FinecoBank

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
FinecoBank S.p.A.
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Borse valoriBorsa Italiana: FBK
ISINIT0000072170
Fondazione1999 a Milano
Sede principaleMilano
Persone chiaveAlessandro Foti (Amministratore Delegato e Direttore Generale), Paolo Di Grazia (Vice Direttore Generale e Responsabile Global Business), Fabio Milanesi (Vice Direttore Generale It, Operations, Customer Care), Mauro Albanese (Direttore Commerciale Rete PFA e Private Banking)
SettoreBancario
Prodottiservizi finanziari
Fatturato628,3 milioni di [1] (2018)
Utile netto244,4 milioni di [1] (2018)
Dipendenti1176 (2018)
Slogan«La banca che semplifica la banca»
Sito web

FinecoBank S.p.A. è una banca diretta multicanale indipendente con 1.318.000 clienti che offre servizi di banking, credit, trading e investimento.

Dispone di una delle maggiori reti di consulenti finanziari in Italia, con oltre 2.570 Personal Financial Advisor, un network di oltre 390 Fineco Center e un patrimonio totale clienti di 74,1 miliardi di Euro, di cui circa 29 miliardi nel segmento Private Banking al 31 marzo 2019. Fineco è anche leader in Italia nel trading online, con una quota pari al 24,75% nella classifica "Equity". Dal 2 luglio 2014 è quotata alla Borsa di Milano, dove è presente nell'indice FTSE MIB.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fineco nasce ufficialmente nel 1982 con la denominazione di GI-FIN S.r.l., diventando qualche mese più tardi una società per azioni.

L'anno successivo incorpora Istituto per le Cessioni del Quinto S.p.A., trasformandosi in Novara ICQ S.p.A., entrando nel gruppo Banca Popolare di Novara[2].

Nel 1996 viene ceduto a Banco Popolare di Brescia e varia la sua denominazione in ICQ Banca Cisalpina S.p.A.; nel 1999 viene ribattezzata Fin-Eco Banca ICQ S.p.A., parte del gruppo Bipop Carire e apre il servizio retail di trading online in Italia.

A fine 1999 Fineco diventa una vera banca e lancia il primo conto corrente remunerato in Italia.

Nei mesi successivi vengono aggiunti i servizi di conto corrente e il servizio si trasforma da conto di deposito a conto completo, con carte di pagamento, assegni, ricariche telefoniche e tutto ciò che oggi è parte dell'offerta Fineco.

Al 2001 Fineco raggiunge quota 250.000 clienti.

Nel 2002 segue Bipop Carire, diventando una banca di Capitalia, dove assume l'attuale ragione sociale di FinecoBank S.p.A. e viene inquadrata sotto FinecoGroup S.p.A., che le concede in affitto il ramo d'azienda che comprende la gestione di tutti i promotori finanziari di Bipop, Fineco ed anche Banca Manager[3].

Entrata nel Gruppo UniCredit[modifica | modifica wikitesto]

A seguito della fusione per incorporazione in UniCredit S.p.A. di Capitalia S.p.A., avvenuta nel 2008, incorpora così le attività di Xelion, che allora era la banca multicanale di UniCredit, mentre cede ad UniCredit Consumer Financing Bank S.p.A. ed UniCredit Banca per la Casa S.p.A., i business relativi alle cessioni del quinto (Fineco Prestiti S.p.A.) ed alle erogazioni di mutui (Fineco Crediti S.p.A.).

Il 7 giugno 2017 Fineco lancia le attività anche nel Regno Unito, attraverso un conto dedicato ai residenti UK.

Nel 2018 nasce Fineco Asset Management (FAM), società irlandese con il compito di gestire Fondi di Fondi.

Uscita dal Gruppo UniCredit[modifica | modifica wikitesto]

L'8 maggio 2019 UniCredit ha ceduto sul mercato il 17% delle azioni di FinecoBank rimanendo con solo il 18% senza più essere l'azionista di controllo.[4] L'8 luglio successivo UniCredit ha ceduto anche la quota residua, di conseguenza FinecoBank non è più una una società del Gruppo UniCredit, diventando così indipendente.

Quotazione in Borsa[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2 luglio 2014 è quotata alla Borsa di Milano sul segmento MTA con una capitalizzazione iniziale di 2,24 miliardi di euro corrispondente ai 3,70 euro per azione del prezzo dell'IPO.[5]

Dal 1º aprile 2016 il titolo FinecoBank entra a far parte del FTSE MIB e dal 2017 entra anche nello Stoxx Europe 600.[6]

Persone chiave[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Foti, Amministratore Delegato e Direttore Generale
  • Paolo Di Grazia, Vice Direttore Generale e Responsabile Global Business
  • Fabio Milanesi, Vice Direttore Generale It, Operations, Customer Care
  • Mauro Albanese, Direttore Commerciale Rete PFA e Private Banking

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • L'applicazione di Fineco ha vinto il premio Premio WWW Il Sole 24 ore 2012.
  • Il sito ha vinto il premio "Sito web dell'anno" nella categoria "Finanza" nel 2011, 2012, 2013, 2014, 2015 e nella categoria ''Attività bancarie e investimenti'' nel 2016.
  • Nel 2016 KPMG ha inserito Fineco al sesto posto nella classifica delle migliori aziende per Customer Experience in Italia. Tra le banche, Fineco è al primo posto in assoluto.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]