Tamburi Investment Partners

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Tamburi Investment Partners S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa Italiana: TIP
Fondazione1999
Sede principaleVia Pontaccio, 10 Milano
Persone chiave
Settoreservizi finanziari
Sito web

Tamburi Investment Partners S.p.A. (nota anche con l'acronimo di TIP S.p.A.) è un'investment e merchant bank italiana indipendente, fondata nel 1999 dal banchiere di affari Giovanni Tamburi. Ha sede a Milano, in via Pontaccio 10.

Dal 9 novembre 2005 è quotata alla Borsa valori di Milano dove è presente negli indici FTSE Italia Mid Cap e FTSE Italia STAR.

Corporate governance[modifica | modifica wikitesto]

Al momento della quotazione, il Consiglio di Amministrazione era così composto: Giovanni Tamburi (Presidente e A.D.), Alessandra Gritti (Vice Presidente), Marco Merati Foscarini (Vice Presidente), Luisa Angelini, Francesco Baggi Sisini, Claudio Berretti, Mario Manuli, Umberto Nicodano, Maurizio Petta, Alberto Rossi, Fernando Silori, (Consiglieri). Nella compagine azionaria, una parte della quale è stata vincolata da un patto di sindacato con lo stesso Tamburi, figurano esponenti di alcune delle più importanti famiglie imprenditoriali italiane. Tra essi si segnalano: Mario Manuli, Isabella Seragnoli, Mariella Burani, Luisa Angelini, Nerio Alessandri, Giorgio Rocco, Luca Fossati, Paolo Marzotto, Fernando Silori, Fausto Radici, Niccolò Branca, Sergio Erede, Giovanni Rossetti, D'Amico. Per le verifiche contabili, l'azienda si affida alla società di revisione KPMG.

La controllata SeconTIP, società di investimenti destinata ad acquisire partecipazioni sul mercato "secondario" del private equity, è di recente salita al 12,8% di Management&Capitali, diventando - in accordo con l'ing. De Benedetti, con cui è stato siglato un patto di sindacato - il socio di riferimento. TIP controlla inoltre TIP - PRE IPO S.p.a., StarTip S.p.a. e Asset Italia S.p.a.

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

L'azionariato comunicato alla Consob è il seguente[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le percentuali di azionariato derivano da quanto comunicato dagli azionisti, secondo quanto previsto dall'articolo 120 del TUF. Parti minori dell'azionariato possono essere indicate direttamente dalla società attraverso altre fonti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]