DiaSorin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
DiaSorin
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa Italiana: DIA
Fondazione1968 a Saluggia
Sede principaleSaluggia
Persone chiave
Settorediagnostica
Prodottistrumenti e servizi di diagnostica in vitro
Fatturato637 milioni di [1] (2017)
Utile netto139,9 milioni di [1] (2017)
Dipendenti1.896 (2017)
Slogan«Diagnostics is our life»
Sito web

DiaSorin S.p.A. è una società per azioni operante nella diagnostica in vitro nei segmenti dell'immunodiagnostica e della diagnostica molecolare e a capo di un gruppo composto da 28 società con sede in Europa, Nord, Centro e Sud America, Africa e Asia.[2]

Quotata dal luglio 2017 presso la Borsa valori di Milano nell'indice FTSE Italia Mid Cap

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in provincia di Vercelli su iniziativa Fiat e Montecatini con il nome di Sorin, "Società ricerche impianti nucleari".[3] E continua a chiamarsi così anche quando i tecnici italiani, formati negli Stati Uniti, sviluppano apparecchiature biomedicali dedicate al business della diagnostica in vitro. Nel 1997 Sorin acquisisce negli Stati Uniti una società attiva in questo specifico settore, la Incstar Inc., quindi scorpora le attività che riguardano la diagnostica in una società chiamata DiaSorin Srl che da lì a non molto viene ceduta alla American Standard International, un gruppo americano che costruisce sanitari per il bagno.[3]

Nel 2001, attraverso un'operazione di management buyout guidata da Carlo Rosa (laurea in chimica, esperienza negli USA e direttore strategie e marketing della società), effettuata con altri tre dirigenti e supportata da Gustavo Denegri (un imprenditore che, dopo aver fondato una società nella componentistica auto, ha diretto la Piaggio sino al 1994 per poi dare vita a Iniziativa Piemonte), DiaSorin torna sotto proprietà italiana.[3] L'anno successivo la prima acquisizione: rileva BYC Sangtec e i relativi diritti per il "Liason", avvia anche la conversione dei test dalla tecnologia "Elisa" (test automatizzati) alla tecnologia "Clia" (test non interamente automatizzati). In seguito apre filiali in Cina, Messico e Israele, nel 2008 acquisisce Biotrin, leader mondiale per il test Parvovirus, e da Eiken Chemical la licenza e l'uso della tecnologia "Larp" dedicata al business molecolare.

Nel 2010 rileva Murex e la linea di prodotti Elisa di Abbott Laboratories, nel 2012 acquisisce NorDiag, specializzata nell'estrusione di acidi nucleici, e apre una filiale in India. Nel 2014 sono approvati in Cina i test per le epatiti e retrovirus, negli Stati Uniti è prolungato l'accordo con Laboratory Corporation sino al 2018, sono introdotti anche i primi test per le diagnosi delle leucemie. Nel 2015 sigla l'accordo di distribuzione commerciale con Beekman Couiter per le epatiti e l'HIV in Cina, nel 2016 rileva per 300 milioni negli Stati Uniti (dove è già presente con un impianto produttivo a Stillwater, nel Minnesota) da Quest Diagnostic il ramo d'azienda di immuno-diagnostica e diagnostica molecolare di Focus Diagnostic con un centro ricerche e un impianto a Cypress, in California:[4] qui sarà trasferita una parte (il settore dei test molecolari) delle attività del centro ricerche chiuso in Irlanda (un centinaio di dipendenti) mentre l'altra parte (le attività nell'immuno-diagnostica) sarà trasferita a Saluggia.[3] Nel settembre 2017 la società rileva da Siemens Healthcare per 47,5 milioni il portafoglio di test Elisa per una ventina di malattie infettive.[5]

Presenza geografica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2017 DiaSorin realizza i ricavi (637 milioni di euro)[1] in Europa e Africa per il 43,8%, nel Nord America per il 30,6%, in Asia e nel Pacifico per il 18,4%, nel Centro e Sud America per il 7,4%.[3] Le vendite riguardano per il 66,4% i Clia test (non interamente automatizzati), per il 13,3% gli Elisa test (automatizzati per 118 malattie), per il 9% i test di diagnostica molecolare, per l'11,3% le apparecchiature diagnostiche.[3]

Gli stabilimenti produttivi si trovano a Saluggia, Dietzenbach in Germania, Stillwater negli USA, Dartford nel Regno Unito e Kyalami nel Sud Africa.[6] È stato chiuso il centro di ricerche di Dublino in Irlanda, trasferito in parte in California e in parte a Saluggia.

