Banca Popolare Etica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Banca Popolare Etica
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaBanca popolare
Fondazione30 maggio 1998 a Padova
Sede principalePadova
Persone chiaveAnna Fasano (Presidente)
Settorebancario
Dipendenti334 (2019)
Slogan«L'interesse più alto è quello di tutti»
Sito webwww.bancaetica.it
Ingresso sede centrale di Banca Etica

Banca Popolare Etica è un istituto di credito, costituito in forma di società cooperativa per azioni, specializzato nella finanza etica ed alternativa (banca etica). Ha 45.186 soci, un capitale sociale di 79.667.000 € e una raccolta diretta di 2.077.939.000 €[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Filiale a Torino

Banca Popolare Etica nasce a Padova il 30 maggio 1998.[2]

L'8 marzo 1999 inizia l'operatività con l'apertura della sede di Padova[3]. In seguito verranno aperte le filiali di Ancona, Bari, Bergamo, Bologna, Brescia, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Roma, Torino, Treviso, Trieste, Varese e Vicenza. Nell'ottobre 2014 apre la sua prima filiale estera in Spagna a Bilbao[4], dove commercializza i propri prodotti e servizi col marchio Fiare Banca Etica.

Nel 2000 viene costituita Etica Sgr e dal 2003 inizia l'operatività[5].

Banca Popolare Etica pubblica la rivista Valori.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I nostri numeri, su bancaetica.it, 30 aprile 2021. URL consultato il 1º giugno 2021.
  2. ^ Annuario sociale 2000. Cronologie dei fatti, dati, ricerche, statistiche, leggi, nomi, cifre, pagina 483; Gruppo Abele, ed. Feltrinelli, anno 2000
  3. ^ La finanza e la banca etica: economia e solidarietà, pagina 103; Riccardo Milano, ed. Paoline, anno 2001
  4. ^ Gestión de Entidades Financieras: Un enfoque práctico de la gestión bancaria actual, pagina 317; a cura di Ana Blanco Mendialdua, ESIC Editorial, anno 2015
  5. ^ Sostenibilità e Green Economy. Quarto Settore. Competitività , Strategie e Valore Aggiunto per le imprese del terzo millennio, pagina 221; Paolo Ricotti, ed. Franco Angeli, anno 2010
  6. ^ Cos'è Valori.it, su Valori. URL consultato il 4 luglio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN145824468 · LCCN (ENno2010077605 · WorldCat Identities (ENlccn-no2010077605
Aziende Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende