Radio Onda d'Urto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Radio Onda d'Urto
PaeseItalia Italia
LinguaItaliano
Data di lancio1985
Sito webwww.radiondadurto.org
Diffusione
Terrestre
AnalogicoFM, a Brescia (99.6 MHz), a Milano (98.0 MHz), Bassa Valcamonica (100.1MHz), Alta Valcamonica (99.9 MHz), Mantova e parte della Provincia di Verona (99.7 MHz), Trento (105.5 MHz), Provincia di Trento (99.5 MHz)
Satellitare
DigitaleEutelsat Hot Bird 13° Est

Radio Onda d'Urto è un'emittente radiofonica italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La radio fu fondata il 18 dicembre 1985[1] da un gruppo di attivisti bresciani provenienti dalle esperienze del movimento del '77 e delle successive iniziative autogestionarie sviluppatesi nella città e all'interno delle lotte studentesche del 1985.

Per scelta editoriale e politica, Radio Onda d'Urto non trasmette pubblicità. L'autofinanziamento dell'emittente è garantito dalla comunità di ascoltatori e ascoltatrici attraverso abbonamenti, sottoscrizioni e con la partecipazione alla Festa di Radio Onda d'Urto, ogni agosto a Brescia. [2]

2 luglio 93: protesta contro il sequestro radio onda sul tetto del Leoncavallo

Nel 2001, assieme ad altre radio, fra cui Radio 2000 Blackout, Radio Fujiko, Radio Città 103, Radio Onda Rossa, Radio Ciroma di Cosenza, Controradio (Firenze), e Radio K Centrale di Bologna, organizza durante il G8 di Genova il Radio GAP (Global Audio Project) che trasmetterà dalla scuola Diaz, per una settimana 24 ore al giorno a partire dal 16 luglio.[3]

Frequenze[modifica | modifica wikitesto]

A partire dall'anno 1994 la radio cominciò a trasmettere a Milano, nei locali del Centro Sociale Leoncavallo sulla frequenza 98.00 MHz, già utilizzata dalle storiche esperienze milanesi di Radio Milano Libera e Radio Città.

Quattro anni più tardi il segnale fu esteso alle valli bresciane e nell'Alto Garda.

Nello stesso periodo arriva anche la trasmissione via satellite Eultesat Hot Bird 13° est (freq, 11541 pol.V, SR. 22000) con la possibilità di essere ascoltati, in tecnica digitale, in tutta Italia, Europa e nel Nord Africa.

Radio Onda d'Urto trasmette oggi sulla frequenza 99.6 MHz in tutto il bresciano, in media e bassa Val Camonica sui 100.1 MHz e in alta valle sui 99.9 MHz; sulla frequenza 99.7 MHz a Mantova e nel Veronese, fino alle porte della città scaligera.

Radio Onda d'Urto è ascoltabile anche a Trento e nel Trentino, sulle frequenze 99.5 MHz (Garda trentino) o 105.5 MHz (Trento e dintorni).[4]

Dall'aprile 2021 è ascoltabile anche in Liguria attraverso la modalità DAB (Digital Audio Broadcasting) [5]

Con l'app gratuita Radio Onda d'Urto è ascoltabile, via streaming, ovunque

La festa[modifica | modifica wikitesto]

Ogni agosto, dal 1992, a Brescia, si tiene la festa di Radio Onda d'Urto, tra i più grandi appuntamenti musicali, culturali, politici e sociali del Nord Italia, totalmente autogestito, capace di radunare oltre 100mila persone in 18 serate di concerti, enogastronomia, incontri letterari e culturali, djset e altro ancora [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L’onda d’urto | AgenziaX, su www.agenziax.it. URL consultato il 14 aprile 2021.
  2. ^ SOSTIENI RADIO ONDA D’URTO CON L’ABBONAMENTO, su Radio Onda d`Urto, 13 aprile 2019. URL consultato il 14 aprile 2021.
  3. ^ Massimo Veneziani, Controinformazione: stampa alternativa e giornalismo d'inchiesta dagli anni Sessanta a oggi, Castelvecchi, 2006, pag 205
  4. ^ COME ASCOLTARCI, su Radio Onda d`Urto, 17 novembre 2009. URL consultato il 14 aprile 2021.
  5. ^ RADIO ONDA D’URTO SBARCA…IN LIGURIA. ASCOLTACI IN DAB!!!, su Radio Onda d`Urto, 31 marzo 2021. URL consultato il 14 aprile 2021.
  6. ^ Manuel Guerrini, Radio Onda d’Urto al via: Goran Bregovic superstar della festa, su Corriere della Sera, 8 ottobre 2016. URL consultato il 14 aprile 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN189229377 · WorldCat Identities (ENviaf-189229377