La commercializzazione dei prodotti del Gruppo nei mercati europei, statunitense, messicano, brasiliano, cinese, australiano e israeliano viene gestita principalmente dalle società commerciali[7] appartenenti al Gruppo DiaSorin. Nei Paesi in cui il Gruppo non ha una presenza diretta, viene utilizzata una rete internazionale composta da circa 80 distributori indipendenti[8].

Business[modifica | modifica wikitesto]

  • Immunodiagnostica
  • Diagnostica molecolare
  • Sistemi

Dati finanziari[modifica | modifica wikitesto]

La società è quotata in Borsa Italiana dal 2007 e oggi nell'indice FTSE Italia Mid Cap.

(in migliaia di Euro) 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015
Ricavi delle vendite e prestazioni 202.324 244.612 304.129 404.547 440.003 433.763 434.849 443.770 449.181
Costo del venduto (74.247) (84.010) (90.484) (119.812) (126.145) (136.420) (135.187) (145.032) (157.284)
Margine lordo 128.077 160.602 213.645 284.735 313.858 297.343 299.662 298.738 341.897
Risultato Operativo (EBIT) 46.076 70.790 105.442 145.517 163.307 140.259 134.693 129.891 152.001
Risultato ante imposte 42.810 59.887 102.737 144.932 158.256 137.406 129.339 128.124 150.102
Risultato d'esercizio 25.219 37.459 70.047 90.418 99.607 87.684 83.111 84.074 100.548
EBITDA 60.012 85.618 122.640 167.112 190.020 169.558 163.098 160.290 184.985

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Azionista Quota %
Finde SS 44,904%
Rosa Carlo 8,540%
Even Chen Menachem 4,466%
Threadneedle Asset Management Holdings Ltd 3,047%
Mercato 39,043%

Dati aggiornati al 27 gennaio 2016[9]

Management[modifica | modifica wikitesto]

Carica Nominativo
Chairman Gustavo Denegri
Chief Executive Officer Carlo Rosa
Senior Corporate VP e Chief Financial Officer Pier Luigi De Angelis
Senior Corporate VP Commercial Operations Chen Even
Senior Corporate VP e Chief Medical Officer Francesco Colotta
Senior Corporate VP Human Resources Stefano Ronchi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c DiaSorin, utile netto 2017 di 139,9 milioni di euro, su ftaonline.com, 7 marzo 2018. URL consultato il 17 aprile 2018.
  2. ^ Profilo società, Borsa Italiana. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  3. ^ a b c d e f DiaSorin: "Via da Dublino grazie al patent box. Ma ora maggiori certezze", su repubblica.it, 16 aprile 2018. URL consultato il 17 aprile 2018.
  4. ^ Lo shopping di DiaSorin: acquisizione negli USA per 300 milioni, su repubblica.it, 30 marzo 2016. URL consultato il 17 aprile 2018.
  5. ^ DiaSorin compra l'immuno-diagnostica di Siemens Healthcare per 47,5 milioni, su aboutpharma.com, 26 luglio 2017. URL consultato il 17 aprile 2018.
  6. ^ Siti Industriali | DiaSorin
  7. ^ Filiali | DiaSorin
  8. ^ Distributori Immunodiagnostica | DiaSorin
  9. ^ Capitale sociale e azionariato, su DiaSorin. URL consultato il 27 gennaio 2016.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • Bilancio consolidato della società al 30 marzo 2016
  • Sito corporate DiaSorin S.p.A.[1]
  • Sito Borsa Italiana [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]