Banca Agricola Popolare di Ragusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Banca Agricola Popolare di Ragusa
StatoItalia Italia
Forma societariaBanca popolare
Fondazione1889 a Ragusa
Sede principaleRagusa
Filiali93
Persone chiave
Settorebancario
Fatturato5,5 miliardi di [1] (2017)
Utile netto11,5 milioni di [1] (2017)
Dipendenti857 (2017)
Sito web

La Banca Agricola Popolare di Ragusa (Bapr) è una società cooperativa per azioni a responsabilità limitata, fondata nel 1889, con sede sociale a Ragusa e filiali operanti nelle province di Ragusa, Siracusa, Catania, Messina, Enna e Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La banca fu fondata il 10 marzo 1889, da Luigi Cartia, Giorgio Morana Gulino, Giovanni Lupis, Corrado Schifitto, Gaetano Nicita, Vincenzo Cannì, Filipponeri Criscione e Carmelo Scribano.

Nacque sulla scia dell'intensa attività economica, agricola ed imprenditoriale, presente nella provincia di Ragusa, comprendente anche il territorio della vecchia contea di Modica.

In particolare, dagli anni novanta in poi, la banca persegue una politica di espansione, ottenendo la leadership in campo regionale, promuovendo, in sinergia, l'economia del territorio.

A metà gennaio 2019 sit-in davanti alla sede centrale della banca a Ragusa da parte di un gruppo di azionisti. Le azioni, trattate al mercato Hi-Mtf, valevano nell'agosto 2018 117,40 euro a all'inizio di gennaio 2019 sono precipitate a 83,50 euro. Prezzi indicativi in quanto nessuno compra e il titolo non si scambia.[2] La Banca d'Italia ha dato all'Agricola il permesso di riacquistare azioni proprie sino al 2% del capitale primario.[3]

Dati economici[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2016 la banca presentava un totale attivo di 4.513.158.000 €. valore del CET 1 della Banca Agricola Popolare di Ragusa, ulteriormente in aumento al 31 dicembre 2015, è pari al 24,31% e la conferma tra le banche più solide nel panorama non solo nazionale, ma anche europeo. Nel 2017 la raccolta della banca è stata pari a 5,5 miliardi di euro (-1,12%) con un utile superiore agli 11 milioni. Il CET 1 è pari al 24,70%.[1] Gli azionisti sono 18.652 di cui 710 anche dipendenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Bilancio consolidato 2017 (PDF), su bapr.it. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  2. ^ Vendita delle azioni della Bapar: sit-in davanti alla sede centrale, su corrierediragusa.it, 15 gennaio 2019. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  3. ^ Le azioni dell'Agricola, L'Economia del Corriere della Sera, 21 gennaio 2019, p. 24

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]