin Biomedica" da parte della "Società Ricerche Impianti Nucleari - Sorin",[3] che grazie ai tecnici italiani, formatisi negli Stati Uniti, si specializza nello sviluppo delle apparecchiature biomedicali dedicate al business della diagnostica in vitro.

Nel 1997 la società, nel frattempo ridenominata Sorin Diagnostics, acquisisce negli Stati Uniti la Incstar Inc., azienda specializzata del settore, quindi scorpora le attività che riguardano la diagnostica in una società chiamata DiaSorin S.r.l. che poco dopo viene ceduta alla American Standard International.[3]

Fondazione[modifica | modifica wikitesto]

La società nasce nel 2000, attraverso un'operazione di management buyout guidata dagli italiani Carlo Rosa (laurea in chimica, esperienza negli USA e direttore strategie e marketing della società), effettuata con altri tre dirigenti e supportata da Gustavo Denegri (un imprenditore che, dopo aver fondato una società nella componentistica auto, ha diretto la Piaggio sino al 1994 per poi dare vita a Iniziativa Piemonte).[3]

Acquisizioni[modifica | modifica wikitesto]

L'anno successivo la prima acquisizione: rileva BYC Sangtec e i relativi diritti per il "Liaison", avvia anche la conversione dei test dalla tecnologia "Elisa" (test non interamente automatizzati) alla tecnologia "Clia" (test automatizzati). In seguito apre filiali in Cina, Messico e Israele, nel 2008 acquisisce Biotrin, leader mondiale per il test Parvovirus, e da Eiken Chemical la licenza e l'uso della tecnologia "Lamp" dedicata al business molecolare.

Nel 2010 rileva Murex e la linea di prodotti Elisa di Abbott Laboratories, nel 2012 acquisisce NorDiag, specializzata nell'estrusione di acidi nucleici, e apre una filiale in India. Nel 2014 sono approvati in Cina i test per le epatiti e retrovirus, negli Stati Uniti è prolungato l'accordo con Laboratory Corporation e sono introdotti anche i primi test per le diagnosi delle leucemie.

Nel 2015 sigla l'accordo di distribuzione commerciale con Beckman Coulter per le epatiti e l'HIV in Cina, nel 2016 rileva per 300 milioni negli Stati Uniti (dove è già presente con un impianto produttivo a Stillwater, nel Minnesota) da Quest Diagnostic il ramo d'azienda di immunodiagnostica e diagnostica molecolare di Focus Diagnostics con un centro ricerche e un impianto a Cypress, in California:[4] qui viene trasferita una parte (il settore dei test molecolari) delle attività del centro ricerche chiuso in Irlanda (un centinaio di dipendenti) mentre l'altra parte (le attività nell'immunodiagnostica) è trasferita a Saluggia.[3] Nel settembre 2017 la società rileva da Siemens Healthineers per 47,5 milioni il portafoglio di test Elisa per una ventina di malattie infettive;[5] si accorda inoltre, nello stesso anno, per una partnership con Qiagen per offrire una soluzione automatizzata per la diagnosi della tubercolosi attraverso il test QuantiFERON-TB Gold Plus disponibile sugli analizzatori LIAISON[6]. Nel 2018 l'azienda di Saluggia sigla una partnership con Meridian per la distribuzione del test Helicobacter Pylori in USA e Gran Bretagna e lo sviluppo di nuovi test del pannello gastro-intestinale. Nello stesso anno le azioni DiaSorin entrano nell’indice FTSE MIB.

Presenza geografica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 DiaSorin realizza i ricavi (637 milioni di euro)[1] in Europa e Africa per il 43,8%, nel Nord America per il 30,6%, in Asia e nel Pacifico per il 18,4%, nel Centro e Sud America per il 7,4%.[3] Le vendite riguardano per il 66,4% i test CLIA (122 test interamente automatizzati relativi a malattie infettive, epatiti e retrovirus, infezioni gastrointestinali, marcatori caridaci, test del metabolismo osseo ed endocrinologici), per il 13,3% i test ELISA (parzialmente automatizzati), per il 9% i test di diagnostica molecolare, per l'11,3% le apparecchiature diagnostiche.[3]

Gli stabilimenti produttivi si trovano a Saluggia in Italia, Dietzenbach in Germania, Stillwater e Cypress negli USA, Dartford nel Regno Unito e Kyalami in Sud Africa.[7] È stato chiuso il centro di ricerche di Dublino in Irlanda, trasferito in parte in California e in parte a Saluggia.

