Biverbanca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Biverbanca -
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli
Logo
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione23 novembre 1994
Chiusura7 novembre 2021 fusione in Cassa di Risparmio di Asti
Sede principaleBiella
GruppoCassa di Risparmio di Asti
SettoreFinanziario
Prodottiservizi bancari
Fatturato83 milioni di € (2018)
Utile netto6 milioni di € (2018)
Dipendenti593 (2018)
Sito webwww.biverbanca.it

Biver Banca - Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli S.p.A. è stato un istituto bancario italiano del Gruppo Cassa di Risparmio di Asti, operante in Piemonte, Valle d'Aosta e Lombardia. Ha sede a Biella, Piemonte.

La banca era una Cassa di risparmio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È stata costituita il 23 novembre 1994 con la fusione di Cassa di Risparmio di Biella S.p.A. (fondata nel 1856) con la Cassa di Risparmio di Vercelli (fondata nel 1851).

Nel 1997 il 55% delle azioni Biver Banca viene ceduto dalle fondazioni bancarie Cassa di Risparmio di Biella e Cassa di Risparmio di Vercelli alla Banca Commerciale Italiana, poi diventata Banca Intesa e infine Intesa Sanpaolo.

A fine 2007 Intesa Sanpaolo cede le sue azioni a Banca Monte dei Paschi di Siena[1] per 399 milioni di euro.

Nel 2008 viene eseguito un aumento di capitale che porta MPS al 59% e le fondazioni CR Biella al 35% e CR Vercelli al 6%.

Nel 2010 Biverbanca acquista le filiali della zona della Banca Antonveneta, controllata di MPS. Questo porta MPS a controllare il 60,42% e le fondazioni CR Biella al 33,44% e CR Vercelli al 6,14%.

Il 28 dicembre 2012 Banca Monte dei Paschi di Siena cede il 60,42% del capitale sociale di Biverbanca al gruppo Cassa di Risparmio di Asti[2] per 203 milioni di euro e una clausola di 10 anni per la valorizzazione della quota posseduta da Biverbanca nella Banca d'Italia in seguito a una modifica del capitale sociale della stessa.

Il 29 novembre 2018 Cassa di Risparmio di Asti si accorda con le fondazioni azioniste di minoranza di Biverbanca, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella con il 33,34% e Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli con il 6,14%, per l’acquisizione delle residue partecipazioni nella controllata Biverbanca mediante conferimento in natura a Banca di Asti e relativo aumento di capitale riservato per una valutazione di 125 milioni di Euro delle partecipazioni.[3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Siena compra Biverbanca Asse Mps-Intesa sui titoli Corriere della sera
  2. ^ Banca di Asti: a Pavia apre una Banca tutta nuova. | Banca di Asti, su bancadiasti.it, 6 ottobre 2016. URL consultato il 3 dicembre 2021.
  3. ^ Luigi Leddaha detto, Il 100% di BiverBanca passa alla Cassa di Asti, su Eco di Biella, 29 novembre 2018. URL consultato il 5 agosto 2019.
  4. ^ Accordo tra Banca di Asti, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella e Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli per l’Acquisizione delle residue partecipazioni nella controllata Biverbanca mediante conferimento in natura a Banca di Asti e relativo aumento di capitale riservato, su Banca di Asti, 29 novembre 2018. URL consultato il 5 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2019).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende