A2A

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
A2A Spa
Logo
Stato Italia Italia
Tipo Società per azioni
Borse valori Borsa Italiana: A2A
ISIN IT0001233417
Fondazione 1º gennaio 2008 a Milano
Sede principale Brescia (sede legale)
Milano (direzione generale)
Persone chiave
  • Giovanni Valotti, presidente
  • Luca Valerio Camerano, amministratore delegato
Settore multiservizi
Fatturato Green Arrow Up.svg4,921 miliardi [1] (2015)
Risultato operativo Green Arrow Up.svg1.068 milioni [2] (2015)
Utile netto Green Arrow Up.svg73 milioni [3] (2015)
Dipendenti 12.000 (2015)
Sito web www.a2a.eu/

A2A S.p.A. nasce il 1º gennaio 2008 dall'unione di AEM S.p.A., ASM S.p.A. e AMSA (tecnicamente si è trattato di fusione per incorporazione di ASM e AMSA in AEM), si inquadra nel contesto evolutivo del settore dei multiservizi italiane che, a fronte della progressiva apertura alla concorrenza, ha avviato un processo di consolidamento che sta portando alla formazione di un ristretto numero di operatori di dimensioni maggiori.

La società, quotata nell'indice FTSE MIB della Borsa di Milano, è guidata dall'amministratore delegato Luca Valerio Camerano e presieduta da Giovanni Valotti.

Profilo societario[modifica | modifica wikitesto]

Dati societari[modifica | modifica wikitesto]

Dati economici e finanziari[modifica | modifica wikitesto]

Il Gruppo A2A, quotato in borsa sul listino FTSE Mib, oltre che in Italia, è presente anche in Spagna, Francia, Inghilterra, Grecia e Montenegro[4]. La dimensione è di rilevanza europea come si evince anche dai dati 2015:

  • Fatturato: 4,921 miliardi €
  • EBITDA: 1.048 milioni di €

Principali azionisti[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: Consob [5]

Aree di attività[modifica | modifica wikitesto]

Il Gruppo A2A S.p.A. è principalmente impegnato nei settori:

  • della produzione, vendita e distribuzione di energia elettrica;
  • della vendita e distribuzione del gas;
  • della produzione, distribuzione e vendita di calore tramite reti di teleriscaldamento;
  • della gestione dei rifiuti;
  • della gestione del ciclo idrico integrato.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.a2a.eu/it/investitori/bilanci_relazioni/2015.html
  2. ^ http://www.a2a.eu/it/investitori/bilanci_relazioni/2015.html
  3. ^ http://www.a2a.eu/it/comunicazione/comunicati_stampa/anno_2016/aprile/documenti_html/060416_risultati2015.html
  4. ^ A2A si aggiudica l'acquisto della EPCG, rinascitabalcanica.com. URL consultato il 21-09-2009.
  5. ^ http://www.consob.it/main/documenti/assetti_proprietari/semestre2-2016/162791_Az.html?hkeywords=&docid=0&page=0&hits=235&nav=false&filedate=21/07/2016&sem=/documenti/assetti_proprietari/semestre2-2016/162791_Az.html&link=Pie-chart+Capitale+ordinario=/documenti/assetti/semestre2-2016/162791_TOrdDich.html%3b+Pie-chart+Capitale+votante=/documenti/assetti/semestre2-2016/162791_TVotDich.html

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN240622872