Cassa di Risparmio di Asti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cassa di Risparmio di Asti S.p.A.
Logo
Cassa di Risparmio di Asti – Sede.jpg
La sede centrale della banca ad Asti.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
ISINIT0001090783
Fondazione25 gennaio 1842 a Asti
Sede principaleAsti
GruppoGruppo Cassa di Risparmio di Asti
FilialiBiverbanca
Persone chiave
SettoreBancario
Prodotti
  • Bancari
  • Assicurativi
Fatturato245 milioni di Euro (2018)
Utile netto5,8 milioni di Euro (2018)
Dipendenti1.877 (2018)
Slogan«Io e la mia banca ci capiamo»
Sito web

Banca di Asti (Cassa di Risparmio di Asti s.p.a.) è un istituto di credito capogruppo del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti, con sede ad Asti e 137 filiali insediate in tutto il nord Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata il 25 gennaio 1842 come ente di beneficenza con un capitale di 10.000 lire. L'attività inizia, con il nome di Cassa di Risparmio e di Previdenze della provincia di Asti, mercoledì 3 gennaio 1844, dedicando quel giorno della settimana per i versamenti e il sabato ai prelievi.

Il nome dell'istituto viene modificato con Regio decreto del 6 giugno 1867, diventando Cassa di Risparmio della provincia di Asti.

Tra la prima e la seconda guerra mondiale riesce ad acquisire la Banca Astese e per la prima volta la Cassa inizia ad assumere alle proprie dipendenze personale femminile.

È durante gli anni cinquanta che la Cassa apre nuove filiali, salite ad oltre 130, presenti nelle province di Asti, Alessandria, Cuneo, Torino, Milano e Monza e Brianza.

Nel 1992 in seguito alla Legge Amato fu fondata la società per azioni il 13 luglio 1992.

Nel 2008 viene eseguito un aumento di capitale di 50 milioni di euro.

Nel 2015 viene eseguito un aumento di capitale di 50 milioni di euro.

Il 28 dicembre 2012 Cassa di Risparmio di Asti acquista da Monte dei Paschi di Siena il 60,42% di Biverbanca, istituto che dispone di 122 filiali distribuite tra Piemonte, Lombardia e Valle d'Aosta, per 203 milioni di euro.[1]

Nel 2015 viene eseguito un aumento di capitale di 200 milioni di euro.

Nel novembre 2018 il Gruppo Cassa di Risparmio di Asti ha raggiunto il 100% del capitale sociale di Biverbanca.[2]

Il 1º ottobre 2015 entra a far parte del gruppo bancario Pitagora SPA, un intermediario finanziario specializzato nei prestiti contro cessione del quinto dello stipendio (CQS).[3]

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Il capitale sociale è detenuta per il 37,82% dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e per il 13,65% da Banco BPM (dopo la fusione della Banca Popolare di Milano - che a sua volta aveva incorporato la Banca di Legnano, che aveva acquisito la quota dalla Deutsche Bank - con il Banco Popolare).

Dati societari[modifica | modifica wikitesto]

Denominazione sociale: Banca di Asti - Cassa di Risparmio di Asti S.p.A.

Sede legale: Piazza Libertà, 23 - 14100 Asti

Utile Consolidato di Gruppo (2017)[4]: 32,8 milioni di euro

Codice fiscale: 00060550050

Dipendenti: 1877

Filiali: 137 (Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto)

Capitale sociale: 308.367.719 euro

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Renosio, “Credito e territorio. La Cassa di Risparmio di Asti dalla nascita alla Grande guerra[5]
  • Sandro Doglio, “Un secolo e mezzo con la Cassa di Risparmio”[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mps: cede 60% Biverbanca a Cr Asti per 203 milioni[collegamento interrotto], ASCA, 27 giugno 2012. URL consultato il 2 luglio 2012.
  2. ^ Accordo tra Banca di Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli per l’Acquisizione delle residue partecipazioni nella controllata Biverbanca mediante conferimento in natura a Banca di Asti e relativo aumento di capitale riservato, su bancadiasti.it, 29 novembre 2018.
  3. ^ https://web.archive.org/web/20160304081102/http://www.bancadiasti.it/corporate-news/item/banca-cr-asti-perfezionato-l-acquisto-del-65-di-pitagora-spa?category_id=124 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  4. ^ Gruppo Cassa di Risparmio di Asti, utile netto consolidato 2017: 32,8 milioni di euro - Banca di Asti, su www.bancadiasti.it. URL consultato il 20 aprile 2018.
  5. ^ in “Dalla carità al credito. Ricchezza e povertà ad Asti dal Medioevo all’Ottocento”, Editrice Omnia S.r.L, Asti, 2005.
  6. ^ Un secolo e mezzo con la Cassa di Risparmio, Daumerie Editrice, 1992.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENnr93016317 · WorldCat Identities (ENnr93-016317