Sellerio editore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sellerio)
Sellerio
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1969 a Palermo
Fondata da Enzo Sellerio, Elvira Giorgianni
Sede principale Palermo, via Siracusa, 50
Persone chiave Leonardo Sciascia, Antonino Buttitta
Settore Editoria
Sito web

La Sellerio è una casa editrice nata nel 1969 a Palermo da Elvira Giorgianni (allora funzionaria pubblica che si licenziò e investì la sua liquidazione nell'impresa[1]) e suo marito Enzo Sellerio (fotografo) su ispirazione di Leonardo Sciascia e dell'antropologo Antonino Buttitta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Salone del libro ed. 2017: stand Sellerio

Dopo qualche titolo nella collana d'esordio dal nome programmatico La civiltà perfezionata, la casa editrice ottiene visibilità nazionale (e internazionale) con la pubblicazione nel 1978 de L'affaire Moro di Sciascia.

Cresce dunque il numero delle collane, a cominciare da La Memoria, oggi simbolo della produzione selleriana.

Fra gli scrittori che hanno collaborato con la casa editrice: Gesualdo Bufalino, lanciato nel 1981, vincitore del Premio Campiello, e Andrea Camilleri (dal 1980, anche con la serie Montalbano).

Nel 1983 si è avuta una scissione con due gestioni separate: Elvira Giorgianni pubblica narrativa e saggistica, mentre Enzo Sellerio pubblica libri d'arte e fotografia.

Le collane includono poi le più specialistiche Prisma e Biblioteca siciliana di storia e letteratura con i suoi Quaderni. Quindi La diagonale e La nuova diagonale. Diretta da Adriano Sofri Fine secolo, e dal classicista Luciano Canfora La città antica.

Meno legate a tematiche uniche sono le collane Il divano (con suggestioni eccentriche e autori quali Giulio Angioni) e Il castello (che scommette nelle letterature straniere di minore attrattiva).

Al 2012 il catalogo conta oltre tremila titoli. Erede del gruppo editoriale è il giovane Antonio Sellerio, figlio di Enzo ed Elvira, laureato nel 1997 alla Bocconi con una tesi sull'azienda di famiglia. Tra i consulenti anche la sorella Olivia e l'italianista Salvatore Silvano Nigro.

Elvira Giorgianni è deceduta in data 3 agosto 2010 a Palermo. Il marito Enzo Sellerio è deceduto il 22 febbraio 2012.

Tra gli scrittori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli scrittori stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lo racconta il figlio in un'intervista con Paolo Di Stefano per il Corriere della Sera dell'11 maggio 2009, ora in Potresti anche dirmi grazie, Rizzoli, 2010, pp. 331-39.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN148933498