La commercializzazione dei prodotti del Gruppo nei mercati europei, statunitense, messicano, brasiliano, cinese, australiano e israeliano viene gestita principalmente dalle società commerciali[8] appartenenti al Gruppo DiaSorin. Nei Paesi in cui il Gruppo non ha una presenza diretta, viene utilizzata una rete internazionale composta da oltre 200 distributori indipendenti[9].

Business[modifica | modifica wikitesto]

  • Immunodiagnostica
  • Diagnostica molecolare
  • Sistemi

Dati finanziari[modifica | modifica wikitesto]

La società è quotata in Borsa Italiana dal 2007 e oggi nell'indice FTSE Italia Mid Cap.

(in migliaia di Euro) 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018
Ricavi delle vendite e prestazioni 202.3 244.6 304.1 404.5 440 433.7 434.8 443.7 449.1 569.3 637.5 669.2
Costo del venduto 74.2 84 90.4 119.8 126.1 136.4 135.1 145 157.2 180.1 205.5 214.4
Margine lordo 128 160.6 213.6 284.7 313.8 297.3 299.6 298.7 341.8 389.1 431.9 455.8
Risultato Operativo (EBIT) 46 70.7 105.4 145.5 163.3 140.2 134.6 129.8 152 172.6 184.4 204.5
Risultato ante imposte 42.8 59.8 102.7 144.9 158.2 137.4 129.3 128.1 150.1 168.1 178.7 204.4
Risultato d'esercizio 25.2 37.4 70 90.4 99.6 87.6 83.1 84 100.5 112.6 139.8 158.1
EBITDA 60 85.6 122.6 167.1 190 169.5 163 160.2 184.9 217.3 237.9 255.4

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Azionista Quota %
Finde SS 57,014%
Rosa Carlo 10,724%
Even Chen Menachem 5,442%
Mercato 26,820%

Dati aggiornati al 30 gennaio 2019[10]

Management[modifica | modifica wikitesto]

Carica Nominativo
Chairman Gustavo Denegri
Chief Executive Officer Carlo Rosa
Chief Financial Officer Piergiorgio Pedron
Chief Commercial Officer Chen Even
Senior Corporate VP Human Resources Stefano Ronchi
Senior Corporate VP Industrial Operations Ugo Gay
President DiaSorin Molecular LLC John D. Gerace

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c DiaSorin, utile netto 2017 di 139,9 milioni di euro, su ftaonline.com, 7 marzo 2018. URL consultato il 17 aprile 2018.
  2. ^ Profilo società, Borsa Italiana. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  3. ^ a b c d e f DiaSorin: "Via da Dublino grazie al patent box. Ma ora maggiori certezze", su repubblica.it, 16 aprile 2018. URL consultato il 17 aprile 2018.
  4. ^ Lo shopping di DiaSorin: acquisizione negli USA per 300 milioni, su repubblica.it, 30 marzo 2016. URL consultato il 17 aprile 2018.
  5. ^ DiaSorin compra l'immuno-diagnostica di Siemens Healthcare per 47,5 milioni, su aboutpharma.com, 26 luglio 2017. URL consultato il 17 aprile 2018.
  6. ^ DiaSorin: sottoscritto accordo strategico con [[Meridian Bioscience]], su trend-online.com. URL consultato il 12 febbraio 2019. Wikilink compreso nell'URL del titolo (aiuto)
  7. ^ Siti Industriali | DiaSorin
  8. ^ Filiali | DiaSorin
  9. ^ Distributori Immunodiagnostica | DiaSorin
  10. ^ Capitale sociale e azionariato, su DiaSorin. URL consultato il 30 gennaio 2019.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Bilancio consolidato della società al 30 marzo 2016
  • Sito corporate DiaSorin S.p.A.[1]
  • Sito Borsa Italiana [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]