Cattolica Assicurazioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cattolica Assicurazioni
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà cooperativa
Borse valoriBorsa Italiana: CASS
ISINIT0000784154
Fondazione27 febbraio 1896 a Verona
Sede principaleVerona
Persone chiave
Settoreassicurativo
Prodottipolizze
Fatturato5 miliardi di [1] (2017)
Utile netto56,1 milioni di [1] (2017)
Dipendenti1.579 (2017)
Sito web

Società Cattolica di Assicurazione - Società cooperativa è una società italiana a capo di uno dei maggiori gruppi assicurativi nazionali. È una delle poche compagnie italiane che hanno più di un secolo di vita. Ha circa 24 mila soci.

La società è quotata dal novembre 2000 nell'indice FTSE Italia Mid Cap della Borsa di Milano (Codice Isin: IT0000784154 Codice Alfanumerico: CASS).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cattolica Assicurazioni è stata fondata a Verona il 27 febbraio 1896, in forma cooperativa, con lo scopo di tutelare i piccoli proprietari terrieri dai danni provocati da incendi e intemperie.

Il Gruppo Cattolica è composto da sedici società: assicurative, immobiliari, di servizi. Inoltre Cattolica ha partecipazioni in diversi istituti bancari. Un importante canale distributivo è rappresentato dai circa 6 mila sportelli bancari. Cattolica è stata in Italia tra i pionieri della bancassicurazione e ha in corso diversi rapporti di partnership con istituti bancari.

Nel giugno 2017 cambio alla guida dell'azienda: Alberto Minali, ex Generali, sostituisce Giovan Battista Mazzucchelli nell'incarico di amministratore delegato. Con l'arrivo di Minali avviene anche un rinnovamento del management. Promozioni interne (Carlo Ferraresi diventa direttore generale) ma molti manager esterni tra cui Enrico Mattioli, ex Generali, nominato CFO

Nell'ottobre 2017 il finanziere americano Warren Buffett ha effettuato un blitz sulla società acquisendo 15,7 milioni di titoli dai liquidatori della Banca Popolare di Vicenza e diventando con il 9,05% detenuto dalla Berkshire Hathaway Inc il primo azionista.[2]

Nell'aprile 2018 svolta nella governance della società: conferma del modello cooperativo e apertura ai soci di capitale.[3] Così Buffet può entrare nel cda ridotto a 17 posti.[4]

Bancassurance[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2017 Cattolica Assicurazioni, alla ricerca di una nuova rete distributiva dopo la fine di quella con la Popolare di Vicenza, si accorda, col closing avvenuto il 29 marzo 2018, con il Banco BPM per creare una partnership commerciale nei rami vita e danni[5] subentrando ad Aviva e Unipol nella joint venture Popolare Vita e Avipop, con una quota del 65% per un controvalore di 853,4 milioni di euro. La partnership avrà una durata di 15 anni.[6]

Con il completamento dell’iter Cattolica assume le funzioni di direzione e coordinamento delle compagnie assicurative, e nasceranno Vera Vita, con la controllata Vera Financial, e Vera Assicurazioni, con la controllata Vera Protezione. Nel gennaio 2018 è presentato un piano industriale che prevede per il 2020 il raddoppio della raccolta dei premi Vita grazie all'operazione con il Banco Bpm.

Principali aziende del gruppo[modifica | modifica wikitesto]

  • Cattolica Assicurazioni
  • Abc Assicurazioni (partecipazione del 60%,)
  • Bcc Assicurazioni (partecipazione del 51%, resto Iccrea Holding)
  • Bcc vita (partecipazione del 51%, resto Iccrea Holding)
  • Berica vita (partecipazione del 60%)
  • Cattolica life (partecipazione del 60%)
  • Lombarda Vita (partecipazione del 60%, resto UBI Banca)
  • Tua Assicurazioni

Fonte: dati Consob.

Dati economici[modifica | modifica wikitesto]

La società ha registrato nel 2017 una raccolta di 5 miliardi di euro (+5,2%) con un utile consolidato di 56,1 milioni (calo del 40% dovuto per più di 50 milioni a svalutazioni e per altri 5 milioni a svalutazione del Fondo Atlante).[1] A fine 2017 le agenzie assicurative erano 1.494, gli sportelli bancari utilizzati 5.064, i consulenti previdenziali 318, i promotori finanziari 906.

Azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la liquidazione coatta amministrativa della Banca Popolare di Vicenza che ne deteneva il 15,07%, il finanziere americano Warren Buffett acquisendo con la Berkshire Hathaway Inc, 15,7 milioni di titoli dai liquidatori, è diventato col 9,05% il primo azionista della società. Ecco l'azionariato completo:

Situazione al 31 dicembre 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Bilancio Gruppo Cattolica 2017, su cattolica.it. URL consultato il 23 giugno 2018.
  2. ^ Affari & Finanza, 9 ottobre 2017.
  3. ^ Cattolica, dall'assemblea ok al bilancio e alla nuova governance, su adnkronos.com, 28 aprile 2018. URL consultato il 23 giugno 2018.
  4. ^ "Buffet potrà entrare nel cda di Cattolica", su repubblica.it, 12 marzo 2018. URL consultato il 23 giugno 2018.
  5. ^ Corriere della Sera, 18 ottobre 2017.
  6. ^ Corriere della Sera, 4 novembre 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]