Cembre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cembre S.p.A.
Logo
Cembre-air.jpg
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori Borsa Italiana: CMB
Fondazione 1969 a Brescia
Fondata da Ing. Carlo Rosani
Sede principale Brescia
Filiali
  • Cembre Ltd.
  • Cembre S.a.r.l.
  • Cembre España SL
  • Cembre GmbH
  • Cembre Inc.
Persone chiave Giovanni Rosani (Amm. Delegato)
Settore Elettromeccanica
Prodotti Connettori elettrici e utensili per la loro installazione, pressacavi, prodotti per il settore ferroviario, materiale per la siglatura
Fatturato 112 milioni di Euro (2014)
Utile netto 13,5 milioni di Euro (2014)
Dipendenti 632 (2015)
Slogan «Making the right connection»
Sito web

Cembre S.p.A. è un'azienda Italiana attiva nel campo della connessione elettrica; è leader in Italia nei settori dei connettori elettrici e delle attrezzature per la loro installazione; è il primo produttore in Europa e tra i principali produttori mondiali di attrezzature per l'installazione di connettori elettrici di potenza. Produce inoltre altre linee di prodotto quali: pressacavi, segnafili e prodotti per la marcatura di cavi di componenti elettrici e stampanti a trasferimento termico, macchine ed attrezzature per il settore ferroviario.

Alla capogruppo con sede a Brescia si affiancano sei società controllate di cui cinque commerciali

e una produttiva e commerciale

La sede di Brescia, con uffici, stabilimento, magazzini, laboratori e servizi, si sviluppa su una superficie coperta di ca. 50.000 m², inserita in un'area di oltre 121.000 m².

In Italia Cembre S.p.A. vanta una rete distributiva capillare, con uffici a Milano, Roma, Torino, Padova e Bologna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cembre (acronimo di Costruzioni Elettro-meccaniche Bresciane) viene fondata nel marzo del 1969 a Brescia dall'Ing. Carlo Rosani.

Il 1977 segna l'inizio dell'attività nel nuovo sito di Via Serenissima.

Nel 1986 si costituisce la filiale Cembre Ltd. a Coleshill, Birmingham, Regno Unito, mentre nel 1988 nasce Cembre S.a.r.l. a Bagneaux, Parigi, Francia.

Nel 1992 Loyd Register rilascia a Cembre S.p.A. la Certificazione del Sistema di Qualità secondo ISO 9001 per la progettazione, produzione, commercializzazione di connettori elettrici ed utensili ed assistenza post vendita.

Nel 1994 si costituisce la nuova filiale “Cembre España SL.” a Madrid, Spagna.

Segue nel 1995 la Costituzione di Cembre AS a Stokke, Norvegia e nel 1997 di Cembre GmbH a Monaco di Baviera, Germania. È anche l'anno dell'ingresso di Cembre in borsa, IPO e quotazione sul mercato telematico di Borsa Valori di Milano con la sigla CEM[1]

Il 1999 vede l'acquisizione di OELMA s.r.l. società attiva nella produzione e commercializzazione di pressacavi e materiale elettrico in genere e si costituisce Cembre Inc. a Edison, New Jersey, Stati Uniti d'America.

Nel 2001 Cembre entra nel segmento STAR (Segmento Titoli con Alti Requisiti) del Mercato MTA di Borsa Italiana.

Nel 2002 viene acquisita General Marking, per la produzione di segnafili e prodotti per la marcatura di cavi e componenti elettrici.

Nel 2008 Cembre adotta il nuovo ERP SAP e prende la certificazione del Sistema di Gestione Ambientale secondo ISO 14001:2004.

Nel 2012 certifica il Sistema di gestione per la Salute e la Sicurezza dei lavoratori secondo OHSAS 18001:2007. Nello stesso anno, viene messo in funzione il nuovo magazzino automatizzato.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1999 i contatti alla rotaia Cembre tipo AR 60 vengono installati in tutta la lunghezza dell'Euro Tunnel (Tunnel della Manica) ed in entrambi i terminali Inglese e Francese.

Nel 2009 l'avvitatore Cembre NR-11P è utilizzato dall'ente Ferroviario Cinese con ottimi risultati sulla Ferrovia del Qingzang, ad altitudini vicine ai 5.000 m.

Nel 2012 Cembre GmbH è insignita da Deutsche Bahn del premio “Fornitore dell'anno 2012”, categoria speciale “per lo sviluppo di connettori adatti all'utilizzo su cavi di nuova generazione”.

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

L'azionariato comunicato alla Consob è il seguente[2]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CMB borsaitaliana.it
  2. ^ Le percentuali di azionariato derivano da quanto comunicato dagli azionisti, secondo quanto previsto dall'articolo 120 del TUF. Parti minori dell'azionariato possono essere indicate direttamente dalla società attraverso altre fonti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]